cronaca

Chiusa la Strada delle Piagge, da giovedì l'intervento di sistemazione

martedì 9 aprile 2019
Chiusa la Strada delle Piagge, da giovedì l'intervento di sistemazione

"Strada interrotta al traffico veicolare e pedonale". Così recita il cartello affisso in prossimità della transenna posizionata in prossimità del camminamento al di sotto della Fortezza Albornoz di Orvieto, interessata nei giorni scorsi dal cedimento di alcuni frammenti di tufo staccatisi dal masso tufaceo su cui poggia la città. Al momento la strada, inserita all'interno del Parco Archeologico Ambientale dell'Orvietano, risulta parzialmente transennata sebbene il distacco tufaceo sia di contenute dimensioni. L'episodio offre comunque lo spazio ad alcune riflessioni sulla necessitàd i manutenzione.

Lo fa con un post su Facebook, il consigliere comunale di opposizione Stefano Olimpieri. "Il crollo di alcune pietre - afferma - rischia di provocare una tragedia lungo la Strada delle Piagge, sotto la Fortezza Albornoz, eppure l'Amministrazione Comunale non si degna neppure di fare la minima comunicazione per informare i cittadini. Nessuna nota stonata deve disturbare l'immagine propagandistica della città con cui il sindaco Giuseppe Germani si affanna a cercare voti ovunque. Tutto normale, come il tetto sfondato da anni all'ex Ospedale, il degrado dell'ex Caserma Piave, lo scempio dell'ex Inapli.

Mentre Germani continua ad andare in giro ripetendo che lui "ha risanato il bilancio", gli porgiamo alcune domande: quanti sono i soldi a disposizione per il monitoraggio della rupe? come vengono spesi? chi effettua i controlli? è in grado di dire se ci sono altre situazioni a rischi? L'austerità con cui ha messo in ginocchio l'economia orvietana non può trasformarsi anche in un pericolo per la sicurezza degli orvietani".

Pronta, risposta dell'Amministrazione Comunale. "A seguito della caduta di alcuni pezzami di concio di tufo di modeste dimensioni avvenuta in questi giorni dalla parete tufacea della Fortezza Albornoz nei pressi di Porta Rocca - affermano - a partire da giovedì 11 aprile inizieranno i lavori di rimozione di una pianta le cui radici hanno provocato l’allentamento e il distacco della pietra, a cui seguirà la ricucitura delle parti danneggiate". 
 
"Appena avuta segnalazione del fatto - afferma l'assessore ai lavori pubblici Floriano Custolino - il tecnico comunale reperibile ha immediatamente interdetto la zona per la messa in sicurezza ai fini della pubblica incolumità. Nella giornata di lunedì 8 aprile il dirigente del Settore Tecnico ha effettuato il sopralluogo da cui risulta che il distacco di piccoli pezzami di un concio di tufo, perché di questo si tratta, è stato provocato dalle pressioni dell’apparato radicale di una pianta spontanea che ora va rimossa con la conseguente ricucitura e consolidamento della porzione di parete interessata dall’evento.  La ditta esecutrice dell’intervento ha anch’essa effettuato un sopralluogo ed interverrà attraverso l’ausilio di una impalcatura, pertanto la chiusura della strada, oltre che per motivi di sicurezza, è motivata dalle esigenze di cantiere”.                       

Commenta su Facebook