cronaca

Ludopatie, ordinanza del sindaco su fasce orarie per video poker e slot

venerdì 1 febbraio 2019
Ludopatie, ordinanza del sindaco su fasce orarie per video poker e slot

Va dalle 10 del mattino alle 23 della sera la fascia oraria nella quale è possibile giocare a video slot e video poker. Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco di Giove  Alvaro Parca, che recepisce le normative nazionali e regionali finalizzate alla lotta alle ludopatie. La disposizione del sindaco obbliga anche i possessori di apparecchiature da gioco all’esposizione su apposite targhe, da posizionare all’interno del locale in luogo ben visibile al pubblico, di formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincita in denaro.

E’ fatto inoltre obbligo di esposizione con visibilità all’esterno del locale degli orari di esercizio delle sale giochi e degli esercizi autorizzati, nonché degli apparecchi e dei congegni presenti ed in esercizio a qualsiasi titolo all’interno del territorio comunale. L’ordinanza del sindaco Parca stabilisce infine che la violazione alle disposizioni previste comporta la sanzione amministrativa pecuniaria che può andare da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500.

“Numerosi studi e ricerche – spiega il primo cittadino motivando l’ordinanza - documentano la portata di questo fenomeno. Tra essi lo studio dell’Istituto Ipsad dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr di Pisa, che giunge a stimare che siano circa 2 milioni i giocatori “a basso rischio” e che siano circa 1 milione quelli che arrivano a sfiorare la dipendenza patologica. Nonostante la chiara legislazione restrittiva per i minori il fenomeno colpisce in maniera sempre più preoccupante anche le fasce di età più giovani. 

Alla luce dei dati allarmanti sul fenomeno del gioco compulsivo, con l’intento di limitarne la diffusione nel territorio comunale, è necessario disciplinare l’esercizio delle attività connesse all’offerta di gioco sul territorio comunale, tenendo conto che il più alto impegno, per l’amministrazione comunale, è quello di conservare un tessuto sociale sano e rispettoso della piena libertà della vita comunitaria da parte di tutti i cittadini”. 

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 febbraio

Le Velette e Il Botto, nuova escursione ed assemblea dei soci per il CAI di Orvieto

Italia Nostra solleva il caso sul rifacimento delle facciate in piazza Duomo

Nella Cripta del Santo Sepolcro. Dall'articolo su "MedioEvo" alle riflessioni in biblioteca

"Scoperte di Gusto", il calendario della seconda edizione

"Incredibili Ars e Arpat, sulla geotermia tirano dritti come nulla fosse"

Rubinetti a secco a Ciconia, sospensione dell'erogazione idrica dalle 22 alle 7

Corso di distillazione delle piante aromatiche ed officinali. Teoria e pratica a Villa Paolina

Collina e sole

L'opposta Elisa Mezzasoma felice per il primo posto della Zambelli Orvieto

Al Teatro Boni Seven Cults porta in scena "Maria Stuarda. Le donne e il potere"

"La Gazza Ladra" di Rossini apre il ciclo di ascolti "Nonsololirica in Sala Eufonica"

Il reparto manutenzioni del Comune si rafforza, in arrivo più mezzi e personale

Karate, 576 atleti in gara a Orvieto. Qualificazioni provinciali del Comitato FIK Viterbo

Nasce il "Circolo Arci Bene Comune Porano". Festa del tesseramento in Via Petrarca

Presentazione bandi regionali per le aziende. Incontro pubblico per micro, piccole e medie imprese

Il Cannara alza la voce, l'Orvietana fuori dalla Coppa

58° Charter Night del Lions Club di Orvieto, nuovi soci e rinnovati impegni

Corteo, la proposta di Ettore della Casa: "Rifare lo Statuto e abolire il collegio dei Decani"

Doppio gioco

A scuola con il tablet. Beneficiano dei vantaggi gli alunni della Primaria e Secondaria di primo grado

Giallo di San Valentino. Indagini non escludono nessuna pista: disposta autopsia sulla 17enne

Sull'Alfina ritorna il sorriso per il Castel Giorgio Volley

Presente e futuro dell'ospedale di Acquapendente a 15 mesi dalla riapertura