cronaca

"Caserme Aperte" per il Giorno dell'Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate

sabato 3 novembre 2018
di Davide Pompei
"Caserme Aperte" per il Giorno dell'Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate

Non solo cerimonie, parate, fanfare, corone d'alloro e commemorazioni dei caduti, alla presenza di autorità, reduci e associazioni combattentistiche e d'arma varie ma anche l'apertura straordinaria di quelle zone militari altrimenti precluse al pubblico per conoscere da vicino strutture, realtà ed attività che, dietro le bandiere tricolori dei cancelli d'ingresso, abitualmente si svolgono. Se in alcuni casi sono le caserme a scendere in piazza con stand informativi e materiale divulgativo di orientamento e reclutamento, domenica 4 novembre l'appuntamento è con "Caserme Aperte". 

L'iniziativa coincide con il Giorno dell'Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate e nel centesimo anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, assume un significato particolare, senza nostalgie nazionaliste ma improntato al recupero della memoria storica. Da Nord a Sud, tra caserme, basi navali e basi aeree, sono oltre 150 in tutta Italia le strutture militari coinvolte tra Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri. Nei dintorni, risponde presente la Scuola Marescialli dell'Aeronautica Militare Italiana – Comando Aeroporto "Tommaso Fabbri" di Viterbo.

Situata lungo la Strada Tuscanese e istituita ufficialmente con questa dicitura a novembre del 2004, quest'ultima attiene alla formazione militare e morale e all’istruzione professionale specifica dei sottufficiali del ruolo marescialli nonché al perfezionamento e all’aggiornamento, oltre che al supporto tecnico operativo e alla fornitura dei servizi alla navigazione aerea dell’Aeroporto Militare aperto al traffico civile e operativo dal 1937.

Qui, dalle 14 alle 17 è previsto un percorso guidato di visita tra parti della struttura, aeromobili in mostra statica permanente e monumenti. Per l'occasione, il Comando Aviazione metterà a disposizione la sede del 1° Reggimento AVES "Antares". All'interno della sede e nei pressi dell'hangar sarà allestita una mostra statica di assetti, armi e mezzi dell’Aeronautica Militare e dell’Aviazione dell’Esercito. Forze Armate e di Polizia presenti sul territorio.

E ancora elicotteri e aerei in forza alla Specialità, nonché il simulatore di volo "Rolfo", un dispositivo promozionale itinerante all’interno del quale, con il supporto di piloti e specialisti dell’Aviazione dell’Esercito, sarà possibile simulare l'attività di volo. Saranno, inoltre, allestiti stand e gazebo informativi con la presenza di personale militare - i "concittadini in uniforme" - che risponderà alle domande dei visitatori, in particolare i più giovani. Per mantenere viva una coscienza collettiva sulle radici e sull'identità nazionale. L'Italia chiamò.

Commenta su Facebook