cronaca

Lavori sulla E45, da mercoledì chiuso lo svincolo Todi-Orvieto

venerdì 6 luglio 2018
Lavori sulla E45, da mercoledì chiuso lo svincolo Todi-Orvieto

Avanzano i lavori di risanamento profondo del piano viabile sul tratto umbro della E45. Gli interventi, per un investimento complessivo di oltre 65 milioni di euro tra lavori in corso e in fase di avvio, rientrano nell’ambito del piano di riqualificazione dell’itinerario E45-E55 Orte-Mestre, avviato da Anas, che prevede un investimento complessivo di 1,6 miliardi di euro. I lavori in corso consistono, in particolare, nella completa rimozione della vecchia pavimentazione e nel rifacimento del piano viabile e della sovrastruttura stradale fino agli strati più profondi, compresa la sistemazione idraulica e il rifacimento della segnaletica orizzontale.

Da mercoledì 11 luglio il cantiere attualmente in corso tra Pantalla e Fratta Todina si sposterà più a sud e interesserà un tratto di circa 6 km in corrispondenza degli svincoli di Fratta Todina e Todi/Orvieto (dal km 41,400 al km 35,260). Per consentire l’esecuzione dei lavori il transito sarà consentito a doppio senso di marcia su un’unica carreggiata, mentre gli svincoli di Fratta Todina e Todi/Orvieto (innesto SS448 “di Baschi”) saranno provvisoriamente chiusi in ingresso e in uscita per chi viaggia in direzione Terni/Roma. Il completamento di questo cantiere è previsto entro il 10 agosto.

Per il traffico diretto a Orvieto l’uscita consigliata è allo svincolo “Pantalla/Collazzone”, con prosecuzione sulla viabilità locale in direzione Todi/Orvieto fino all’innesto della strada statale 448 “di Baschi”. Il traffico diretto a Todi potrà uscire allo svincolo Pantalla/Collazzone o allo svincolo Todi/San Damiano, quest’ultimo sconsigliato ai mezzi pesanti. È infine possibile uscire a Todi/San Damiano e rientrare contestualmente in E45 in direzione nord/Cesena per poi utilizzare in uscita lo svincolo Todi/Orvieto.

Al contempo proseguono i lavori in corso negli altri cantieri attivi: tra San Gemini Nord e Montecastrilli; tra Acquasparta e Massa Martana; tra Collevalenza e Todi/San Damiano; tra Pantalla e Marsciano; in corrispondenza dello svincolo di Montone (temporaneamente chiuso in ingresso e in uscita in direzione Perugia/Roma) e in corrispondenza dello svincolo di Città di Castello Nord (temporaneamente chiuso in ingresso e in uscita in direzione Perugia/Roma).

Nell’ambito del piano di riqualificazione sono previsti - oltre al risanamento della pavimentazione - l’ammodernamento delle barriere di sicurezza, il risanamento strutturale dei viadotti, l’adeguamento degli impianti tecnologici, il rifacimento della segnaletica verticale e altri importanti interventi per il miglioramento della sicurezza della circolazione. Si tratta del più grande investimento mai destinato a questa infrastruttura.

Avanzano i lavori di risanamento profondo del piano viabile sul tratto umbro della E45. Gli interventi, per un investimento complessivo di oltre 65 milioni di euro tra lavori in corso e in fase di avvio, rientrano nell’ambito del piano di riqualificazione dell’itinerario E45-E55 Orte-Mestre, avviato da Anas, che prevede un investimento complessivo di 1,6 miliardi di euro. I lavori in corso consistono, in particolare, nella completa rimozione della vecchia pavimentazione e nel rifacimento del piano viabile e della sovrastruttura stradale fino agli strati più profondi, compresa la sistemazione idraulica e il rifacimento della segnaletica orizzontale.

Sempre da mercoledì 11 luglio sarà riaperto al traffico lo svincolo di Montone, attualmente chiuso in direzione Perugia per lavori. Il cantiere si sposterà verso sud e interesserà un tratto di circa 3,6 km (dal km 101,150 al km 104,800) in corrispondenza dello svincolo di Umbertide Nord. Per consentire i lavori il transito sarà regolato a doppio senso di marcia sulla carreggiata opposta, mentre lo svincolo di Umbertide Nord sarà chiuso in uscita per chi viaggia in direzione Perugia/Roma. Il completamento è previsto entro il 10 agosto.

Al contempo proseguono i lavori in corso negli altri cantieri attivi: tra San Gemini Nord e Montecastrilli; tra Acquasparta e Massa Martana; tra Collevalenza e Todi/San Damiano; tra Pantalla e Marsciano e in corrispondenza dello svincolo di Città di Castello Nord (temporaneamente chiuso in ingresso e in uscita in direzione Perugia/Roma).

Nell’ambito del piano di riqualificazione sono previsti - oltre al risanamento della pavimentazione - l’ammodernamento delle barriere di sicurezza, il risanamento strutturale dei viadotti, l’adeguamento degli impianti tecnologici, il rifacimento della segnaletica verticale e altri importanti interventi per il miglioramento della sicurezza della circolazione. Si tratta del più grande investimento mai destinato a questa infrastruttura.
 

Fonte: Anas

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno