cronaca

"Il Comune non può scaricare su di noi i problemi nel gestire trasporto e accoglienza dei turisti"

martedì 22 maggio 2018
"Il Comune non può scaricare su di noi i problemi nel gestire trasporto e accoglienza dei turisti"

Non ci stanno i tassisti di Orvieto ad assumersi le responsabilità del disservizio legato ai collegamenti tra centro storico e stazione ferroviaria che, nei giorni scorsi, così come riportato in Consiglio Comunale da Alessandro Vignoli (Per Andare Avanti) ha lasciato a piedi un gruppo di turisti, dopo la chiusura serale della funicolare e l'assenza di bus.

“L'amministrazione – spiegano – dovrebbe sapere bene che le unità in servizio non possono assicurare una copertura h24, ma che la nostra reperibilità a seconda della richiesta si estende spesso anche oltre la fascia compresa tra le 7 e 30 e le 20 e 30, secondo l'orario di turnazione deliberato proprio dal Comune. Il contesto in cui operiamo è quello di un'assenza di servizio radio con trasferimento chiamata funzionante su un numero non privato o un sistema di geo-localizzazione, alla base di molte app”.

Da quasi tre anni i tassisti denunciano poi, inascoltati, il fenomeno dell'abusivismo sulla licenze – quattro, ad Orvieto, con l'unica postazione rimasta in piazza Matteotti – e sul servizio di noleggio con conducente. Un fenomeno che non accenna minimamente a risolversi. Nonostante le ripetute segnalazioni fotografiche, sembrano scarseggiare i controlli. “Sanzioni e controlli – dicono – vengono effettuati solamente dalla polstrada, con l'impegno del comandante Spagnoli”.

Commenta su Facebook