cronaca

Binari allagati, traffico fortemente rallentato tra Roma e Firenze

giovedì 10 maggio 2018
Binari allagati, traffico fortemente rallentato tra Roma e Firenze

Circolazione ferroviaria fortemente rallentata nella stazione di Orte per il forte maltempo e le abbondanti precipitazioni che hanno provocato l’allagamento dei binari. Ripercussioni si stanno registrando per il traffico ferroviario fra Roma e Firenze, sia sulla linea convenzionale sia sulla Direttissima. I treni regionali percorrono itinerari alternativi con un allungamento dei tempi di viaggio di circa un’ora. I treni Alta Velocità diretti a Nord stanno registrando ritardi medi di 40 minuti mentre quelli verso Sud viaggiano con ritardi medi di 15 minuti per un contestuale guasto dovuto al maltempo nella stazione di Orvieto. In particolare, il Regionale 2316 partito da Roma Termini e diretto a Firenze Santa Maria Novella non ha effettuato le fermate di Orte, Attigliano e Alviano. Una volta giunti a Orvieto, i viaggiatori raggiungeranno le proprie destinazioni con altri treni o servizi sostitutivi con autobus. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono già al lavoro per ripristinare le condizioni di sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria e per riprendere quanto prima possibile la circolazione.

Di seguito la nota che il Comitato Pendolari Orte invierà a Ministro dei Trasporti, Regioni, Trenitalia e RFI studiando anche il contratto di servizio tra Regione Lazio e Trenitalia e RFI (per saggiare l'umore dei vari pendolari è stata anche lanciata martedì 8 maggio una petizione, qui le motivazioni):

"Orte Caput Mundi. Richiesta di incontro al ministro dei Trasporti"

Anche ieri Orte ha diviso in due l'Italia. Migliaia di persone, regolarmente paganti, sono tornate a casa stremate. Alcune per tornare a casa hanno pagato 200 € di taxi, o hanno chiesto ai propri parenti di essere recuperati in quel di Orvieto/Fara Sabina. Voi direte che di fronte a un evento atmosferico imprevedibile tutto è possibile. È vero, lo pensiamo anche noi del Copeo.
Aggiungiamo soltanto alcune domande di seguito che giriamo ai nostri rappresentanti politici, alla stampa, al gestore della Rete e dei treni.

Perché gli unici a pagare i disagi conseguenti a un evento eccezionale sono i pendolari? Noi l'abbonamento anche ieri lo abbiamo pagato. Non solo. Le conseguenze dei ritardi le abbiamo tutte sulle spalle no i. I costi extra per tornare a casa ce li siamo sorbiti noi. La gente è stata fatta scendere a Fara Sabina ieri e lasciata in mezzo alla strada senza un avviso e senza uno straccio di servizio sostitutivo. Nemmeno nel 4 mondo accade una cosa del genere. Noi abbiamo pagato anche ieri: sia l'abbonamento che le conseguenze dei disagi.Perché non ci viene rimborsata una parte di questi soldi per i disagi subiti e per gli extra costi sostenuti? Perché chi organizza la comunicazione e i servizi sostitutivi di queste aziende, non si è mosso?

Chiediamo disperatamente alla politica di intervenire e di difenderci. Chiediamo al ministro di convocare, insieme ai rappresentanti dei pendolari, i vertici di Trenitalia e RFI per avere spiegazioni puntuali su quanto accaduto e su cosa verrà fatto in futuro per cercare di mitigare gli effeti di questi eventi atmosferici. Se Orte è una stazione così importante per l'Italia forse è il caso di investire risorse adeguate su Orte. Noi, Ministro, siamo sempre disponibili ad incontrarla. Attendiamo un sollecito riscontro.

In ultimo aggiungiamo che il Copeo esprime tutta la propria solidarietà verso gli abitanti di Orte Scalo per i forti disagi subiti nel tardo pomeriggio di ieri.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 ottobre

"Il potere e la sventura - Orvieto in tempo di peste e di spagnola". Presentazione dell'ultimo libro di Tiziana e Nello Riscaldati

Possibili disservizi nel trasporto pubblico a causa dello sciopero di venerdi 23 ottobre

Buon lavoro Cecilia! Soddisfazione di Emily Umbria per la nomina di Cecilia Stopponi a Segretario del circolo di PRC Orvieto

Con "La bambina cieca e la rosa sonora" si apre la rassegna teatrale di "Migrazioni". Ultime ore per l'abbonamento ai 7 spettacoli

Venti Ascensionali 2009. Gli appuntamenti di sabato 24 e domenica 25 ottobre: "Il cielo in una stanza" e "Jazz Evening with...08 Trio"

Concina apre la conferenza "Territorio e Sostenibilità"

Dutch Kadaster pinpoints Orvieto as geographic centre of Italy

Linux Day '09. Sabato 24 ottobre ad Orvieto la giornata del software libero

Lamberto Bottini venerdì a Orvieto per chiudere la campagna elettorale di Bersani. Incontri anche ad Allerona e a Fabro

Domenica 25 ottobre al Teatro Mancinelli, concerto di chiusura del Festival Valentiniano

Formazione e Lavoro. Uno sportello di orientamento per i cassintegrati, Polli e Paparelli incontrano i sindacati

Avviate le attività di contenimento degli storni per salvaguardare le produzioni dell'olivo

"Sistemare la provinciale Fabro-Allerona". Interrogazione di Francesco Tiberi in Provincia

Lettera aperta del Vice Sindaco e Assessore alla sanità, Massimo Rosmini, in replica alle dichiarazioni dell’ex Direttore Generale dell’ASL 4 Imolo Fiaschini

Primo decesso in Umbria per Influenza A. Nessun allarme per la popolazione

Melodie del cuore per fare prevenzione. Concerto in onore della Giornata Mondiale per il Cuore

Domenica 25 ottobre Primarie del Partito Democratico. Regole, liste, dislocazione seggi

In centocinquanta al "San Francesco" di Orvieto a sostegno di Bottini e Bersani

La mozione Bersani Bottini sul disagio della scuola