cronaca

Raid notturno alle scuole Barzini e Signorelli. Appello dopo il furto

sabato 24 marzo 2018
Raid notturno alle scuole Barzini e Signorelli. Appello dopo il furto

Si aggirerebbe intorno ai 150.000 euro - la stima, tuttavia, è ancora da confermare - il bottino del raid notturno messo a segno da alcuni malviventi nella notte tra venerdì 23 e sabato 24 marzo ai danni della Scuola Primaria "Luigi Barzini" e la Scuola Secondaria di Primo Grado "Luca Signorelli" di Orvieto centro.

Dopo essere riusciti ad entrare all'interno della struttura, i ladri hanno fatto razzia di computer e tablet - appena acquistati per adempiere alle prove Invalsi - ma anche dei soldi destinati ai viaggi d'istruzione trafugati dalle segreterie. Segnalati anche danni a banchi, lavagne Lim e distributori automatici.

In corso, rilievi e accertamenti da parte della Squadra Anti Crimine della Polizia Giudiziaria guidata dal dott. Quattranni, della Guardia di Finanza guidata dal tenente Fabio Tufano e della Polizia Locale guidata dal tenente colonnello Mauro Vinciotti che hanno ritardato l'ingresso degli studenti nelle rispettive classi. Sul posto, anche il sindaco Giuseppe Germani e l'assessore all'istruzione Cristina Croce.

"Il furto - spiegano dalla scuola - ha comportato la sottrazione di tutte le nuovissime dotazioni informatiche recentemente acquistate anche per consentire lo svolgimento delle Prove Nazionali Invalsi propedeutiche agli Esami di Stato. Inoltre sono stati sottratti dalle aule e dai Laboratori Informatici i computer portatili che quotidianamente i nostri alunni utilizzavano per svolgere progetti e attività previsti nel POF, azzerando di fatto la didattica inclusiva che caratterizza il nostro Istituto.

Il danno subito, pertanto, oltre ad essere di carattere economico, mette in ginocchio la realtà scolastica ledendo il diritto allo studio dei nostri ragazzi. L’Istituto Comprensivo Orvieto Baschi rivolge un accorato appello alla sensibilità di tutta la comunità al fine di poter immediatamente riprendere il regolare svolgimento delle attività degli alunni".

In particolare, la dirigente scolastica Anna Rita Bellini, gli insegnanti e il Personale Ata si appellano alla solidarietà di tutti esprimibile attraverso un contributo che può essere effettuato mediante i seguenti canali:

c/c postale 1016119370
IBAN IT 23J0760114400001016119370
CAUSALE : INSIEME PER LA SCUOLA

L’Istituto Comprensivo Orvieto Baschi ringrazia la comunità tutta.

 


Questa notizia è correlata a:

Furto alle scuole, Butali Spa e Cortoni Snc doneranno i tablet

Commenta su Facebook