cronaca

Quarantenne ritrovato cadavere in un casale

venerdì 23 marzo 2018
Quarantenne ritrovato cadavere in un casale

Sono in corso di accertamento le cause del decesso di un 40enne, rinvenuto cadavere all'interno di un casale a San Venanzo, in località Spante, nel tardo pomeriggio di venerdì 23 marzo.

Sul posto, è intervenuta una squadra del Distaccamento dei Vigili del Fuoco e i Carabinieri della Compagnia di Orvieto. Sarà l'esame autoptico disposto sul corpo, al momento a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, a fare chiarezza.

L'allarme è stato dato da una vicina di casa che non lo vedeva da qualche giorno. Gli inquirenti escludono si sia trattato di morte violenta. Secondo le ipotesi, l'uomo, un operaio di nazionalità indiana, sarebbe deceduto per asfissia da monossido di carbonio.

In prossimità dell'abitazione sono state trovate tracce di un incendio risalente a diverse ore prima - forse, addirittura il giorno precedente -, con i resti di una termocoperta bruciacchiata e in un'altra stanza il corpo ormai privo di vita, trasportato all'Ospedale di Pantalla.

 

 

Commenta su Facebook