cronaca

#UJW25 Il diario di Elio Taffi - Quarta giornata: splende il sole e regna la musica

lunedì 1 gennaio 2018
di E. T.
#UJW25 Il diario di Elio Taffi - Quarta giornata: splende il sole e regna la musica

Finalmente il sole! Nell’ultimo giorno dell’anno, in previsione del cenone luculliano intendo contenermi per la colazione mattutina; mi affido al Ristorante Capitano del Popolo, Valentina sa come conciliare gusto e salute: un caffettino leggero ed una inoffensiva ma deliziosa girella sono il top.

Da sempre Elio Taffi destina il 31 all’appuntamento col Jazz Lunch del Ristorante Al San Francesco, di sicuro il mio evento più atteso di Umbria Jazz Winter.

Al San Francesco sanno coniugare splendidamente la buona tavola con la musica di qualità e, naturalmente, questa venticinquesima edizione non farà eccezione.

Little Freddie King Blues Band è quanto di più potevo auspicarmi; il re del blues, from New Orleans, è un protagonista stimatissimo del genere che mastica con una padronanza tale da far sembrare tutti gli altri dei dilettanti. Mi piace ricordare che un suo concerto del 2003 nel French Quarter di New Orleans è stato conservato negli archivi della Library of Congress come testimonianza fra le più elevate della cultura americana da tramandare alle generazioni successive.

I brani sono lunghi, solenni, talora melensi, ossessivi, ripetitivi; quasi tutti in La Maggiore, tonalità che anche se associata ad un ritmo moderato sa trasmettere notevole vitalità. Soul Serenade è un capolavoro assoluto, struggente nella sua grezza sensibilità; il tema principale, di otto battute, è ripetuto eguale ben 8 volte mandando in loop emotivo tutta la platea. Strepitoso Robert Louis di Tullio Jr., all’armonica, che segue le evoluzioni melodiche contorcendosi lentamente in figurazioni che sfidano le possibilità plastiche del proprio corpo; altrettanto indimenticabile “Wacko” Wade Wright, il quale infierisce sulla batteria con movenze ingessate da bradipo pur scatenando una pulsione ritmica feroce. “Do da Duck qua qua” è una composizione ironica e brillante che scatena l’entusiasmo degli spettatori, “Two Days Two Nights” è una ballad tenera e melanconica che mi convince ad acquistare il cd del gruppo.

Per la parte gastronomica, il San Francesco mantiene fede al consueto eccellente standard qualitativo, raggiungendo l’apice nei rigatoni pomodoro e pecorino cotti perfettamente al millesimo di secondo e nel maialino al forno.

Il Re del Blues, al termine di una generosa performance, saluta tutti con affetto poi indossa un collarino protettivo; mi informerà che si tratta di un presidio che utilizza dopo un terribile incidente stradale patito negli Usa e risalente allo scorso ottobre. I migliori Auguri, Little Freddie!

Il mitico Jazz Lunch non tradisce mai!

Appena fuori, mi dirigo rapidamente verso il Pozzo della Cava; concludo sempre l’anno con la visita al Presepe nel Pozzo concepito ed allestito dalla famiglia Sciarra. Non starò qui a descriverne la storia, per altro di delicata bellezza quella di quest’anno; aggiungo, semplicemente, che reputo tale intuizione una magnifica peculiarità della nostra città, capace di donarle ulteriore interesse. Incredibile la solita, ma non per questo meno apprezzabile, cura dei dettagli e la armoniosa congruità dell’intera realizzazione.

Ultimo appuntamento della giornata, la cui coda anche Elio Taffi merita di trascorrere in famiglia, è il concerto “natalizio” di Bosso.

Al Palazzo de Popolo, in una Sala dei Quattrocento gremita all’inverosimile, Fabrizio Bosso (tromba), Julian Oliver Mazzariello (pianoforte), Jacopo Ferrazza (contrabbasso) e Nicola Angelucci (batteria) ripropongono i classici motivi di atmosfera natalizia trasfigurati con la loro sensibilità jazz. Il cd Warner Bros “Merry Christmas Baby” è uno dei regali natalizi più gettonati di quest’anno; la qualità, indubbia, degli arrangiamenti e delle improvvisazioni strappano applausi vigorosi e prolungati; “Silent Night” è una perla: probabilmente non l’abbiamo mai ascoltata con una veste così matura e consapevole.

Da quanti anni sei ospite di Umbria Jazz Winter, Fabrizio?
Ma pensa che la prima volta in cui ho suonato a Perugia avevo 21 anni, con Maurizio Giammarco per un tributo a Chet Baker in occasione dell’uscita di un libro di memorie; facemmo una serie di concerti e quella fu la prima volta a UJ, ero proprio un pischello.

Come sei arrivato alla tromba?
Mio papà era un trombettista, non professionista, che suonava nelle bande e nelle big band; all’inizio la cosa partì per imitazione fino a crederci via via sempre più.

Quando hai avuto la sensazione che questa sarebbe stata la tua vita?
Abbastanza presto, in pratica quando mi hanno portato in Conservatorio. Avevo 7 anni e, sebbene mi avvertirono della difficoltà del percorso, io accettai di iniziare. Mi sono diplomato in tromba a Torino.

Un artista importante come te è preceduto dalla fama che ha meritatamente guadagnato; il pubblico è sempre così entusiasta di ascoltarti. Come valuti oggi gli applausi rispetto a dieci, quindici anni fa? Sono diventati un po’ scontati rispetto ad un tempo?
No, gli applausi non sono mai scontati perché ogni volta che suoni, che esegui un assolo, una ballad, ti aspetti di comunicare qualcosa di tuo al pubblico. Un modo per capirne l’effetto è sicuramente l’applauso. A volte non è neanche detto perché la gente può essere magari intimidita da qualcosa di particolarmente forte e magari non se la sente di battere le mani. Ho sempre vivo in me l’esempio del live in Tokio di Keith Jarrett nel quale, alla fine di “Mona Lisa”, una versione stupenda, il pubblico rimase in perfetto silenzio per almeno dieci secondi prima di scattare in una straordinaria ovazione. Certo, quando suoni in maniera più muscolare ti aspetti che dal pubblico arrivi una risposta energica.

Per il 2018, cosa ti aspetti?
Semplicemente di continuare a suonare con i gruppi che più mi appagano; ci sono tante, tante cose da fare. Registreremo qualcosa ma stiamo ancora decidendo se fare prima quello con la big band o col quartetto.

Per ultimo, di chi è stata l’idea del repertorio natalizio?
Io volevo fare questo disco da anni, ma spesso arrivavamo a ridosso del Natale e non c’era il tempo di realizzarlo. Poi, è mancato in qualche occasione anche un po’ di coraggio. Finché non mi è stato proposto da un discografico della Warner ed allora ho accettato subito. Ci siamo divertiti un sacco, è stato un progetto facile, divertente ed appagante al tempo stesso e ne siamo contenti.

Mille auguri, maestro!

Con ciò chiudo qui il mio quarto resoconto. Ho propria voglia di sdraiarmi sul divano e di leggere, perché no, l’elegante brochure di questa splendida edizione di Umbria Jazz Winter, con la gioia sincera di aver visto una grande partecipazione popolare a tutti i concerti sinora realizzati.

Auguro di cuore ai miei gentili lettori, ed anche a coloro che non hanno mai letto un pezzo di Elio Taffi, un nuovo anno di pace, armonia e prosperità.

Buon 2018 a tutti, proprio a tutti.

---------------

#UJW25 Il diario di Elio Taffi - Prima giornata di emozioni musicali

#UJW25 Il diario di Elio Taffi - Seconda giornata: la classe di Luca Velotti

#UJW25 Il diario di Elio Taffi - Terza giornata: Gino Paoli, una storia italiana

---------------

 

 

 

 

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 gennaio

Al Palazzo dei Sette, incontro su "Le ragioni del Classico. Lavoro: quanto, quale, come..."

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Esperienze di terremoti e rinascite a confronto al Palazzo del Popolo

Sisma nel Centro Italia, scosse avvertite anche nell'Orvietano. Evacuate le scuole

Minoranze: "Con Germani sta tornando la 'tela del ragno' fondata sulle clientele e sulla spesa facile"

Arte e Scienza per il weekend all'Unitre

Incontro tra Comune e albergatori. Dagli introiti della tassa di soggiorno, nuova linfa al turismo

Siglato il secondo patto di collaborazione, nuova sede per la Pro Todi e cooperazione per le iniziative culturali

Disperato appello delle famiglie con figli disabili: "La Regione ci aiuti"

La Zambelli Orvieto può contare sulla duttilità di capitan Serena Ubertini

Nuova scuola per il Vannucci, nuovo indirizzo Liceo Musicale del Calvino

Modalità per le donazioni destinate al ripristino dei servizi sanitari danneggiati dagli eventi sismici

Contrasto all'immigrazione clandestina, controlli straordinari interforze in tutta la provincia

Sottoscritto l'accordo di rete per attività formative e di ricerca tra Fondazione per il Csco e Centro Studi Città di Foligno

Carcere di Via Roma, il direttore ribadisce: "Nessuna chiusura"

Forti scosse, il Centro Italia continua a tremare. Chiuse tutte le scuole dell'Umbria

Battuto ogni record. Chiusa la mostra fotografica dedicata ai giovani nel futuro

Niente eolico sul Peglia, InnovaWind Srl non presenta il ricorso

"L'Umbria tra Toscana e Marche". Presentato il rapporto economico sociale 2016-17 dell'Agenzia Umbria Ricerche

Terza edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano in Teverina"

Tajani nuovo presidente del Parlamento europeo, annuncia viaggio nelle zone terremotate

Cecchini riunisce il Tavolo Verde, massimo impegno nelle aree terremotate

RFI, aggiornamento traffico ferroviario post-terremoto

Protezione civile impegnata su doppia emergenza per nuove scosse e maltempo

Verifiche nelle scuole di tutta la provincia. Sindacati: "Disparità di trattamento"

Bando Ccn, pubblicata la graduatoria provvisoria. Orvieto per Tutti: "Un altro passo avanti"

Docenti e Ata di Ipsia e Artistico si dissociano dal documento della discordia

Lo Spazio Pensilina dà il via agli eventi con il Distretto Turistico dell'Etruria Meridionale

Nuovo video per Francesco. Questa volta si "vola" in Toscana

Carcere, prosegue lo stato di agitazione. Il Sappe chiede l'apertura di un tavolo di trattativa

Costantino D'Orazio presenta "Raffaello segreto. Dal mistero della Fornarina alle Stanze vaticane"

Nuove funzioni e deleghe agli assessori di Città della Pieve

La differenziata

Una Zambelli Orvieto indomita smonta il Castelfranco

Libertas Pallavolo Orvieto superata in trasferta da Appignano

Lista Civica Per Fabro con Larocca: "Lontani dai centri del potere"

Emanuele Fiorini (Lega Nord): "Porteremo la questione in consiglio regionale"

Tra intelligenza emotiva ed emozioni intelligenti

"Paese che vai...poesia che incontri", c'è il bando per partecipare all'antologia

Area interna dell'Orvietano, le considerazioni dell'associazione Val di Paglia Bene Comune

Il Lions Club avvia il service per valorizzare il merletto orvietano

Con "Una piccola, grande vita" Zelinda Elmi emoziona San Venanzo

Vetrya Orvieto Basket sconfitta solo nel finale da Atomika Spoleto

Orvietana a bocca asciutta. Piscopiello: "Usciamo da Nocera con qualche rammarico"

Conferenza del Rotary su "Gli affreschi della Cappella del Corporale: una rete di immagini"

Seconda edizione per "Presepi in Vetrina", in sala consiliare la premiazione

L'Albero di Antonia scrive alle istituzioni: "Chiediamo un efficace sistema antiviolenza"

Piazza Ippolito Scalza parzialmente chiusa al transito ancora fino a mercoledì

Caccia, Regione e Consulta venatoria avviano l'iter delle riforme della normativa

Progetto "Incontri in biblioteca: vi racconto una storia" per l'Unitre dell'Alto Orvietano

Semplificazione amministrativa, la Regione lancia la consultazione attraverso la rete

Lunedì di disagi per i pendolari sulla direttissima Orte-Roma

"Per evitare le accuse la Regione persegua una politica seria sui rifiuti"

Il Circolo del Pd tira le orecchie all'amministrazione per il suo immobilismo

Disco verde al progetto definitivo di miglioramento della viabilità interna di Osarella

Da febbraio nuove tariffe per le mense scolastiche. Ecco le modifiche al servizio

Palazzo Monaldeschi: i fondi ritardano, il Comune sollecita

Carnevale Aquesiano, tutti gli appuntamenti in arrivo

Carnevale al Palazzo dei Sette, c'è il "Veglioncino per bambini" della Croce rossa

A Porta d'Orvieto "Realizza il tuo Carnevale". Laboratorio creativo con Alessia Biondi

Fine settimana all'Istituto Agosti per la 23esima edizione di "Scuola Aperta"

Meteo

giovedì 18 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 3.5ºC 52% buona direzione vento
15:00 8.1ºC 70% buona direzione vento
21:00 5.5ºC 95% buona direzione vento
venerdì 19 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.2ºC 96% buona direzione vento
15:00 11.9ºC 82% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 97% buona direzione vento
sabato 20 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.1ºC 94% foschia direzione vento
15:00 9.1ºC 74% buona direzione vento
21:00 4.9ºC 95% buona direzione vento
domenica 21 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.0ºC 94% discreta direzione vento
15:00 10.7ºC 69% buona direzione vento
21:00 4.0ºC 92% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni