cronaca

Traffico di rifiuti: arresti e sequestri tra Orvieto e Castiglione in Teverina

giovedì 12 ottobre 2017
Traffico di rifiuti: arresti e sequestri tra Orvieto e Castiglione in Teverina

Un noto imprenditore orvietano, insieme ad altri colleghi e dipendenti delle ditte di Orvieto e Castiglione in Teverina sono stati arrestati con accuse che vanno dall’associazione a delinquere finalizzata al traffico e alla gestione illecita di rifiuti all’autoriciclaggio e al falso.

A scoprire il vasto giro di affari, per un valore di 46 milioni di euro, è stata la Guardia costiera con un’indagine, coordinata dalla Dda di Roma, che ha portato alla luce un traffico illecito di rifiuti tossici spediti via mare dall’Italia fino in Asia. Materiali - come motori di treni o compressori di frigoriferi - che dovevano essere trattati secondo stringenti normative ambientali ma che invece venivano semplicemente maciullati e, una volta giunti a destinazione, riciclati rivenduti sotto forma di padelle e sportelli per auto. I rifiuti partivano dai porti di Civitavecchia, Livorno, La Spezia, Genova e Ravenna per raggiungere la Cina, la Corea, il Pakistan e l’Indonesia.

Il centro dell’inchiesta erano le due aziende locali: la Tmr di Castiglione in Teverina e la Alluminio Frantumati di Orvieto. L’inchiesta è partita all’inizio del 2016, quando da un controllo dei trasporti via mare gli investigatori si sono imbattuti nei traffici delle due società che effettuavano movimenti apparsi subito sospeti. Se infatti i porti di destinazione erano sempre gli stessi, quelli di partenza variavano: ascoltando le telefonate, la Guardia costiera ha scoperto che si trattava di una scelta fatta per sviare le indagini.

Un sistema che coinvolgeva direttamente un noto imprenditore di Orvieto, P. T. le sue iniziali, che è stato arrestato dalla Guardia Costiera e ritenuto al vertice dell’organizzazione che vedeva nella Alluminio Frantumati di Orvieto, rinata dall’attività della ex Trentavizi s.p.a., il centro delle “operazioni”. In manette anche il titolare della Alluminio Frantumati, C. P. le iniziali, e altri dipendenti della società che opera a Bardano: le responsabili del settore amministrativo E. S. ed E. L., e il responsabile del settore operativo M. M.

Per la Tmr di Castiglione in Teverina, che aveva collegamenti con la ditta orvietana sono statti arrestati: il titolare, M. M. le iniziali, e il responsabile del settore amministrativo N. C.

Gli arrestati sono stati prelevati dal loro posto di lavoro o nelle loro abitazioni e dopo le attività giudiziarie di notifica del provvedimento gli organi inquirenti hanno disposto gli arresti domiciliari.

Dieci i milioni di euro di beni sequestrati in due anni d’indagine. “Le misure adottate – spiega la Guardia costiera – sono state calibrate per censurare le attività dei soggetti e delle aziende che hanno operato illegalmente, interrompendo in via preventiva le condotte e cessando i traffici illeciti”. 

Il trucco ideato dall’organizzazione era allo stesso tempo semplice e pericoloso: mediante vari giri di false attestazioni e certificati,le aziende acquistavano rifiuti industriali contaminati - soprattutto da Pcb, i policlorobifenili considerati tossici come la diossina - ne simulavano la bonifica e li rivendevano tal quale come materiale recuperato e "pronto forno” per un nuovo ciclo produttivo.

In realtà i rifiuti, in Italia, subivano soltanto una mera macinatura e, inquinatissimi, venivano spediti via mare all’estero senza nessuno scrupolo per la salute degli operatori che entravano in contatto con Pcb, solventi e idrocarburi ben oltre i limiti consentiti dalla legge. mediante vari giri di false attestazioni e certificati, le aziende compravano i rifiuti industriali complessi e contaminati - anche da Pbc, vale a dire dai policlorobifenili, sostanze tossiche equiparate alla diossina - e, dopo aver simulato le procedure di bonifica ambientale previste dalle normative italiane e internazionali, li rivendevano tali e quali spacciandoli come materiale recuperato e “pronto forno" per un nuovo ciclo produttivo. In sostanza, le aziende si limitavano a `macinare´ i rifiuti, per poi spedirli dall’altra parte del mondo senza minimamente preoccuparsi della salute di chi sarebbe entrato in contatto con quei materiali.

Pubblicato da occhio di falco il 12 ottobre 2017 alle ore 09:46
E tutti i nostri soliti, e attentissime associazioni, politici e chi più ne ha più ne metta non si erano mai accorti di nulla? Forse i loro sguardi erano tutti rivolti al di là del fiume Paglia. Complimenti!!!!!!!!
Pubblicato da Sergio zanchi il 12 ottobre 2017 alle ore 14:56
E pensare che tanti miei concittadini dicono cose vergognose contro l'arrivo disperato dei nostri fratelli che scappano dalla guerra e della fame, mi piacerebbe sentire da loro cosa ne pensano dei veleni e della armi che per decenni gli mandiamo con l'indifferenza di tutto noi.
Pubblicato da Andrea Tiberi il 13 ottobre 2017 alle ore 12:41
Caro Sergio, i nostri rifiuti a casa loro.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 ottobre

Vittorio compie cento anni. Auguri "uomo silenzioso, umile e con un grande cuore"

Il vento mi ha detto

Linux Day 2016. Dodicesima giornata orvietana dedicata al sistema operativo GNU Linux

Partenza con il botto per la Vetrya Orvieto Basket

Orvieto Fc si impone sul campo di Spello contro i Grifoni

Il popolo italiano unito per il No (primo paragrafo)

Orvietana in palla, niente da fare per il Ducato

Piloti orvietani in evidenza, stagione ad alti livelli

In arrivo 1,4 milioni di euro per il centro storico. Soddisfazione dell'amministrazione comunale

Prosegue il programma di sostituzione dei contatori dell'acqua obsoleti

Umbrex a Orvieto. Il circuito di credito commerciale che facilita gli scambi tra aziende, professionisti e organizzazioni

"Corso introduttivo per assaggiatori di olio di oliva", ecco le tappe del viaggio

L'intervento del Comitato per l'Acqua Pubblica dell'Orvietano

Vetrya e Università della Tuscia: formazione 4.0 per gli studenti del corso Marketing e Qualità

Dall'Ohio a Lugnano, una famiglia statunitense adotta alcuni ulivi della collezione mondiale

Tari, il Comune di Alviano vara sgravi per le famiglie meno abbienti

E mi chiedevo nella luce del sole

Inaugurato il nuovo campo sportivo. Gli auguri di Leonardo Bonucci, l'apprezzamento della FIGC

"Destination Wedding: Orvieto città per gli sposi". Il giorno più bello parte dall'ex Chiesa di San Giacomo

Azzurra Ceprini Orvieto. Con Empoli si decide tutto all'ultimo minuto

"Teatri Aperti" tra visite guidate ed eventi gratuiti. Ecco dove l'arte dà spettacolo

Corsi di formazione gratuiti e tirocini retribuiti con il programma delle politiche del lavoro della Regione

Thyssen. Ferma la risposta dei Sindacati all'Antitrust Ue: "no a spacchettamento Ast"

Ast Terni. Il Consiglio provinciale approva un ordine del giorno a sostegno della vertenza

Ast Terni. Anche Orvieto sostiene l'integrità del polo, approvato un ordine del giorno in consiglio

Ast Terni. Presidente Polli: "Il governo ha condiviso le posizioni di istituzioni e sindacati"

Ast Terni. Presidente Marini: "Il Governo ha fatto propria la nostra richiesta di mantenere l'integrità del sito"

Fisar. Non solo a Orvieto per diffondere e promuovere il buon bere e il bere consapevole

Tk-Ast Terni. Decisiva la mobilitazione dei lavoratori, Outokumpu cambia strategia e vende tutto insieme

Ast Terni. Polli: "L'apertura di Outokumpu è importante, ora lavorare uniti"

L'assessore regionale Rometti incontra i pendolari e fa il punto della situazione

Il sindaco di Fabro Maurizio Terzino è stato ricevuto a Roma dall'ambasciatore del Marocco

"... A tutto palco", la nuova stagione del Santa Cristina di Porano

Giubileo Eucaristico 2013/2014. Incontro tra Mons. Tuzia e i comuni di Bolsena, Orvieto e Todi

Screening su prevenzione e salute del cavo orale nei bambini di 6 e 12 anni dell'Orvietano. Buoni i risultati

A Allerona la XXII° Mostra Micologica Interregionale dal 20 al 23 ottobre

Orvieto piacevolmente invasa dalle riprese cinematografiche di "Buongiorno Papà"

Riordino istituzionale dell'Umbria. Consiglio comunale urgente convocato per sabato 20 ottobre

La Compagnia Mastro Titta torna al Mancinelli con Hello Dolly

Meteo

martedì 17 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 19.1ºC 51% buona direzione vento
15:00 23.0ºC 33% buona direzione vento
21:00 11.7ºC 75% buona direzione vento
mercoledì 18 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 16.4ºC 58% buona direzione vento
15:00 21.7ºC 33% buona direzione vento
21:00 10.8ºC 76% buona direzione vento
giovedì 19 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 16.3ºC 55% buona direzione vento
15:00 21.1ºC 37% buona direzione vento
21:00 10.9ºC 80% buona direzione vento
venerdì 20 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 16.7ºC 57% buona direzione vento
15:00 21.0ºC 35% buona direzione vento
21:00 11.5ºC 74% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni