cronaca

Post-sisma, Marini ed Errani incontrano gli abitanti di Norcia, Castelluccio e San Pellegrino

mercoledì 19 aprile 2017
Post-sisma, Marini ed Errani incontrano gli abitanti di Norcia, Castelluccio e San Pellegrino

Viabilità, delocalizzazione delle attività produttive, rimozione delle macerie, demolizioni e soluzioni abitative a Castelluccio di Norcia: sono stati questi i principali argomenti al centro dell’incontro che si è tenuto nel pomeriggio di mercoledì 19 aprile a Norcia tra gli abitanti della città e gli agricoltori di Castelluccio, e il commissario straordinario per la ricostruzione, Vasco Errani, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’assessore regionale all’Agricoltura e all’Ambiente, Fernanda Cecchini. Presenti il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, il direttore regionale Diego Zurli, il dirigente della Protezione civile regionale, Alfiero Moretti. Scopo dell’incontro era quello di raccogliere le istanze dei cittadini e trovare soluzioni per dare continuità alla vita della comunità e alle attività produttive.

Relativamente alla viabilità, la presidente Marini, dopo aver evidenziato che, pur facendo il sistema della viabilità capo all’Anas, la Regione Umbria d’intesa con la Provincia di Perugia per accelerare i lavori ha stabilito che la viabilità nell’area umbra è di competenza della Provincia che è soggetto attuatore diretto dei lavori, ha specificato che “l’intervento sulla strada di congiunzione tra Norcia e Castelluccio non è solo relativo alla rimozione dei sassi, ma di messa in sicurezza di tutta l’area della montagna e richiede un lavoro complesso da portare avanti in lotti distinti. Per tre dei quali – ha detto - sono già stati effettuati gli affidamenti, mentre per un quarto si sta completando la fase dell’affidamento. L’obiettivo è rispettare il cronoprogramma, lavorando insieme per affrontare questa fase trovando le giuste soluzioni tecniche”.

Dopo aver raccolto le istanze e preoccupazioni degli agricoltori di Castelluccio di Norcia, il commissario Errani ha detto che “bisogna cercare di concretizzare tutto il possibile. Ci vogliono tempi operativi certi, partendo dalla convinzione che non sarà come prima del 24 agosto, ma non bisogna rinunciare. Ricostruire richiede fiducia – ha sottolineato - bisogna ricostruire questo spirito e costruire una metodologia seguendo passo passo i vari passaggi senza perdere di vista l’obiettivo, aggiustando il tiro via via. Bisogna ragionare in modo pragmatico, verificando il rispetto degli impegni”. “L’impianto della ricostruzione c’è già – ha proseguito - Lo Stato ha fatto uno sforzo grandissimo. Ora è il momento di costruire un’idea di ricostruzione attraverso la definizione delle perimetrazione e la ridefinizione degli aggregati. Ci sono stati quattro eventi sismici e ogni volta si è dovuto ricominciare da capo”.

“Non è stata un’emergenza ordinaria – ha ricordato il commissario per la ricostruzione Errani - e dobbiamo studiare anche nuove procedure e individuare un nuovo modo per la tracciabilità delle proprietà. Solo insieme si darà ordine alle priorità verificando di volta in volta”. Nell’incontro a San Pellegrino, la presidente Marini ha ricordato che “siamo entrati nella fase operativa; l’ordinanza 19 disciplina la ricostruzione e i cittadini avranno tutto il supporto degli uffici regionali per le informazioni. In questa frazione abbiamo avuto danni significativi e, quindi, vanno definiti aspetti non secondari che in alcuni casi potranno essere individuati in un percorso di confronto con i cittadini finalizzato a garantire in tempi certi una ricostruzione in massima sicurezza anche con verifiche geologiche”.

“Un incrocio perfetto tra prezziario e computo parametrico garantisce una ricostruzione corretta - ha detto Errani - ma serve un criterio di equità e solidarietà. Le ordinanze si possono modificare e adeguare alle esigenze perché nessuno è in grado di rispondere a priori con un’ordinanza a problemi che sorgono in seguito. Ciò vale anche per le scadenze che devono tener conto delle situazioni. Dobbiamo discutere riducendo i tempi, ma nel caso della perimetrazione è importante il confronto, ma bisogna necessariamente trovare una sintesi – ha rilevato - pensando che non si può ricostruire com’era prima e dov’era prima, perché una volta ricostruito rischiamo che non ci sia più nessuno perché il terremoto ha fatto da acceleratore ad un processo di spopolamento già in atto”.

Fonte: Regione dell'Umbria

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 12 dicembre

Furti, spaccate e falsi incidenti: il lato "oscuro" del Natale

I vicoli diventano toilette per cani, scoppia la protesta

A Spagliagrano ritiro mensile del clero della Diocesi di Orvieto-Todi

L'Orvietana rallenta, a Giove è pareggio

Grande accoglienzaa Giove, il volto migliore del calcio

Una Vetrya incerottata spreca nell’ultimo quarto

Griffe false, finanza sequestra 6000 capi nell'orvietano

Week end di normale “pazzia” futsalistica per l’Orvieto Fc

Acqua e rifiuti, le scuole visitano gli impianti della provincia

"D'oro e d'argento", rassegna corale di beneficenza al Teatro Boni

Investimento territoriale integrato, ora si passa alla fase operativa

Inaugurati i lavori di Rotecastello, migliorata l'accessibilità al borgo

Semmai un giglio

La Zambelli Orvieto corre forte e semina il San Lazzaro

Orvieto Cittaslow come esempio di turismo culturale a Berlino

Il "frottolo" fiorentino, ovvero: "Chi è causa dei suoi mali..."!

Marta

Parco Nazionale dei Monti Sibillini: rischi lungo i sentieri dopo il sisma, ma non in tutti

Flavio dei miracoli

Risate&Risotti compie dieci anni, in viaggio tra buona cucina e divertimento

La piazza della fontana nascosta

Tradimenti

Cinquanta presepi, mercatini e Babbi Natale in Harley Davidson per le feste

In distribuzione le tessere per i parcheggi gratuiti

Attivata la rete Wi-Fi gratuita in tutto il centro storico

Il Corporale di Orvieto in onda su Rai2 per "Voyager, ai confini della conoscenza"

Controlli intensificati per il Ponte dell'Immacolata, ecco gli esiti

"The Bus Driver is Drunk". Musica live in Piazza della Repubblica

A Castel Viscardo e nelle frazioni si accende il Natale, nel segno della solidarietà

"19 note per un sorriso". Beneficenza insieme a Massimiliano Varrese

Rapina lampo al Monte dei Paschi di Siena, in manette il ladro

Germani rimodula la squadra e va avanti

Senso unico in Via degli Ulivi per lavori urgenti di manutenzione straordinaria della rete idrica

Celebrazioni liturgiche del Natale, tutti gli appuntamenti in Duomo

Selargius spaventa la Azzurra Ceprini

"Un dono per un dono". Mercatino della Croce Rossa in Piazza Gualterio

Meteo

martedì 12 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
21:00 9.7ºC 98% discreta direzione vento
mercoledì 13 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.0ºC 95% buona direzione vento
15:00 9.3ºC 65% buona direzione vento
21:00 3.3ºC 89% buona direzione vento
giovedì 14 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 7.7ºC 94% buona direzione vento
15:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
21:00 8.7ºC 98% scarsa direzione vento
venerdì 15 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 97% foschia direzione vento
15:00 10.6ºC 98% foschia direzione vento
21:00 8.3ºC 97% discreta direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni