cronaca

"Medaglie al Merito" in Prefettura, tra gli insigniti c'è anche Pietro Federico

giovedì 23 marzo 2017
"Medaglie al Merito" in Prefettura, tra gli insigniti c'è anche Pietro Federico

In occasione della giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera, presso la prefettura di Terni si è tenuta venerdì 17 marzo la cerimonia di premiazione per dieci cittadini con l’onorificenza al ‘Merito della Repubblica Italiana’. Tra questi, a ricevere il riconoscimento anche Pietro Federico, castellese, luogotenente dell’Arma dei carabinieri in pensione.

Alla cerimonia hanno partecipato il sottosegretario di Stato all’Interno Gianpiero Bocci, il vescovo della Diocesi di Terni-Narni-Amelia, padre Giuseppe Piemontese, le autorità politiche regionali e locali, i vertici delle forze di polizia, i sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti (Terni e Castel Viscardo) e dei Comuni di Orvieto, Narni ed Amelia. Erano presenti anche alcuni studenti dell’Istituto Professionale e Tecnico Commerciale Casagrande-Cesi e dell’Istituto Leonino di Terni.

“Siamo stati orgogliosi di condividere con un nostro concittadino, Pietro Federico, questo importante riconoscimento simbolo del valore professionale, la dedizione e il rispetto per la divisa espresso durante l'attività prestata nell'arma dei carabinieri”, ha commentato il sindaco Daniele Longaroni presente alla cerimonia.

Nel ricordare il significato dell’onorificenza, il prefetto Pagliuca ha sottolineato che “si tratta di un riconoscimento che premia il merito e il valore professionale espresso nell’ambito delle rispettive attività e competenze istituzionali, al servizio della Nazione e per il progresso del Paese. Questi concittadini ricevono un riconoscimento che hanno guadagnato sul campo, con volontà e determinazione, contribuendo a realizzare, ciascuno nel proprio settore, il pubblico bene”.

Soddisfazione è stata espressa anche dallo stesso Pietro Federico. “Sono particolarmente felice e soprattutto onorato – ha commentato - di aver ricevuto questa onorificenza, che voglio dedicare alla mia famiglia che mi ha sostenuto in ogni mia scelta. Questa onorificenza non è solo un fatto simbolico ma un apprezzamento all'impegno profuso nel corso dei miei 36 anni di servizio. Un ringraziamento particolare lo voglio rivolgere all'Arma dei Carabinieri che mi ha permesso di creare il mio futuro dandomi la possibilità di potermi affermare e quindi di raggiungere il tanto ambito premio. Sarò sempre grato e riconoscente per quanto mi ha dato”.

Il luogotenente Pietro Federico ha prestato servizio per dieci anni presso la stazione Carabinieri di Ceccano (FR) per poi essere trasferito alla sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Frosinone. Trasferito poi alla Sezione di P.G. della Procura di Orvieto, per un decennio, ha svolto anche le funzione di Vice procuratore onorario in sede dibattimentale. Prima del pensionamento ha svolto servizio presso la procura della Repubblica di Terni ed infine presso il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Orvieto. Tra le varie onorificenze ricevute: medaglia Nato per missioni di pace all'estero, croce d'oro e d'argento per anzianità militare. Ha svolto missioni di pace in Kosovo dove è stato comandante dell'Escort-Team della MSU di KFOR.

 

Commenta su Facebook