cronaca

Giuseppe Morino: "Dopo cinquant'anni di storia l'Hotel Maitani è in vendita"

domenica 8 gennaio 2017
Giuseppe Morino: "Dopo cinquant'anni di storia l'Hotel Maitani è in vendita"

"Una scelta dolorosa, ma la paura vera è che qualcun altro possa decidere di chiudere come abbiamo fatto noi". L’amarezza delle parole di Giuseppe Morino basta a descrivere i motivi della scelta fatta da una delle famiglie storiche dell’imprenditoria turistica della città.

"Il cinque gennaio scorso ho consegnato in Comune l’ultima parte della tassa di soggiorno e ho salutato pure il Sindaco", racconta Giuseppe Morino facendo trapelare la sua immancabile ironia.

"Proprio quest’anno abbiamo raggiunto i 50 anni di attività - continua Morino - e sinceramente non credevo mai che potesse coincidere con la scelta di chiudere. Perché abbiamo deciso di farlo? Per tanti motivi, ma non possiamo nascondere che in questo momento storico è particolarmente complesso lavorare nel settore turistico".

 Quando si prende la strada del ragionamento sul “settore-turistico” l’intreccio di situazioni è sempre complesso. “Intanto ringrazio i colleghi albergatori che hanno voluto esprimere la loro solidarietà - dice Giuseppe Morino -. Se poi qualcuno nella chiusura del Maitani vuole tirare in ballo tutta la categoria degli imprenditori turistici voglio dire a questi signori che è una categoria che andrebbe rispettata di più e non messa alla gogna ogni volta che c’è da puntare il dito contro qualcuno. Poi è vero, forse avremo le nostre colpe, ma una colpa più di altre mi sento di avercela insieme a tutti i colleghi: quella di non esserci fatti sentire come avremmo dovuto”

“Voglio usare un vecchio proverbio per far capire come stanno le cose: non si può chiudere la stalla quando i buoi sono scappati. Ecco - ammette Morino - questo è il modo in cui si affrontano le cose in questa città, specialmente nel settore del turismo. A Orvieto dobbiamo capire quale città vogliamo: la città del lusso? La città del turismo religioso? La città industriale? Bene, quando avranno e avremo deciso tutti insieme, allora si metterà in moto la macchina degli investimenti, ma oggi non si può pretendere e tantomeno non si possono dare ricette di cui non si è consapevoli dell’effetto. Bisogna guardarci in faccia e ammettere che senza una strategia vera, senza un cambiamento radicale l’appetibilità di Orvieto sul mercato degli investimenti turistici è limitata. E sia chiaro, questo non è il problema di oggi, ma ormai di parecchia anni”.

L’analisi di Giuseppe Morino è decisamente chiara e sulla quale, in parte, l’amministrazione sta cercando di lavorare anche se l’intreccio tra “progetto di città” e “promozione della città” rimane ancora troppo aggrovigliato.

“Posso soltanto augurarmi che l’Hotel Maitani abbia un futuro - conclude Morino -. L'hotel è in vendita e speriamo che possano esserci imprenditori, anche orvietani, interessati a rilevarlo. Noi continueremo sempre a fare la nostra parte come ci hanno insegnato i nostri padri. Grazie ancora a Orvieto e agli Orvietani perché insieme, quando ancora si poteva fare e c’erano le idee vere per farlo, abbiamo scritto pagine indimenticabili della storia turistica della città. Per il bene di Orvieto mi auguro che si possa riprendere quel percorso”.

 

 


Questa notizia è correlata a:

Turismo e ricettività, Orvieto tiene nonostante crisi e sisma. "Momento difficile, ma numeri positivi"

Pubblicato da francesco da roma il 09 gennaio 2017 alle ore 10:21
La crisi degli alberghi ad Orvieto secondo me è dovuta ai troppi fasulli bed&breakfast che si autorizzano senza alcun controllo. In realtà molti di questi sono veri e propri esercizi di affittacamere, con finalità ed obblighi assolutamente diversi.
Pubblicato da MARCO il 09 gennaio 2017 alle ore 10:44
Mi dispiace davvero...
Pubblicato da Il Capitano del Popolo il 09 gennaio 2017 alle ore 12:18
Il problema non è solo quello dei B&B fasulli, ma anche quello degli appartamenti camuffati da B&B che emettendo pochissime ricevute, pagano pochissime tasse, non sono costrette a chiedere ai turisti il pagamento della tassa di soggiorno e fanno concorrenza sleale alle grandi strutture come il Maitani, che sono costrette a pagare fino all'ultimo centesimo di tasse al Comune e allo Stato..
Quando l'anarchia, l'aggiramento delle regole e l'improvvisazione diventano la normalità è chiaro non c'è più posto per le persone oneste e scrupolose nel rispetto delle regole nel mercato del turismo...
Pubblicato da Fabio Massimo Del sole il 09 gennaio 2017 alle ore 15:20
Veramente un "simbolo" per capire oggi verso quale destino è diretta la nostra città. Con il Morino si chiude un epoca importante dove le idee e la passione erano l'unica cosa che contava davvero.
Se non si ritrovano queste due cose nulla potrà essere fatto per Orvieto.
Le fiaccole da mettere in mostra non sono quelle del CONI, ma piuttosto quelle che si dovranno accendere dentro di noi.
Pubblicato da ilbardo11 il 09 gennaio 2017 alle ore 20:11
Il problema non lo vedo nella esistenza dei b&b. Quelli prendono il turismo medio che non va al Maitani. Indicherei due motivi: Orvieto non attrae turismo di lusso, ma massa mordi e fuggi. Panino, coccetto, vinetto, via. Due: gli hotel orvietani non sono di lusso. Non danno servizi degni di questo nome. Dovrebbero anche rinnovarsi ed investire su se stessi, fare branding dell'area. Invece nessuno investe su Orvieto. Men che mai l'amministrazione,
Pubblicato da Il Capitano del Popolo il 11 gennaio 2017 alle ore 09:34
La crisi è generalizzata e riguarda tutto il comparto del turismo. Se cade l'unico 4 stelle orvietano a cascata ci saranno conseguenze spiacevoli per tutti gli altri: lusso o non lusso. Senza soldi per la manutenzione e per la ristrutturazione nessuno riuscirà ad elevare i propri standards qualitativi e soccomberà di fronte alla concorrenza sleale dei B&B e degli appartamenti. Oltre agli investimenti nel comparto del turismo bisogna pretendere il rispetto delle regole e i controlli.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 gennaio

Complanare, nuova fase di spinta oleodinamica del ponte in acciaio

"Le Grandi Firme della Tuscia". In distribuzione il terzo numero dell'aperiodico di Letteralbar

Azzurra Ceprini A1. Palla a due al PalaPorano con San Martino di Lupari

Montelone, la Provincia scioglie il silenzio. La prossima settimana, il bando per i lavori stradali

In manette 22enne, rubò chioccia con tutti i pulcini

Larocca interrompe lo sciopero: "L'amministrazione continuerà a vigilare"

Approvato l'odg per inserire il "reato di tortura" nell'ordinamento italiano. Il plauso di Amnesty International

Esce "Studi Interrotti", l'album d'esordio de "Gli Scontati". Il 28 gennaio al Valvola

Sfilata di maschere e carri allegorici per la "Festa di Carnevale" di Porano

Torna a luglio la seconda edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano"

Tir si ribalta in Autostrada, code e disagi bloccano il traffico

Due ristoranti "nostrani" alla sfida Tv di Alessandro Borghese

Lasciavano le auto su "quattro ceppi" e scappavano, beccata la banda del cric

Regione contro l’inceneritore in Umbria, ma i comitati chiedono garanzie sulle discariche

Garbini lascia, si dimette il sindaco di Castel Giorgio

Bollo per i veicoli di interesse storico o collezionistico: dal primo gennaio riduzione del 10 per cento

Auto alluvionate, Sacripanti (FdI-An) sollecita un nuovo bando per il risarcimento dei danni

Consiglio regionale, respinta la mozione sul "sostegno alla famiglia naturale"

Punti nascita, la presidente Marini rassicura: “Non sono previste altre chiusure”

"Ravensbrück. Il lager delle donne", gli scatti di Ambra Laurenzi al Palazzo del Popolo per il Giorno della Memoria

A Città della Pieve nasce il liceo musicale. Open Day di presentazione

"Internet e le nuove generazioni: ripartiamo dalla famiglia". Incontro conclusivo per "Famiglie al centro"

Differenziata lumaca, ora la Regione corre ai ripari: obiettivo 60% entro l'anno

Piano comunale di classificazione acustica, nulla di fatto. In standby le controdeduzioni

Kino-Workshop al Centro Viva. A lezione di linguaggio cinematografico

Incontro informativo sull'iniziativa comunitaria "Garanzia Giovani"

Jasmine Rossini: "Per la Zambelli Orvieto il campionato è aperto"

Cardinali al Sindaco: "Sul parco del Paglia ci dica cosa bolle in pentola"

Sanità, la giunta regionale umbra sospende il ticket intramoenia

Folklore e tradizione si incontrano per la seconda "Giornata delle Pasquarelle"

Il vescovo presiede i funerali di don Adelmo Ciurletti

Sacripanti (FdI-An) propone l'istituzione di un forum civico in materia di assistenza socio-sanitaria

Dall'orto al piatto. Dalla collaborazione fra le scuole, un progetto sperimentale

La Regione investe quasi 3 milioni di euro per finanziare la competitività delle aziende vitivinicole

Centro Studi, via allo "Spring Semester" della Kansas State University e della University of Arizona

Orvieto tra le sezioni Cai che hanno collaborato alla rete sentieristica-escursionistica umbra

Furti e atti vandalici al Fanello. Tardani: "L'amministrazione si attivi per garantire la sicurezza ai cittadini"

Il Consiglio dei Ministri commissaria L'Umbria e decide per la chiusura anticipata della caccia

Ballo in maschera al Teatro Boni. Musica e divertimento, come in una favola

Luciani sollecita la riqualificazione di Piazza del Commercio: "Come si sta muovendo il Comune?"

Il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato, Germani: "Il terzo calanco non si farà"

Lo Sportello del Consumatore chiude i battenti: riflessioni sulla conclusione di un'esperienza

Rometti: "Per la Regione su Orvieto non ci sono assolutamente esigenze di ampliamento della discarica al terzo calanco"

L'assessore Cecchini: "Si è fatta ricadere sulle Regioni l’incongruenza fra le norme nazionali ed europee"

Contratti di Fiume, Minervini chiarisce la posizione delle associazioni private: "Fuori dalla Cabina di Regia".

Galanello Pd: "No al terzo calanco, l'obiettivo dell'Umbria è la minimizzazione dello smaltimento in discarica"

Il Circolo Pd di Orvieto Scalo al lavoro per la riqualificazione del quartiere

Scopetti e Taddei Pd: "No categorico al terzo calanco, Comune e Regione non devono mollare"

Il teatro amatoriale colora Monteleone. La rassegna al Teatro dei Rustici compie vent'anni

Meteo

sabato 21 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 2.1ºC 87% buona direzione vento
15:00 5.9ºC 77% buona direzione vento
21:00 1.3ºC 95% buona direzione vento
domenica 22 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 4.6ºC 86% buona direzione vento
15:00 7.7ºC 83% buona direzione vento
21:00 3.9ºC 95% buona direzione vento
lunedì 23 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.1ºC 95% buona direzione vento
15:00 8.8ºC 85% buona direzione vento
21:00 5.1ºC 94% buona direzione vento
martedì 24 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.1ºC 92% buona direzione vento
15:00 6.7ºC 81% buona direzione vento
21:00 3.9ºC 85% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni