cronaca

Orvieto per tutti: "Raccolta differenziata, quale soluzione per il centro storico?"

mercoledì 20 aprile 2016
Orvieto per tutti: "Raccolta differenziata, quale soluzione per il centro storico?"

"La problematica di una corretta gestione della raccolta differenziata nel Centro Storico è sicuramente molto importante e determina, per come è allo stato attuale, un evidente stato di degrado che la nostra Città non merita. Confrontando il sistema gestionale della raccolta come avveniva prima dell’introduzione del nuovo sistema è stato fatto un notevole passo indietro".

Lo scrive sul proprio blog, la neonata associazione Orvieto per tutti che giovedì 21 aprile alle 21.15 presso la Pizzeria Maramao, tornerà ad incontrare le attività ed i residenti della zona dal Teatro Mancinelli a Piazza Cahen per discutere delle problematiche principali del Centro Storico e poter così condividere delle ipotesi risolutive, nel pieno rispetto dei principi fondanti l’Associazione.

"Il caos - affermano, intanto, sul fronte della differenziata - è totale, un via vai continuo dei mezzi della COSP che, dalle 6 alle 13, percorrono le strade e le piazze del centro, andandosi spesso e (mal)volentieri a sovrapporre con il traffico locale come con quello dei corrieri e del servizio di spazzamento tanto che, quest’ultimo, inevitabilmente viene penalizzato.

In primis, comunque, il disagio maggiore è quello rappresentato dall’enormità delle ore di esposizione dei mastelli e dell’immondizia in genere; non è sostenibile vedere già tutto fuori dalle 19 della sera prima per completare il servizio di raccolta alle volte addirittura anche alle ore 13 del giorno successivo, con anche la problematica dei mastelli che vengono ritirati dagli utenti la sera nel caso in cui gli stessi (e sono tanti) lavorino fuori Orvieto.

E’ indispensabile quindi aumentare la frequenza del ritiro e trovare una soluzione prioritariamente sull’orario più logico, compatibilmente con le varie realtà (economiche e residenziali), tenendo però sempre al centro l’interesse supremo che non è dell’utente, ma della Città stessa.

Una Città che, in attesa di una vera gestione della raccolta, possa comunque dare un senso di Civiltà passando, comunque, oltre a quanto sopra attraverso una più consona disciplina degli orari del carico/scarico nell’isola pedonale dove, tra l’altro, il transito selvaggio anche di incauti automobilisti come dello “svogliato” personale dei mezzi di servizio che usa le vie centrali quali “scorciatoie” amplificano il caos cittadino e diminuiscono drasticamente il livello di fruibilità del Centro Storico.

Quanto esposto è uno dei diversi argomenti che riteniamo possa essere di interesse comune, la cui soluzione è improcrastinabile per il miglioramento della qualità cittadina e, di riflesso, quale elemento di attrazione per un turismo di qualità.

Pertanto, sarà oggetto di discussione nelle riunioni di zona che fin dal prossimo giovedì andremo a tenere, confermando le nostre intenzioni di condividere il più possibile le idee ed i suggerimenti dei cittadini. Il blog dove questo post è pubblicato, serve proprio a tale scopo; la critica come i consigli sono accettati nell’auspicio di poter produrre un risultato positivo per la Città. Il vostro parere è prezioso, così come la partecipazione alle discussioni, proprio per questo; continuate a seguirci sul blog e ad inviarci i vostri suggerimenti".


Questa notizia è correlata a:

Cartoline da Orvieto: Duomo, sacchetti e immondizia

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"