cronaca

L'alta Tuscia si sveglia con un terremoto di magnitudo 2.0

martedì 19 aprile 2016
L'alta Tuscia si sveglia con un terremoto di magnitudo 2.0

La terra torna a tremare. Nella prima mattinata di martedì 19 aprile, alle 4.37, l'alta Tuscia ha avvertito una scossa di terremoto di magnitudo 2.0. L'epicentro è stato localizzato a circa 6 chilometri dal Comune di Acquapendente. Non risulterebbero danni a cose e persone. Tra i Comuni compresi nel raggio dei venti chilometri, ci sono quelli umbri di Castel Giorgio, Castel Viscardo, Allerona, Porano, Orvieto, Ficulle, Fabro; dentro il confine laziale, invece, San Lorenzo Nuovo, Grotte di Castro, Acquapendente, Bolsena, Onano, Gradoli, Proceno, Latera, Lubriano, Bagnoregio, Capodimonte, Valentano, Marta. E poi la Toscana con le provincie di Grosseto e Siena e i Comuni di Sorano, San Casciano dei Bagni e Castell'Azzara.

Per ulteriori informazioni: http://cnt.rm.ingv.it/event/6616031

 

Commenta su Facebook