cronaca

Rapina in villa da 6000 euro e botte al padrone di casa

giovedì 24 settembre 2015
Rapina in villa da 6000 euro e botte al padrone di casa

Questa notte a Bagnoregio, intorno alle ore 3,30, tre individui con volto coperto si sono introdotti in una villa in località Caio e dopo aver minacciato e percosso il proprietario, un commerciante 46enne del luogo, alla presenza della moglie e del figlio minore, armati di cacciavite si sono fatti consegnare la somma di 6.000 euro in contanti, provento degli incassi delle attività commerciali e si sono allontanati.

Il proprietario di casa, ha riportato lievi ferite, giudicate guaribili in 5 giorni, dall’ospedale di Montefiascone. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Montefiascone e quelli del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Viterbo che hanno avviato le indagini del caso ed effettuato i rilievi tecnici sul posto.

Dalle testimonianze delle vittime i tre malviventi, con accento dell’est Europa, indossavano passamontagna e guanti per non lasciare impronte. Altre particolare che è emerso sta nel fatto che al momento dell’ingresso nell’abitazione, a mezzo effrazione di una finestra, l’impianto di allarme non era attaccato e nessuna finestra aveva grate di protezione in ferro.

Le indagini sono al momento in atto e i Carabinieri ricordano comunque, specialmente nelle zone isolate, di adottare le misure minime di protezione passiva come appunto impianti di allarme e grate in ferro per la protezione almeno del piano più accessibile.

Fonte: OnTuscia.it

Commenta su Facebook