cronaca

"Ostaggi dell'inefficienza di Trenitalia". Il comitato pendolari Roma-Firenze scrive agli assessori regionali ai trasporti

mercoledì 15 luglio 2015
"Ostaggi dell'inefficienza di Trenitalia". Il comitato pendolari Roma-Firenze scrive agli assessori regionali ai trasporti

Il comitato pendolari Roma-Firenze scrive agli assessori regionali ai trasporti per lamentare le condizioni subite negli ultimi tempi. Di seguito la nota integrale:

Gentili assessori,
scriviamo per segnalare i pesanti disservizi di cui sono oggetto i collegamenti regionali e IC sulla linea Roma-Firenze nelle ultime settimane. Gli episodi più gravi si sono verificati ieri pomeriggio quando a causa di un non meglio precisato "problema tecnico in linea fra Roma Tiburtina e Settebagni" i treni diretti verso nord hanno accumulato fino a 150 minuti di ritardo (IC 598). Il rapporto ritardo/percorrenza (65 minuti, ad esempio sulla stazione di Orvieto) ha superato in questo caso il 250%.

Tutti i treni del pomeriggio in ogni caso hanno registrato pesantissimi ritardi. A ciò si aggiunge una grave carenza di informazione ai passeggeri, se non addirittura una colpevole disinformazione da parte di Trenitalia, con il personale di stazione che continuava a ripetere, in assenza del treno sul binario, che il treno sarebbe partito con «soli 30 minuti di ritardo». Tutti i ritardi infatti, come d'abitudine, sono stati segnalati a "scaglioni" successivi: prima 20, poi 40, poi 50 minuti e così via; con i passeggeri lasciati in balìa degli eventi e di una stazione pesantemente aggravata da lavori in corso, oltre che dai noti problemi di mancata manutenzione ordinaria.

Precisiamo che questo è solo l'ultimo e il più grave di una serie di episodi. Lo stesso IC 598, ad esempio aveva fatto registrare venerdì 3 luglio 75 minuti di ritardo. A chiudere il quadro di queste settimane, che hanno visto un drastico aggravamento delle condizioni di viaggio sulla Roma-Firenze, lo spostamento del binario di arrivo del IC 581 del mattino ai "binari est" della stazione Roma Termini. Questo era l'unico convoglio dell'intera tratta a mantenere un tempo di percorrenza accettabile. Tale percorrenza è ora lievitata di oltre 10 minuti.

Questo livello di servizio è inaccettabile e umiliante per tutti i passeggeri che nella stagione estiva vogliono spostarsi fra le province dell'Umbria e della Toscana e le città di Roma e Firenze, ma soprattutto per noi abbonati che siamo costretti a subirne ogni giorno le conseguenze, sul lavoro e nella vita privata, intrappolati nelle inefficienze e nel caos organizzativo di un'azienda che nella stagione turistica dà sempre il meglio di sé. Chiediamo in merito, con urgenza, il vostro intervento e la vostra tutela.

Sacripanti (FdI-An): "Comune e Regione si facciano carico delle condizioni dei pendolari"

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità