cronaca

Dai focus group del Pd 18 proposte condivise per la città

venerdì 22 maggio 2015
Dai focus group del Pd 18 proposte condivise per la città

“Tra il partito e il Comune c’è una differenza di funzione data dalla legge e strumenti diversi. Dieci mesi fa l’attuale amministrazione è stata eletta sulla base di un programma da rispettare. Per una visione di città c’è bisogno di scelte, non di strumentalizzazioni”.

Lo ha detto con chiarezza il segretario del Partito democratico di Orvieto, Andrea Scopetti illustrando i risultati dei focus group sulla mobilità - altri avranno luogo dopo le regionali - organizzati dal partito con commercianti, albergatori,ristoratori,anziani, giovani e guide turistiche.

Da ogni categoria, sono emerse necessità e suggerimenti. Il tutto, è confluito in 18 punti condivisi. “Si tratta - ha spiegato il segretario - di proposte scritte, emerse da un percorso di partecipazione, condivisione e confronto. Forse maggiore di quanto è finora avvenuto nelle riunioni del quadro strategico di valorizzazione del centro storico”. In cima all'elenco c'è la chiusura al traffico di piazza Duomo. Segue piazza del Popolo, dove si chiede di mantenere sgombra dalla sosta dei veicoli in maniera permanente solo la parte antistante il palazzo dei congressi e di pedonalizzarla completamente in caso di eventi.

Tutti i partecipanti ai focus group hanno denunciato lo stallo di parcheggio perenne da piazza Cahen al Teatro Mancinelli da parte dei residenti. Emerge poi l’esigenza di un ampliamento dei servizi dei parcheggi insilati, la riorganizzazione dei collegamenti tramite navette e la valorizzazione del mercato territoriale.


Questa notizia è correlata a:

Nuova viabilità, l’amministrazione frena sulle modifiche

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 ottobre