cronaca

SP 54 Fondovalle. La segnalazione di un lettore sul funzionamento del semaforo

mercoledì 22 aprile 2015
SP 54 Fondovalle. La segnalazione di un lettore sul funzionamento del semaforo

Sulla strada di fondovalle tra Fabro scalo e Chiusi è stato fatto un lavoro impegnativo (come risorse finanziarie e come lavori, durati diversi mesi) per installare un semaforo per agevolare il transito verso S. Maria. Tutto bene, se non fosse che (a parte il disagio per i lavori) il semaforo costato diverse decine di migliaia di euro (per la terza corsia e per la pavimentazione) e predisposto con sensori per funzionare a chiamata, in realtà è stato programmato a tempo.

Questo significa che anche nelle ore senza traffico le macchine si devono fermare per nulla in quanto nessuna macchina deve transitare per o da S. Maria. Ovviamente molte macchine passano col rosso in una situazione di completo deserto. Anche nelle ore in cui la gente ha fretta per andare al lavoro si possono trovare file di macchine ferme inutilmente per lo stesso motivo.

Si arriva al paradosso che il traffico viene liberato sulla strada principale proprio quando arriva una macchina (a volte lo scuolabus) che dovrebbe immettersi sulla strada secondaria per S. Maria. Io da cittadino ingenuo avevo pensato che l'Ente pubblico (Provincia) dovesse lavorare per agevolare gli utenti e non render loro la vita più difficile. Non si capisce il motivo (se non la stupidità della burocrazia) per cui un semaforo predisposto che la chiamata (pagato con i nostri soldi) venga fatto funzionare a tempo con i disagi descritti sopra.

Ultima chicca... la pavimentazione in quel punto costata credo più di 250.000 euro una settimana dopo l'apertura presentava già due grossi avvallamenti a cui è stato apposto un cartello per far rallentare le macchine.

Commenta su Facebook