cronaca

Intercity 581, l'Autorità di Regolazione dei Trasporti si attiva verso Rfi e Trenitalia

giovedì 26 marzo 2015
Intercity 581, l'Autorità di Regolazione dei Trasporti si attiva verso Rfi e Trenitalia

Dopo la mancata fermata dell'IC 581 che ha lasciato a piedi circa 500 pendolari diretti a Roma, l'Autorità di Regolazione dei Trasporti si è attivata verso RFI e Trenitalia in relazione ai disservizi. Regolamento (CE) 1371/2007 alla mano ha chiesto, infatti, di produrre “entro due settimane” ai sensi di tale regolamento “ogni informazione utile – corredata dalla relativa documentazione – in merito ai fatti verificatisi” ciò al fine di disporre dei necessari elementi conoscitivi. E rammenta che “in mancanza di tali informazioni, l’Autorità potrà valutare la condotta delle imprese interessate ai sensi della legge 214/2011”.

Oltre al Comitato Pendolari Roma-Firenze, nei giorni scorsi anche il sindaco Giuseppe Germani aveva sollecitato l’attenzione dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti, del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, di RFI – Rete Ferroviaria Italiana e di Trenitalia sulla circostanza verificatasi dopo un precedente episodio avvenuto il 24 giugno scorso.  Nelle segnalazioni che avevano raggiunto i vertici degli organismi del sistema trasporti, era stata stigmatizzata la mancanza di adeguate e tempestive informazioni ai passeggeri relativamente alla soppressione della fermata del treno IC 581 ad Orvieto e la mancata inclusione dello stesso nell’elenco dei treni ammessi alla conciliazione.

 

Commenta su Facebook