cronaca

Imu agricola, ecco l'elenco dei comuni orvietani che non pagheranno la tassa

sabato 24 gennaio 2015
Imu agricola, ecco l'elenco dei comuni orvietani che non pagheranno la tassa

“Il decreto legge con cui il Governo ha ridefinito i parametri precedentemente fissati per l’Imu agricola rappresenta un importante risultato per l’Umbria, cancellando un provvedimento iniquo e sbagliato. È frutto anche della forte mobilitazione delle istituzioni regionali e locali e del mondo agricolo”. A sottolinearlo è l’assessore alle Politiche agricole della Regione Umbria, Fernanda Cecchini.

“Con la reintroduzione dei parametri di montanità dell’Istat – spiega l’assessore – saranno esenti dall’Imu agricola i 69 comuni montani dell’Umbria, oltre i due terzi del totale, e nei 22 comuni parzialmente montani verranno esentati tutti i terreni di proprietà o in affitto a imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti. Un bel passo in avanti rispetto alla situazione che altrimenti avrebbero determinato le precedenti disposizioni, poiché coltivatori diretti ed imprenditori agricoli professionali di 18 comuni, la cui sede è al di sotto dei 280 metri, avrebbero perso totalmente l’esenzione ed addirittura in 85 sui 92 dell’Umbria, i terreni agricoli, non di proprietà di coltivatori ed imprenditori agricoli, sarebbero stati gravati dall’imposta”.

“Contro il decreto del Ministero delle Finanze, ora superato dal decreto approvato ieri – ricorda l’assessore – si sono strenuamente battuti i Comuni, su forte spinta dell’Anci Umbria, e le Regioni. Io stessa ho sottoposto la questione in sede di Commissione Agricoltura della Conferenza delle Regioni e al ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina. Una battaglia in difesa dei nostri agricoltori e dell’agricoltura, che svolge un ruolo fondamentale soprattutto nelle aree svantaggiate, che ha visto in prima linea anche i parlamentari umbri”.

“Le ragioni dei territori e del mondo agricolo – prosegue – sono state accolte. Apprezziamo l’operato del ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, che ha mantenuto fede agli impegni presi, e lo sforzo compiuto dal Governo che ha quantomeno ridimensionato il problema. Ora auspichiamo un passo ulteriore – conclude l’assessore Cecchini -, affinché in futuro vengano individuati altri canali per reperire risorse piuttosto che ricorrere all’aumento della pressione fiscale sui terreni agricoli. Allo stesso tempo, auspichiamo che il Governo abbia trovato le necessarie compensazioni ai ridotti introiti derivanti dall’Imu agricola, in modo che non ci siano ricadute negative sui bilanci comunali”.

Elenco dei 69 comuni “montani” umbri esenti dal pagamento: Provincia di Perugia: Assisi, Campello sul Clitunno, Cascia, Cerreto di Spoleto, Citerna, Città della Pieve, Città di Castello, Corciano, Costacciaro, Foligno, Fossato di Vico, Fratta Todina, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo, Gualdo Tadino, Gubbio, Lisciano Niccone, Magione, Massa Martana, Monte Castello di Vibio, Monteleone di Spoleto, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Nocera Umbra, Norcia, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Pietralunga, Poggiodomo, Preci, San Giustino, Sant’Anatolia di Narco, Scheggia e Pascelupo, Scheggino, Sellano, Sigillo, Spello, Todi, Tuoro sul Trasimeno, Umbertide, Valfabbrica, Vallo di Nera, Valtopina. Provincia di Terni: Acquasparta, Allerona, Arrone, Attigliano, Calvi dell’Umbria, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ferentillo, Ficulle, Giove, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Montefranco, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Otricoli, Parrano, Penna in Teverina, Polino, Porano, San Gemini, San Venanzo, Stroncone, Avigliano Umbro.

Elenco dei 22 comuni “parzialmente montani”. Provincia di Perugia: Bettona, Bevagna, Cannara, Castel Ritaldi, Castiglione del Lago, Collazzone, Deruta, Marsciano, Montefalco, Paciano, Perugia, Spoleto, Torgiano, Trevi. Provincia di Terni: Alviano, Amelia, Baschi, Guardea, Montecchio, Narni, Orvieto, Terni.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 febbraio

Le Velette e Il Botto, nuova escursione ed assemblea dei soci per il CAI di Orvieto

Italia Nostra solleva il caso sul rifacimento delle facciate in piazza Duomo

Nella Cripta del Santo Sepolcro. Dall'articolo su "MedioEvo" alle riflessioni in biblioteca

"Scoperte di Gusto", il calendario della seconda edizione

"Incredibili Ars e Arpat, sulla geotermia tirano dritti come nulla fosse"

Rubinetti a secco a Ciconia, sospensione dell'erogazione idrica dalle 22 alle 7

Corso di distillazione delle piante aromatiche ed officinali. Teoria e pratica a Villa Paolina

Collina e sole

L'opposta Elisa Mezzasoma felice per il primo posto della Zambelli Orvieto

Al Teatro Boni Seven Cults porta in scena "Maria Stuarda. Le donne e il potere"

"La Gazza Ladra" di Rossini apre il ciclo di ascolti "Nonsololirica in Sala Eufonica"

Il reparto manutenzioni del Comune si rafforza, in arrivo più mezzi e personale

Karate, 576 atleti in gara a Orvieto. Qualificazioni provinciali del Comitato FIK Viterbo

Nasce il "Circolo Arci Bene Comune Porano". Festa del tesseramento in Via Petrarca

Presentazione bandi regionali per le aziende. Incontro pubblico per micro, piccole e medie imprese

Il Cannara alza la voce, l'Orvietana fuori dalla Coppa

58° Charter Night del Lions Club di Orvieto, nuovi soci e rinnovati impegni

Corteo, la proposta di Ettore della Casa: "Rifare lo Statuto e abolire il collegio dei Decani"

Doppio gioco

A scuola con il tablet. Beneficiano dei vantaggi gli alunni della Primaria e Secondaria di primo grado

Giallo di San Valentino. Indagini non escludono nessuna pista: disposta autopsia sulla 17enne

Sull'Alfina ritorna il sorriso per il Castel Giorgio Volley

Presente e futuro dell'ospedale di Acquapendente a 15 mesi dalla riapertura