cronaca

Rometti sul nuovo orario ferroviario: "Servizi invariati, nonostante meno risorse"

venerdì 12 dicembre 2014
Rometti sul nuovo orario ferroviario: "Servizi invariati, nonostante meno risorse"

Presentando alle associazioni dei consumatori e degli utenti i nuovi orari ferroviari di Trenitalia e di Umbria Mobilità Esercizio che, come annunciato, entreranno in vigore da domenica 14 dicembre  l’assessore regionale ai trasporti Silvano Rometti ha annunciato che rispetto allo scorso anno rimangono invariati sia i servizi svolti da Trenitalia per i treni IC e Frecciabianca nazionali, che collegano l’Umbria con Roma, Ancona, Firenze e Milano, sia i volumi di traffico ed i corrispondenti orari di partenza e arrivo dei treni regionali verso il Lazio, le Marche e la Toscana, ricompresi nel Contratto di servizio. Inoltre tutti i collegamenti diretti tra l’Umbria e la Capitale continueranno a percorrere la linea direttissima Orte-Roma, con stazione prevalente Roma Termini.

“Anche i servizi ferroviari di Umbria Mobilità Esercizio sono tutti confermati – ha detto Rometti - ad eccezione di alcuni convogli in transito a Ponte San Giovanni, dove sono in corso i lavori di ammodernamento della stazione”. Nel fare il quadro della situazione complessiva legata al trasporto ferroviario, l'assessore regionale ha poi sottolineato che sono in corso di revisione i Contratti di Servizio di entrambi i vettori, che saranno quanto prima partecipati alle Associazioni dei consumatori e degli utenti allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini e di garantire la qualità, universalità e economicità delle prestazioni e dei servizi offerti.

Da qui la particolare attenzione che l’assessorato sta ponendo anche alla stesura delle Carte della qualità dei servizi di entrambe le imprese ferroviarie, “che sono per Rometti - uno snodo cruciale per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati. In questi anni – ha proseguito - i servizi offerti da Trenitalia sono stati complessivamente migliorati per quanto riguarda la puntualità dei treni e la pulizia delle carrozze, grazie all’attivazione del servizio di pulizia a bordo durante il funzionamento dei convogli. Inoltre per garantire il mantenimento dei servizi di Trenitalia sulla direttissima Orte - Roma è in fase di studio un Accordo Quadro con Rete Ferroviaria Italiana, da concludere parallelamente al rinnovo del Contratto di servizio”. Per Umbria Mobilità Esercizio l’auspicio espresso dall’assessore è che “la società aumenti la capacità di gestione del materiale rotabile, in tema di sicurezza, comfort e decoro, così da rendere più attraente per gli utenti il servizio offerto. E per raggiungere in tempi rapidi questo risultato – ha annunciato - la Regione ha già individuare risorse proprie da mettere in campo”.

Relativamente al problema delle risorse per il trasporto pubblico regionale e locale, fortemente ridotte in questi ultimi anni, Rometti ha evidenziato che si tratta di una questione su cui tutti i soggetti coinvolti debbono fare la propria parte, dalle Istituzioni titolari dei trasporti pubblici locali, alle Associazioni dei consumatori e degli utenti, alle Imprese di trasporto, fino ai pendolari e cittadini. Si è consapevoli – ha aggiunto l’Assessore – della fragilità della infrastruttura ferroviaria, gestita sia da RFI che da Umbria TPL e Mobilità, sebbene su questo fronte ci sia ancora molto da fare, in questi ultimi anni, nonostante un quadro economico decisamente difficile, sono stati fatti passi avanti in termini di investimenti”.

Illustrando poi l’iter del nuovo Piano Regionale dei Trasporti, l’assessore ha detto che il documento ha superato la fase di preadozione e nelle prossime settimane sarà nuovamente portato alla partecipazione. “Si tratta di un ulteriore passaggio concertativo finalizzato a migliorane ancora contenuti e obiettivi che devono, comunque, essere realizzabili nel breve periodo. Il Piano dovrà essere espressione delle azioni necessarie a migliorare l’offerta ferroviaria in Umbria nell’ambito di un più vasto perimetro che deve includere anche i servizi su gomma tradizionali e i servizi non tradizionali, come l’utilizzo di auto pubbliche condivise (carsharing)o auto di gruppo private (Carpooling), autoveicoli elettrici, biciclette condivise pubbliche e la mobilità alternativa, sostitutiva di altri servizi offerti”.

Sciopero Fs. Astensione dal lavoro dalle 9 alle 16

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 ottobre