cronaca

Orvieto finisce sul Corriere della Sera: "Le piazze più belle d'Italia piene di auto e di bancarelle"

martedì 19 agosto 2014
Orvieto finisce sul Corriere della Sera: "Le piazze più belle d'Italia piene di auto e di bancarelle"

Aveva postato una foto su twitter con le auto parcheggiate in piazza Duomo. Una foto che aveva fatto il giro del mondo e suscitato centinaia di polemiche. Ora, Maria Laura Rodotà, giornalista del Corriere della Sera ha messo nero su bianco la sua protesta dedicando alla vicenda orvietana un articolo nella sua rubrica "Preferirei di no".

Il titolo dell'articolo, che segue questa breve introdizione, è decisamente eloquente: "Le piazze più belle d'Italia piene di auto e di bancarelle". Come si dirrebbe a Orvieto: ci siamo fatti riconoscere anche oltre i confini regionali.

Le piazze più belle d'Italia piene di auto e di bancarelle

di Maria Laura Rodotà - Corriere della Sera

Ho visto cose che voi italiani immaginate perfettamente. Ho fatto una deviazione di 200 chilometri tra andata e ritorno per rivedere la piazza del Popolo ad Ascoli Piceno, una delle più belle del pianeta, e trovarla completamente riempita dagli stand di una fiera di dubbio antiquariato . Ho portato trepidante ospiti e bambini a Vigevano, per mostrargli la meraviglia della piazza leonardesca, ed era invisibile causa mercatino tirolese. Ogni estate e in ogni periodo dell’anno vado in piazza del Duomo a Orvieto (è un grande privilegio, poterci andare ogni due per tre), e inciampo, a seconda del momento in: (a) improbabili fiere del cioccolato con bancarelle giganti sotto tensostrutture che anche il clan Savastano di Gomorra troverebbe di cattivo gusto, e/o (b) ostensione di magliette di Totti e altri fuori da un negozio che guarda il lato bicolore della chiesa, e/o (c) sbraco diagonale di pulmini degli alberghi; e sempre, ormai, (d) parcheggio abusivo tollerato (l’espressione è realtà e metafora della condizione italiana) nella stupenda area pedonale. Duomo a destra, colline infinite davanti. Hanno iniziato ristoratori e commercianti; ora lo fanno anche i tedeschi, e gli olandesi, a guardare le targhe di questi giorni. E’ più o meno come vedere una persona bellissima piena di macchie di ketchup in faccia. E’ più grave, il ketchup si toglie, le cattive abitudini sono contagiose; ci fanno ammalare, ci imbruttiscono, ci impoveriscono. Anche i tedeschi, dopo essersi goduti il parcheggio alla Savastano, forse decideranno di non tornare più a Orvieto perché “è tenuta male” (come altro, ci sono infinite denunce di degrado sui social network, chissà se porteranno a qualcosa; Le foto del parcheggio brutale sotto il Duomo sono sull’account Twitter della vostra cronista, comunque).

Pubblicato da operaio il 20 agosto 2014 alle ore 08:10
grazie dott.ssa Rodotà, speriamo che la sua denuncia serva a qualcosa.....togliamo i mezzi pubblici dalle piazze e dalle strade per far posto alle autovetture private,cose da pazzi
Pubblicato da MONDEGO il 20 agosto 2014 alle ore 10:58
Peccato, se fosse andata anche alla sagra del gelato a Orvieto avrebbe visto anche le magliette firmate Mogol... e non solo quelle di Totti.
Pubblicato da Carlo il 20 agosto 2014 alle ore 11:10
Signore, fa che la Rodotà non scriva mai bene di me l'ultima volta che ha osannato la gelateria del Duomo ha cambiato gestione dopo 3 mesi!
Pubblicato da Massimo Luciani il 20 agosto 2014 alle ore 12:28
Sono anni che denunciamo questi fatti, nessun amministratore ancora è riuscito a risolvere qualcosa. E' gravissimo il parcheggio abusivo, ma è altrettanto grave il transito delle automobili in Piazza Duomo, normalmente densa di turisti. Grave è anche la gestione delle altre piazze storiche della città, come Piazza della Repubblica che dovrebbe rappresentare il centro e fulcro politico-culturale della città e dove bisognerebbe estendere quanto meno la ZTL, anche lungo le principali vie di collegamento come Via Loggia dei Mercanti, Via Filippeschi, Via della Cava, anch'esse intasate dalle automobili. Non parliamo poi di Piazza del Popolo, ostaggio esclusivo delle auto, che andrebbe completamente ripensata in funzione turistico culturale. Il tema di fondo rimane comunque quello della mobilità alternativa: fino a che si permetterà a tutti e tutto di penetrare nei punti più sensibili della Rupe, sarà difficile risolvere il problema.
Pubblicato da Paolo il 21 agosto 2014 alle ore 09:17
ma l'avete vista ieri sera Piazza del Duomo? auto ovunque. Sembrava che il Duomo desse fastidio e non permettesse di parcheggiare liberamentte. Vigili inesistenti. Sono passati i carabinieri e ridevano. Mah!
Pubblicato da Fausto il 21 agosto 2014 alle ore 12:30
Da cittadino orvietano (e orvietano di nascita e di generazione) non trovo nulla di sconveniente se in Piazza del Duomo parcheggia qualche macchina, e sottolineo "qualche". Quando le auto sono tante, ciò avviene in occasione di funerali o di matrimoni ed a seguito di regolari permessi concessi dal Comune. Vietare del tutto il transito veicolare mi sembra la solita ridicola ipotesi propria di un "ambientalismo radical-chic" che ha già fatto tanti danni nel nostro Paese (basti pensare a quanti investimenti infrastrutturali sono stati bloccati per anni da questi ambientalisti da salotto, con conseguenti danni economici e occupazionali). I residenti del centro storico sono già stati anche troppo penalizzati dalle scelte sciagurate delle amministrazioni di sinistra; sarebbe ora di finirla con queste richieste idiote che, tra l'altro, vengono avanzate da persone non orvietane, che pretendono di condizionare, dai loro "pulpiti" più o meno privilegiati, la vita di una comunità a loro estranea! Il nostro meraviglioso Duomo è del tutto fruibile dai turisti (e da altri ospiti molto meno graditi) anche se in piazza parcheggia qualche auto o se in qualche negozio vendono "paccottiglia".
Pubblicato da Massimo Luciani il 21 agosto 2014 alle ore 14:16
Sig. Fausto, vada a farsi un giro in Piazza del Campo a Siena o in Piazza IV Novembre a Perugia o in Piazza del Duomo a Firenze o se preferisce alla Basilica di San Francesco ad Assisi, non deve fare nemmeno tanta strada.
Esca ogni tanto dalla "Sua" Orvieto, provi a guardare oltre la Rupe e se le è possibile si aggiorni e provi ad aprire la sue vedute, altro che radical chic e ambientalisti da salotto...
Pubblicato da barbara il 21 agosto 2014 alle ore 14:25
Parcheggiare in piazza Duomo è vietato, ma i vigili non fanno servizio la sera dopo cena e pertanto non possono elevare contravvenzioni. Comprendo la "stranezza" di circolare con le auto in piazza Duomo, ma esiste un varco che da mesi non si capisce se funziona, l'orologio elettronico non segna l'ora e talvolta viene posizionata una transenna che consente di raggiungere gli alberghi. ... (sarebbe piu' semplice che gli albergatori a chi effettivamente ha alloggiato, nella loro struttura, comunichino la targa del loro ospite e i vigili urbani non gli fanno la contravvenzione) se poi fosse già cosi, a cosa serve quella transenna? posta nei giorni festivi indipendentemente dal "colore" del semaforo che è quasi sempre spento.
gli automobilisti sicuramente sbagliano a parcheggiare la sera ma le istituzioni????? che fanno????
Pubblicato da Fausto il 21 agosto 2014 alle ore 18:28
Torno a ripetere che i residenti del centro storico sono stufi delle scelte penalizzanti operate da certi amministratori che hanno completamente privato la rupe di strutture ed uffici economicamente rilevanti a favore di frazioni a loro politicamente più vicine (stazione, Sferracavallo, Ciconia). Mi risulta, inoltre, che quest'anno i dati sulle presenze turistiche ad Orvieto fanno registrare un aumento, in controtendenza rispetto al resto della Regione. Invece di ipotizzare ulteriori restrizioni alla circolazione all'interno del centro storico, che sono, come già detto, penalizzanti nei confronti soprattutto dei residenti, perché certi personaggi non volgono la loro attenzione, ad esempio, alla pulizia delle strade cittadine (molto più determinante e dirimente nei confronti dell'andamento turistico)? La presenza di qualche auto in Piazza del Duomo certamente non ostacola il turismo, ma lo slalom nelle nostre strade per evitare "cacche" di cani e di piccioni, questa sì che è fonte di critiche negative e può diminuire notevolmente le presenze di turisti nella nostra città. Eppure esiste un regolamento di polizia municipale che prevede l'obbligo per i proprietari di cani di dotarsi di paletta e contenitore ed i vigili urbani possono sanzionare chi viene trovato sprovvisto di essi dietro un semplice controllo. Perché questi solerti paladini della difesa dell'ambiente non si fanno promotori di iniziative che costringano i vigili urbani ad operare questi controlli?
Pubblicato da carson il 22 agosto 2014 alle ore 12:39
X Fausto, non sò se lei si è accorto, ma il mondo stà andando avanti. La completa pedonalizzazione del centro storico non solo è inevitabile e necessaria, ma mi auguro per il bene della città e dunque sopratutto dei suoi abitanti, che avvenga al più presto. Cosi come mi sembra giusto che si inizi dalle piazze di maggior pregio e certamente piazza Duomo è quella da salvaguardare in primis, ma per quanto mi riguarda ci comprenderei anche piazza del Popolo. Se poi lei dovesse uscirne penalizzato perche deve percorrere 100 metri a piedi, ce ne faremo una ragione e sarà bene che se la faccia anche lei.
Pubblicato da Marta il 22 agosto 2014 alle ore 12:54
Da orvietana di nascita e di generazione, così come si è appellato il sig. Fausto, e da residente in Orvieto centro storico, trovo assai sconveniente vedere macchine parcheggiate in Piazza del Duomo, così come in Largo Mazzini e altrove. Lo trovo vergognoso e incivile, così come la sporcizia ed il degrado imperanti sulla Rupe e sotto. Ho personalmente segnalato ai vigili gli abusi di cui sopra (sono venuti una volta e non sono più tornati, non so perché) e sostenuto le iniziative di pulizia ad Orvieto e nel territorio delle associazioni di cui faccio parte: mi sono rimboccata le maniche ed insieme ad altri ho raccolto i rifiuti di gente evidentemente maleducata e incivile. Abbiamo esposto piccoli cartelli in cui si invitavano i vari cittadini e raccogliere le feci dei loro cani in Largo Mazzini ad esempio. Personalmente non ho un posto macchina comprato per la mia 'scassonata' auto perché non ne ho possibilità (vivere ad Orvieto non deve diventare una tassa) e mi trovo spesso a dover girare e girare per trovare un posto nelle stanze assegnate ai residenti, spesso occupate da non residenti: non per questo però credo sia giusto parcheggiare in Piazza Duomo. Colgo l'occasione per invitare tutti a segnalare gli abusi che si verificano in città e per invitare chiunque voglia a partecipare alle prossime iniziative di pulizia in città e fuori, spesso promosse da più di un'associazione, che per fortuna ancora sono attive nell'orvietano.
Pubblicato da lapo il 28 agosto 2014 alle ore 19:50
Buffo vedere come alcuni personaggi della destra orvietana, tra i quali il sig. Fausto, siano stati colti da improvvisa quanto epidemica amnesia: non si ricordano, o forse non vogliono ricordarsi, che negli ultimi cinque anni Orvieto è stata amministrata da un sindaco di destra, peraltro aiutato da un paio di transfughi di dubbia origine politica che gli sono corsi in aiuto, che oltre alle chiacchiere (vi ricordate il famoso accordo con Roma? Qualcuno ne ha notizia?) e a qualche suonata di pianoforte, niente ha fatto per la città, che infatti è sprofondata ancor più nel degrado. Detto questo, non si può non chiedersi come una città di 20.000 abitanti non abbia uno straccio di pattuglia di vigili in servizio notturno. Questo è il vero scandalo. Ma forse ai nostri vigili la notte piace passarla a letto...

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 novembre

Parcheggi gratis nel periodo natalizio, la mozione della minoranza va in discussione a fine mese

Orvieto riceve al Parlamento Europeo di Bruxelles il riconoscimento internazionale di "Comune Europeo dello Sport 2017"

Eventi natalizi dedicati a popolazioni colpite da sisma

Sisma in Umbria, riunito il Comitato strategico per rilancio del turismo

Sempre bandiera rossa

Riforme ed assetto dirigenti regionali, in arrivo il disegno di legge

Attenti a quei due, Barili e Abbate presentano "Antologica" al Teatro dei Calanchi

Sogni sul lago

Pd: "Serenità nell'attesa dell'esito delle indagini. Inopportune e incoerenti le opposizioni"

Villa Paolina

Consiglio provinciale, nel 2017 si va a nuove elezioni

San Venanzo aderisce alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Al Mancinelli "Non ho peccato abbastanza". Il teatro denuncia la violenza

In morte di un amico

Dalla giunta regionale un milione e settecentomila euro per gli asili nido

Un torrone natalizio per aiutare i terremotati della zona di Norcia

"Crash Scene. Indicazioni Salva Vita", nell'ambito della Campagna ACI "Strade Sicure 2016"

L'Arma celebra Virgo Fidelis. "Date speranza a chi l'ha perduta"

Uno zar alla corte del re tartufo. A Ivan Zaytsev il Vanghetto d'Oro 2016

Si dimette l'assessore Martino. Entro 48 ore, nuovo ingresso in giunta

La pallacanestro orvietana compie 70 anni. In corso i preparativi per le celebrazioni

Liberati (M5S): "Quinto giorno di assordante silenzio da Catiuscia Marini"

"Lo scrittore non ha fame", il nuovo coinvolgente romanzo di Maria Letizia Putti

"Lo Yoga di Yogananda". Presentazione del libro e workshop esperienziale

Dopo il terremoto, controlli nelle scuole. "Alla Barzini, le problematiche non sono riconducibili al sisma"

Fonti del Tione, risolti i problemi con la sostituzione dei filtri

Sì al pre-dissesto in Provincia, nonostante il parere negativo dei Revisori dei Conti

Servizio tributi, prelievo di 44 mila euro. In consiglio, letta la nota della Fondazione Cro

Ztl, segnaletica stradale e manutenzione. Sollecitazioni bipartisan in consiglio

PalaCongressi, a gennaio 2017 la pubblicazione del bando europeo

Un fiore per Bianca

Frana di Sugano, si attende il secondo finanziamento per terminare la messa in sicurezza

Piene del Paglia e gestione dell'emergenza, l'amministrazione prova a fare chiarezza

Torquati e Balestra, chi sfiora il ridicolo?

Le mille voci di Antonio Mezzancella animano il pomeriggio a "Porta d'Orvieto"

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, i supermercati dell'Orvietano coinvolti

Istituto di beneficenza "Piccolomini Febei", nel cda entra Piergiorgio Pizzo

La riqualificazione del centro storico passa per la rimozione dei pali, sì unanime del consiglio

Incidenza tumorale a Bagni, botta e risposta in consiglio

"Trattenere dal contributo italiano al bilancio Ue le risorse per la ricostruzione post-terremoto"

Impiantistica sportiva di Ciconia nel degrado, la vicesindaco ridimensiona

Aree Interne, ok alla bozza di strategia. Respinta la risoluzione sulla MedioEtruria

Meteo

mercoledì 22 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 11.2ºC 98% discreta direzione vento
giovedì 23 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.8ºC 94% foschia direzione vento
15:00 13.3ºC 72% buona direzione vento
21:00 10.4ºC 95% buona direzione vento
venerdì 24 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.2ºC 82% buona direzione vento
15:00 14.5ºC 70% buona direzione vento
21:00 10.1ºC 98% buona direzione vento
sabato 25 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.4ºC 98% buona direzione vento
15:00 14.1ºC 82% buona direzione vento
21:00 12.0ºC 97% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni