cronaca

Lite tra i comitati dei Pendolari, è scontro sulla soppressione della fermata di Orte

lunedì 21 luglio 2014
Lite tra i comitati dei Pendolari, è scontro sulla soppressione della fermata di Orte

Va a finire in lite la discussione tra i comitati Pendolari della tratta Roma – Firenze dopo la decisione presa dalla Regione Umbria di eliminare la fermata di Orte per i treni RV2481 e RV2488. La cosa inizialmente non è piaciuta al Comitato Pendolari di Orte che immediatamente ha scritto una lettera al Ministro Lupi per esporre le proprie perplessità sulla scelta operata dalla Regione Umbria.

“L’eliminazione delle fermate (badi bene delle fermate non dei treni che continueranno a transitare) – avevano sottolineato i pendolari Ortani - creerà una marea di problemi ai pendolari che da Orte prendono il treno per andare a Roma per motivi di lavoro o studio. I treni soppressi si trovano in orari di punta (alle 8 al mattino e alle 18 al ritorno) e si genererà un sovraffollamento all’inverosimile sui treni immediatamente precedenti e successivi agli stessi. Questo in barba alle normative di sicurezza emanate dalla Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria ma anche al buon senso e all’ottimizzazione dei costi, perché centinaia di pendolari fermi in banchina vedranno sfilarsi davanti treni semivuoti.Si dice che le leggi sul federalismo consentano alla Regione Umbria di prendere tali decisioni, sembra infatti che il treno sia “umbro” perché lo paga l’Umbria”.
 
“Ci chiediamo Ministro – continuano da Orte - , non si può contattare l’assessore umbro competente (Silvano Rometti) per dirgli che si sta sbagliando? Come può la decisione di una singola persona rendere invivibile la vita di migliaia di famiglie? Ministro a Orte salgono centinaia di pendolari umbri che trovano più comodo venire a prendere il treno nella nostra stazione. I comuni di Amelia e Giove, entrambi in Umbria, hanno approvato deliberazioni a sostegno della nostra causa e contro la decisione di Rometti. Ministro quei treni fermano a Orte da 30 anni, quando ancora forse nemmeno le Regioni esistevano. Le chiediamo, ma come è possibile by-passare un crocevia importante come Orte? Ministro a Orte state per far costruire una seconda autostrada. Per favore, difendete il nostro territorio da questi attacchi vili! Orte non può solo subire il passaggio delle auto e dei treni, a Orte quei treni devono continuare a fermare! Ministro il ripristino di queste fermate non costa nulla a nessuno e farà felici migliaia di persone. Per favore Le chiediamo di intervenire prestissimo con la Regione Umbria (la soppressione è prevista dal 21 luglio) e convincerla che stanno facendo un’enorme stupidaggine!”.

La cosa, però, non ha fatto piacere all'altra parte dei pendolari, quelli che vivono nelle zone umbre e toscane, al punto che hanno prontamente replicato ai colleghi laziali. “Il Comitato Pendolari RomaFirenze, insieme al Comitato di Terni, il Comitato Bacino Gubbio, il Comitato FCU Alto Tevere – scrivono i pendolari umbro-toscani -, da anni ormai si battono, coordinati, sul tema del pendolarismo interregionale e dell'utilizzo della linea Direttissima da parte dei treni a media percorrenza, unitamente a tutti i problemi legati ai ritardi, al sovraffollamento, alla sporcizia e  ai tempi di percorrenza. Più in generale, fin dal 2004, ci siamo sempre impegnati e mobilitati per lavorare con le istituzioni locali e nazionali e in collaborazione con gli altri comitati pendolari della tratta Roma/Firenze, per promuovere soluzioni integrate per tutti i territori interessati. Non a caso il Comitato RomaFirenze scelse, all'epoca, questo nome, che identifica l'intera linea, e non le esigenze particolari di singole stazioni”.
 
“In questa direzione – continuano - siamo determinati a proseguire il nostro lavoro e a partecipare ai tavoli di discussione, sollecitando tutte le Regioni interessate (compresa la Regione Lazio che fino ad ora è mancata nella indispensabile cooperazione con le Regioni Umbria, Marche e Toscana) ed essendo aperti alla collaborazione con tutti gli altri comitati (compreso quello di Orte, di cui non eravamo neanche a conoscenza fino a cinque giorni fa e che, a nostra memoria, non ha mai partecipato a nessuna delle nostre comuni lotte)”.

“Questa collaborazione – mettono in chiaro gli altri comitati - si potrà svolgere tuttavia solo nell'ottica di una visione di sistema e di area vasta, come quella che ci ha sempre contraddistinto. Le modalità e la tipologia delle richieste avanzate dal Comitato di Orte, di cui la Regione Lazio ora si fa promotrice in una lettera all'assessore Rometti, ci appaiono fuori luogo e fuori tempo, soprattutto fortemente segnate da una visione federalista di basso profilo e di corto respiro, che non ci appartiene e che, anzi, peggiorerebbe il servizio per moltissimi pendolari”.

“In nessun caso – concludono da: Comitato RomaFirenze, Comitato di Terni, Comitato Bacino Gubbio, Comitato FCU Alto Tevere - potremmo mai sostenere tali soluzioni che, ad esempio, che per concedere una fermata in più a Orte, vadano a scapito degli utenti di tutte le altre stazioni della tratta. Sarebbe questo il caso del treno IC 598 per il quale viene chiesta la fermata aggiuntiva. Si tratta di un treno che viaggia già al suo massimo limite di capienza e soprattutto con tempi di percorrenza già critici; un treno per il quale i pendolari umbri e toscani pagano già l'oneroso supplemento della carta tuttotreno, oltre l'abbonamento ordinario; un treno che è di fatto l'unica soluzione di ritorno accettabile in quella fascia oraria per gli utenti delle stazioni di Orvieto, Chiusi, Terontola e Arezzo.  Né, tantomeno, potremmo sostenere la proposta dell’assessore del Lazio di far originare treni, a contratto di servizio dell’Umbria, a Roma Tiburtina. Già tempo fa ci siamo impegnati per scartare queste inaccettabile ipotesi e, se necessario, siamo pronti a farlo di nuovo”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

"Corri sulle strade dell'Ottobrata Orvietana", ai nastri di partenza la sesta edizione

Asia Argento e Filippo Dini al Mancinelli con "Rosalind Franklin. Il segreto della vita"

Giornata Mondiale della Poesia, presentato il libro "Dall'esperienza al racconto"

Casa di Riposo, indetta la gara per la gestione transitoria

"Medaglie al Merito" in Prefettura, tra gli insigniti c'è anche Pietro Federico

A Palazzo Simoncelli, l'omaggio a Leopardi di Diana Iaconetti e Nuccia Martire

Luca Fringuello e i Giovanissimi di Orvieto Fc: "Contento dei risultati fin qui ottenuti"

Unipoptus, ecco a chi andranno gli attestati di benemerenza 2017

Orvieto tra le 13 stazioni appaltanti per l'individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate

"L'Umbria si rimette in moto", Lugnano in Teverina consegna ulivi collezione mondiale

Al Palazzo del Gusto, mini-corso di caffetteria gratuito per gli imprenditori del territorio

Provincia, assemblea Upi Umbria e mobilitazione per fondi scuole

Al Teatro Boni cala il sipario su una stagione da applausi. Nardi: "Puntiamo sulla qualità"

Sabbia d'estate

Riduzione del rischio da catastrofi, gli impegni del Comitato delle Regioni d'Europa

Impatto ambientale, Università della Tuscia e Comune sottoscrivono la convenzione

Mezzo secolo di storia, l'Avis cresce e si prepara ai festeggiamenti

"Shiatsu&Alzheimer": attraverso il corpo una via per entrare in relazione

L'Alto Orvietano "In marcia per le donne" verso la Panchina Rossa

A Todi, sarà aperto per la prima volta al pubblico Palazzo Atti-Pensi

Karate, gli atleti della Scuola Keikenkai in Marocco per l'Open di Tangeri Wkf

Il X Congresso della Fnp Cisl Umbria conferma Giorgio Menghini alla guida dei pensionati

La Sagra della Primavera all'Hosteria di Villalba. Sabato 25 marzo, da mattina a sera

Disciplina della viabilità, ecco cosa cambia

Ippolito Scalza, un orvietano nel solco di Michelangelo

Fate morire in voi gli atteggiamenti

Il giardino delle ortensie

Operaio non pagato, si barrica sul tetto di un'abitazione in costruzione

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte