cronaca

Evasione fiscale, impresa di costruzioni dell'Orvietano nei guai

martedì 14 gennaio 2014
Evasione fiscale, impresa di costruzioni dell'Orvietano nei guai

Un nuovo caso di evasione fiscale è stato scoperto dai finanzieri della Tenenza di Orvieto, che hanno smascherato le malefatte di una società operante nel settore edile: nel giro di 2 anni circa, ha omesso di dichiarare al fisco quasi 600.000 euro di ricavi evadendo un'IVA dovuta per oltre 100.000 euro di I.V.A..

A rilevare l'ingente evasione il meticoloso esame degli accertamenti bancari tramite i quali i Finanzieri della Tenenza di Orvieto hanno posto sotto la lente d'ingrandimento le numerosissime movimentazioni di versamenti e prelevamenti effettuati da B.A. di anni 36, titolare della società orvietana. L'esame della documentazione finanziaria, in particolare è risultato particolarmente complesso per l'ingente numero dei rapporti finanziari intestati non solo alla società ed ai suoi soci, ma anche a soggetti diversi che, a vario titolo, avevano intrattenuto rapporti per conto della verificata.

Un lavoro meticoloso che ha permesso di appurare come l'impresa in questione, attraverso l'ausilio di un "parente stretto" non rientrante nella compagine sociale, riusciva a "ripulire" ingenti somme di denaro contante derivanti da ricavi "in nero". Somme che venivano poi corrisposte periodicamente ai 2 soci di maggioranza della società mediante l'emissione di assegni circolari che poi confluivano come finanziamento infruttifero nelle casse della società quale apporto di capitale effettuato dagli stessi soci.

In pratica un'operazione di autofinanziamento della società, effettuato dai soci di maggioranza senza, peraltro, andare ad intaccare in alcun modo il patrimonio personale degli stessi.

Il sistema è stato smascherato dai militari grazie a complesse indagini finanziarie, ma anche, ovviamente, tramite uno scrupoloso esame della copiosa documentazione contabile ed extra-contabile rinvenuta in fase di avvio dell'attività, quali appunti, note, mail, e agende varie.

L'esame combinato di tutti gli elementi ha consentito così di constatare rilevantissime movimentazioni finanziarie non supportate da idonea documentazione che ne giustificasse la riconducibilità ad operazioni contabili fiscalmente dichiarate, ricostruendo in tal modo, il reale volume di affari realizzato dalla società Orvietana negli ultimi anni e di quantificare una base imponibile sottratta a tassazione ai fini delle imposte dirette e dell'Irap, come detto, per un ammontare complessivo di circa 600.000 euro.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 ottobre

Poker dell'Orvietana sul campo del Lama

Blocco Studentesco, sit-in contro "l'ostruzionismo della dirigenza al liceo Gualterio"

Unitus, via al Master "Crisis" su investigazioni e sicurezza

Gitana

Orvieto FC: vincono le ragazze del calcio a 5, sconfitta la prima squadra

Gnagnarini: "Auspico che Palazzo dei Sette torni ad ospitare i sette saggi"

Parcheggi in Piazza Duomo negati alle famiglie dei cresimandi di Fabro. Olimpieri (IeT): "Perchè?"

Un'autoambulanza per i cittadini. "La Locomotiva" chiede il supporto delle associazioni

Donato un servizio di ceramiche all'istituto alberghiero di Amatrice

"Metti via quel cellulare", a casa Cazzullo un confronto tra generazioni

Tornano "I Giorni dell'Olio Nuovo". Anteprima, "I segreti dell'ulivo. Dalla coltivazione alla raccolta"

"Rifiuti tossici, le dichiarazioni del sindaco Germani non bastano"

Vetrya Orvieto Basket di autorità sull'Atomika

Tutti in piazza a San Vito per festeggiare le cento primavere di Cesarina

Rafael Varela realizza un quadro per i trenta anni dell'Associazione "Piero Taruffi"

Interregionale Gpg di Scherma ad Ariccia. Vince Rocchigiani, terze Tognarini e Urbani

Fine settimana a tutto rugby per l'Orvietana

A Foligno i pensionati della Cisl puntano sul territorio e sulla formazione

"Chi legge naviga meglio". Anche un omaggio ad Anna Marchesini per "Libriamoci"

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 17

Premio Vetrya per la migliore tesi di laurea sulle applicazioni di intelligenza artificiale nell'industria 4.0

Confagricoltura rinnova le cariche, Giuseppe Malvetani confermato presidente

Progetto EVA+, attivo il distributore di elettricità per la ricarica veloce dei veicoli

Le akebie di Bianca

Juniores regionale di calcio a 5, reso noto il calendario

Regione Toscana e 13 Comuni firmano il protocollo d'intesa per il rilancio dell'Amiata