cronaca

Corbara, frazione dimenticata dopo l'alluvione. Petizione dei cittadini che chiedono interventi urgenti

lunedì 10 dicembre 2012
Corbara, frazione dimenticata dopo l'alluvione. Petizione dei cittadini che chiedono interventi urgenti

I cittadini della frazione di Corbara hanno scritto, sottoscritto e inviato una petizione ai sindaci dei comuni di Orvieto e Baschi sul gravoso problema di viabilità a cui la zona sarebbe sottoposta a causa della chiusura della strada sotto la diga, chiusa per gravissimi danni causati dalle recenti aperture in occasioni dell'alluvione del novembre scorso.

"Noi cittadini di Corbara - afferma la petizione firmata da parecchi di loro - per l'ennesima volta siamo costretti a sollecitare le Amministrazioni Comunali di Orvieto e Baschi di intervenire immediatamente e con determinazione presso le autorità competenti, Provincia di Terni, Ente di Bacino, ecc. e la stessa EON proprietaria della diga e dell'invaso di Corbara, affinché venga in tempi rapidissimi ripristinata la viabilità sulla strada che passando sotto la diga collega la nostra località con la Todi-Baschi, l'Amerina ecc. gravemente danneggiata dalle ultime aperture della diga.

L'apertura del 15 novembre scorso, apertura eccezionale mai effettuata con tale portata dalla costruzione della diga, oltre a danneggiare la viabilità sottostante, ha creato danni ingentissimi alle sponde del fiume Tevere, con una erosione tale che, se non vengono effettuati interventi urgenti e adeguati, la stabilità del versante collinoso sui cui insiste l'abitato di Corbara potrà essere seriamente a rischio stabilità.

Visto che per i Corbaresi e tutto il comprensorio (Fossatello, Colonnetta, Baschi) e le attività produttive e commerciali del territorio la suddetta strada sotto la diga è di vitale importanza (il passaggio sopra la diga è e deve restare una soluzione limite per i periodi di apertura della diga anche per le limitazioni ai mezzi pesanti) quindi il protrarsi della chiusura ci danneggia in maniera consistente.

Siamo consapevoli - dicono i cittadini - dell'eccezionalità degli eventi, dei gravissimi danni e problemi a cui hanno dovuto dare priorità gli organi competenti ma visto che passati ormai 15 giorni nessun intervento è stato fatto, nessuna comunicazione è pervenuta ai cittadini, abbiamo preso l'iniziativa e cercato di farci sentire perché purtroppo come ormai accade sistematicamente da decenni Corbara è dimenticata e abbandonata a sé stessa con i problemi che non risolti diventano sempre più gravi."

Commenta su Facebook