cronaca

Quarantenne geometra orvietano si uccide impiccandosi nella sua casa di Orvieto

giovedì 22 marzo 2012
di M.R.

Quarant'anni anni, sposato, padre di due bambini molto piccoli, Rosario Acri, orvietano, si sarebbe ucciso, mercoledì 21 marzo, intorno all'ora di pranzo, impiccandosi nella sua casa di Orvieto.

Geometra impiegato presso l'ufficio tecnico del Comune di San Venanzo, l'uomo ha deciso di porre fine alla propria fine impiccandosi in un locale condominiale attiguo alla casa dove abitava nel centro storico di Orvieto. A trovarlo è stata la moglie.

Commenta su Facebook