cronaca

Iniziati i lavori di messa in sicurezza e restauro della copertura della chiesa di S. Rocco

giovedì 22 marzo 2012

Nel periodo compreso tra il 21 marzo e il 6 giugno 2012 saranno effettuati i lavori di messa in sicurezza e restauro del tetto della Chiesa di San Rocco in Piazza del Popolo, che rivestono carattere di urgenza e vengono eseguiti dalla Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali.

I lavori si sono resi necessari al fine di bonificare le superfici interne della chiesa dove insistono degli affreschi attribuiti a Cristofo Di Bartolomeo da Marsciano ed Eusebio Gaspari da Montefiascone, che saranno restaurati con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto.

In considerazione di ciò, ai fini del posizionamento dei ponteggi e dell'area di cantiere, su ordinanza del Dirigente del Settore Commercio e Vigilanza è stato disposto lo spostamento degli assegnatari di posteggio di due banchi di vendita che nelle giornate di giovedì e sabato sono ubicati nell'area compresa tra la Chiesa di San Rocco e l'uscita del Palazzo dei Sette, i quali vengono spostati nell'area antistante il Palazzo del Popolo.
__________________________

La Chiesa di San Rocco

"La chiesa di San Rocco che sorge di fronte al palazzo del Capitano del Popolo fu costruita per un'iniziativa civica sollecitata dalla grave epidemia di peste del 1523. In quell'anno si costituiva, infatti, una ‘società dei forestieri in onore di San Rocco', con lo scopo di edificare 'una cappella o una chiesa' dedicata a quel santo; e, nello stesso anno, otteneva dal Comune una porzione dell'area già sede della 'torre del Papa' e di altri immobili alquanto decadenti, ceduta definitivamente all'Ente nel 1515 da papa Leone X. Tra i soprastanti della Società dei Forestieri, figurava 'magister michael alias el verona', ovvero l'architetto Michele Sanmicheli (Verona, 1484-1559), presente ad Orvieto fin dal 1512 come capomastro dell'Opera del Duomo - incarico che mantenne fino al 1525. Sulla base dei documenti, a lui va riferito il progetto per la chiesa di San Rocco.
Riguardo ai numerosi e, purtroppo deterioratissimi, dipinti murali presenti nella chiesa, il Piccolomini attribuiva quelli dell'abside, senza distinguere tra quelli della calotta e quelli della parete sottostante, alla 'maniera di Sinibaldo Ibi'.

Dopo di lui, anche Perali riproponeva, per la zona superiore, quella generica attribuzione. Egli aveva però rintracciato per primo interessante documento d'archivio del 1527 relativo alla commissione delle ‘immagini della Vergine Maria e dei Santi Rocco, Sebastiano, Domenico e Michele Arcangelo ai lati' al pittore Cristofo Di Bartolomeo da Marsciano, e un altro atto del 1534 riferito a un contenzioso derivato dalla realizzazione di pitture ‘nell'altar maggiore di San Rocco' da parte del 'magister Eusebius Gasparis' da Montefiascone, i cui eredi reclamavano il pagamento dell'opera da parte della Confraternita committente.

Lo storico orvietano concludeva riassumendo che pertanto al maestro Eusebio dovevano essere attribuiti gli affreschi della parete absidale al di sotto del catino dove invece identificava l'opera di un seguace anonimo dell'Ibi; la prima commissione a favore del maestro Cristoforo di Marsciano non era probabilmente andata a buon fine.

Quanto alle vicende successive dell'edificio, nonostante i lavori di restauro affidati nel 1930 all'architetto tuderte Luigi Branzani (1876/1948), rimasero però irrisolti i gravi problemi di umidità e di infiltrazioni -registrati già nelle visite pastorali del sec.XVII- che aggredivano le zone addossate al retrostante palazzo dei Sette, già sede del Governatore, divenuto nell'Ottocento sede del Carcere e successivamente dell'Ufficio Postale. Questa situazione aveva da sempre minacciato gli affreschi absidali, con l'esito oggi gravemente evidente. Le stesse pitture furono ulteriormente danneggiate dopo la ristrutturazione del Branzani nel 1937 a causa di lavori all'interno degli uffici delle Poste, e furono all'epoca risarciti a cura della Soprintendenza.

La chiesa di San Rocco, infine, dopo aver assunto nel corso dell'Ottocento il ruolo di cappella dell'attiguo carcere -dalla visita pastorale del 1809 si apprende la presenza di grate che consentivano ai carcerati di assistere alla messa dall'interno della prigione, fu sempre più raramente officiata - tanto che il rito pubblico si era ridotto fin dal XVII secolo al giorno della festa del santo titolare, mentre era utilizzata soprattutto come sede della Confraternita. Fu chiusa nel 1984 per disposizione del vescovo. Dal 2002 è stata concessa in uso gratuito dalla parrocchia di Sant'Andrea che ne proprietaria al Comune di Orvieto che la utilizza come spazio espositivo".

(fonte: Alessandra Cannistrà curatore del Museo dell'Opera del Duomo su "Lettera Orvietana" 2006).

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 dicembre

"Far Web. Odio, bufale, bullismo. Il lato oscuro dei social" nel saggio di Matteo Grandi

Todi Magic Christmas. Tra luci e musica, il Natale dà spettacolo

Lectio Magistralis di Gianrico Carofiglio su "La Ribellione della Bellezza"

Taglio del nastro (arancione) a Palazzo dei Sette per la sede di Cittaslow International

Due incidenti stradali in due giorni

Ad "Arti e Mestieri Expo" vetrina natalizia per i prodotti della Tuscia

L'Istituto Agrario guarda al futuro. Cotarella all'inaugurazione della Cantina Didattica

Il Lions Club per il Merletto Orvietano. Catalogo generale e mostra tematica a Palazzo Coelli

"Sicurezza, Cittadini, Territorio" incontro con il Sottosegretario Bocci

Vetrya Orvieto Basket ospita la Favl per la prima di ritorno

"Prendere a Cuore" per favorire la prevenzione e la riabilitazione dei malati cardiopatici

"Imago VV". A Palazzo Coelli la presentazione del volume di Alberto Satolli

Per Maria Elena

Umbria al vertice del rapporto Istat su servizi prima infanzia

Fondo Beato Giacomo Villa, si conferma anche quest'anno

Open Day all'Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "Bruno Marchino"

Precetto militare interforze nella Chiesa Cattedrale di San Lorenzo

Scuola aperta per tutti, l'Istituto "Dalla Chiesa" si mette in vetrina

Sportello UnitusJob, il ponte tra laureati e mondo del lavoro

I progetti presentati al V Premio Simonetta Bastelli esposti alla Mostra Internazionale di Architettura del Paesaggio

Chiuso in entrambe le direzioni il tratto della Strada Statale 685 delle Tre Valli Umbre

"Natale in Musica 2017". Eventi e concerti dal 16 dicembre 2017 al 28 gennaio 2018

Old Rock City Orchestra in gara su "Classic Rock Italia", come votare

"Salva la tua lingua locale", Rita Santinami tra i sette finalisti del concorso

"Tanti Lati Latitanti" al Lea Padovani. Viaggio nelle relazioni con Ale e Franz

Le giornate del merlo

La Zambelli Orvieto lotta, soffre e vince, battendo in trasferta il Club Italia

La Fidapa - Bpw Italy guarda al nuovo anno. A Orvieto, l'Assemblea del Distretto Centro

Trasferta a Villa Giulia per l'Ecomuseo del Paesaggio degli Etruschi

Il fascino nascosto di "Bagnoregio Underground". Conferenza e mostra a Palazzo Alemanni

I Clown di Fellini a "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese"

Notti sul ghiaccio alla Fonte del Rigombo, si pattina con "Acquapendente On Ice"

"Lavandaia Day" in compagnia della Compagnia delle Lavandaie della Tuscia

Fumo bianco a "Le Crete", cittadini in allerta

Unitus, Beni Culturali restaura il Fonte Battesimale del Duomo di Viterbo

La Zambelli Orvieto assalta la prima posizione ospitando la Teodora Ravenna

Servizi alla sanità. Confindustria conferma presidente Nardi Schultze, Mazzocchini nel direttivo

"Stradabilia (prove tecniche per un festival di artisti di strada)". Musica con Rossella Costa Trio

In attesa di che

Inaugurato il Nucleo Alzheimer, "modello da esportare ed estendere in Umbria"

"Tu sei Bambino!". Doppio concerto per i cori parrocchiali di Montecchio e Guardea

Babbo Natale a Piazza degli Aceri, festa con l'associazione Ciconiaviva

Vetrya: l'Università della Tuscia presenta i lavori del programma "Semestre in Azienda"

Forestale alla discarica. SAO: "Solo vapore acqueo"

Un re folle

Dopo Orvieto, Voyager fa tappa anche a Viterbo

Orvieto e Perugia insieme per la candidatura unitaria della "Spur - Città Etrusche" al Patrimonio Unesco

Tredicesima seduta del consiglio comunale. In otto punti l'ordine del giorno

"Sacro e Profano". Sergio Canonici espone alla Torre dei Monaldeschi

La Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi" si fa salotto per "Le Streghe"

Al Concerto di Natale alla Camera dei Deputati vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma

Giornata di solidarietà per i più piccoli a San Pellegrino di Norcia

"Natale al Fanello". Musica e danza, aspettando Babbo Natale al mercato straordinario

A Orvieto Scalo si inaugura "La Natività dei Giardini"

Sonorità argentine a Palazzo dei Sette, anteprima per "Orvieto Tango Festival"

In mostra a Civitella del Lago due rarissime stampe ritraenti Orvieto e Amelia

"Sfilata e Aperi....Piero (Aperitivo)...e Tanto Altro"

Le labbra, mio Dio, l'aspide

Al Muzi, l'Orvietana ritrova la Clitunno

Raccolta differenziata, Orvieto balza dal 44% del 2014 al 70%