cronaca

Stop alla musica al Bar Duomo e al Clandestino, sotto sequestro gli impianti di diffusione sonora

mercoledì 9 novembre 2011
di Monica Riccio

Ennesimo, duro colpo alla "movida" orvietana. Nel pomeriggio di ieri, martedì 8 novembre, è stato eseguito dagli agenti del Commissariato di Orvieto un decreto di sequestro preventivo emesso dal G.I.P. del Tribunale di Orvieto, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti dei Bar Duomo e Clandestino. In particolare, gli uomini del Commissariato hanno posto sotto sequestro, sottraendoli alla libera disponibilità dei titolari degli esercizi, tutti gli impianti di diffusione sonora (stereo, radio, televisore e simili) utilizzati all'interno dei locali.

Niente musica quindi, né tv, né radio nei due locali fino a revoca del provvedimento giudiziario. Si tratta di un brusco giro di vite disposto dalla Procura nei confronti dei due bar, da tempo ormai al centro di una battaglia che si combatte senza esclusione di colpi. Da una parte i gestori dei locali, dall'altra il Comitato cittadino Anti-rumore, in mezzo l'Amministrazione Comunale. A staccare la spina stavolta è stato il Tribunale, provvedimento che segue le disposizioni varie, le sanzioni, le chiusure, le sospensioni di licenze, in pratica tutta una serie di provvedimenti nei confronti di Daniele Cavalloro e Riccardo Baiocco, i titolari dei due esercizi.

Le motivazioni del provvedimento non sono note, si parla di due esposti alla Magistratura, certo è che le cose per i due bar non si mettono bene e, fino a quando non si sa, per loro è interdetta la musica. Almeno quella amplificata o diffusa. In città, tra i giovani, lo scontento è palpabile, c'è chi lamenta una scarsa attenzione verso la musica e verso l'aggregazione, chi si schiera a favore del rispetto delle regole, chi tenta di fare qualcosa. Se da un lato c'è qualcuno che su Facebook sta organizzando una specie di parata musicale che potrebbe culminare con una grande festa in Piazza della Repubblica, sotto le finestre dell'ufficio del sindaco, dall'altra c'è chi cerca invece il confronto, con l'obiettivo di trovare i giusti compromessi. E' il caso de "Il silenzio delle Muse" associazione nata da qualche settimana che non condivide in pieno questo modo di agire giudicando la manovra "troppo sovversiva e anarchica".

"L'idea è d'impatto, - spiega Alessandro Marzi de "Il silenzio delle Muse", - ma noi del Comitato non crediamo che facendo questa marcia si riuscirà a risolvere molto. Quello che è mancato dal 2009 fino ad oggi è un dialogo costruttivo fra le parti in questione." Intanto è già fissato per il 16 novembre prossimo un incontro organizzato da Radio Orvieto Web al quale sarebbero stati invitati i comitati, le associazioni, insomma i protagonisti della spinosissima vicenda. Sul sequestro operato ieri dal Commissariato Marzi aggiunge: "Questo è un chiaro esempio di "ripicca", sia da una parte che dall'altra. Non è giusto sparare a mille il volume. Da gradevole la musica diventa sgradevole, ma non è neanche giusto tartassare di denunce un posto e addirittura arrivare al sequestro degli apparecchi. E' un'azione troppo drastica".

Sul piatto della bilancia ci sarebbero quindi le lamentele dei cittadini esasperati dalla musica fino a tardi, gli esposti fatti alle Forze dell'Ordine e alla Magistratura da parte del Comitato anti-Rumore, l'indignazione di coloro che abitano nei pressi dei due locali per i comportamenti spesso al limite della decenza condotti dai clienti degli stessi, ma anche il diritto dei giovani a sentirsi vivi, il diritto di chi vuole stare in compagnia, bevendo qualcosa al bar, i diritti di chi tutto questo organizza. Ma il piatto inevitabilmente pende verso gli indignati, poiché, a quanto pare, i due bar non ne vogliono sapere di rispettare le regole e soprattutto gli orari, in barba a un regolamento che disciplina tutto questo.

A proposito di regolamento, l'assessore alla Cultura Marco Marino fa sapere che nessuno sta lavorando ad un nuovo regolamento in materia di allietamenti, non c'è quindi nessun iter che si sta avviando per una revisione ed una nuova stesura di nuove norme. "Ho solo detto, - spiega l'assessore, - che, a mio avviso, questo regolamento potrebbe essere rivisto in alcune sue parti, ma il regolamento è questo, è in vigore, e questo deve essere rispettato da tutti. Se e quando si vorrà metter mano ad una nuova stesura, - dice Marino, - sarà certamente messa in opera una azione di concertazione che dovrà tener conto di più fattori, di più realtà e, non da ultimo, del fatto che stiamo parlando di un centro storico". Insomma la faccenda è sempre più ingarbugliata, i due bar sono sempre più silenziosi e penalizzati e, come ha fatto notare qualcuno stamani, - non appena si è sparsa la voce del sequestro degli impianti, - se al bar si vorrà sentire la musica, non resta che mettersi a cantare.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 gennaio

In cammino nei luoghi e nella storia del Monte Peglia, candidato a Riserva Mab Unesco

Orvietano e Alfina nel primo Elenco degli Alberi Monumentali d'Italia

Ai piedi della Rupe il calore del Presepe ha fatto germogliare i semi dei grani antichi

Nuovi furti ai piedi della Rupe. Vertice del Comitato per l'ordine e la sicurezza

Animali benedetti a Ciconia e Bardano Alto nel nome di Sant'Antonio Abate

Social, sono le mamme il punto di riferimento delle pagine delle scuole viterbesi

Zambelli Orvieto nella tana del fanalino di coda Caserta

Trasporto scolastico, oltre 1,1 milioni di euro all'Umbria per i disabili delle superiori

"Un mondo di fiabe", letture ad alta voce alla Scuola Primaria

Rassicurazioni e risorse umane in arrivo per la Biglietteria della Stazione

Open Day alla Sezione Primavera e Scuola dell'Infanzia "Maria Bambina"

Ex Ospedale, in pubblicazione l'avviso di asta pubblica

Per il nuovo anno scolastico, a Ciconia nuova sede, nuovo orario

Nuovo Open Day all'Istituto Agrario. Il futuro è agricoltura e ambiente

Trasferta sarda per Monteleone, Livia Di Schino intervista Sergio Brio

Viperette di nuovo in campo con le Seven Pellegrins

Ritardi dei pagamenti Agea, le associazioni agricole e le centrali cooperative scrivono alla Regione

Gestione privata per l'illuminazione pubblica

Computer

Aiuto psiconcologico e cure palliative, firmata la convenzione tra OCC e Ausl Umbria 2

Fare Verde: "Bene il provvedimento antiplastica, siano i cittadini i veri protagonisti"

"Ogni maledetto giovedì" tornano i film di "Sequenze Frequenze"

Arriva il lunch box, nelle mense scolastiche si producono meno rifiuti

Morrano piange il parroco emerito don Ercole Plini

Differenziata, sacchetti dell'organico in distribuzione anche nelle frazioni

Tra animali benedetti e sacri fuochi, gli eventi nel nome di Sant'Antonio Abate

Una Vetrya Orvieto basket decimata torna a mani vuote da Assisi

"Degrado, abbandono e irregolarità". All'Ipsia e all'Artistico esplode la polemica

Terza edizione del Concorso di Poesia e Narrativa "Saverio Marinelli"

Scatta il senso unico alternato sulla strada provinciale 33

Provincia, guasto a sistemi informatici: entro la settimana ripristino strumentazioni

Fiocchi di neve sull'Orvietano. Pericolo ghiaccio: circoli stradali in pre allerta

L'appello dell’Avis fa centro: 153 donazioni in 4 giorni, ma è ancora emergenza

"Bravi emigrati, cattivi immigrati. Storie di Migrazioni da Ellis Island a Lampedusa"

Castel Viscardo e Allerona verso la valorizzazione delle produzioni agricole locali

"Il ruolo degli amministratori nel percorso riformista dell'Umbria, della Provincia e del Paese"

"Flussi migratori e gestione dell'emergenza migranti". De Angelis alla Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Pensieri pensabili tra le nuvole

Aree Interne Sud Ovest Orvietano nel programma degli attrattori culturali della Regione

Comitato Pro Casa di Riposo San Giuseppe, rinnovate le cariche

Parcheggi e ascensori, si cambia. In pubblicazione il bando che riorganizza la sosta

Un anno di attività del Consiglio Comunale e primi impegni istituzionali del 2017

Portano paziente a cena prima dell’operazione, muore dopo 13 giorni. Coinvolto medico orvietano

Nuda di Magdala

Arrivai che stava facendo notte

Furono momenti di meraviglia

Il primo incendio scoppiò al teatro

"Le stratificazioni dell'arte: percorsi vecchi e nuovi in rete nel sistema museale di Todi"

Nuovo libro per Claudio Lattanzi. In uscita "Amore e sesso al tempo degli Etruschi"

La città piange la scomparsa di Antonio Barberani

Coop taglia, chiudono i supermercati di Sferracavallo e Acquapendente

Treno fermo per tre ore tra Fabro e Orvieto

Il PDL Orvieto sulla vicenda dei rifiuti alle Crete: "Gli imputati rinuncino al salvagente della prescrizione"

Coar Orvieto Juniores senza freni sul Magione

Sviluppo per Orvieto. Incontri con il Censis in vista della conferenza socio-economica di Marzo

"Majorana scuola aperta". Come informarsi meglio e iscriversi al Liceo Scientifico di Orvieto: scuola e docenti a disposizione delle famiglie sabato 14 febbraio

A proposito di Facebook... Vieri Venturi risponde a Pasquino

Sabato 17 gennaio ad Assisi Manifestazione nazionale per la pace in Medio Oriente. Il Programma

Le adesioni locali alla marcia di Assisi

L' Amministrazione Comunale di Orvieto aderisce alla manifestazione per la Pace in Medio Oriente

Chiediamo un’informazione onesta. Appello della Tavola della Pace e di Articolo 21

Buconi: "Occorrono volti nuovi. Perdente la scelta di un candidato PD a Sindaco di Terni

A Roma manifestazione pacifista per la Palestina a Piazza Vittorio

Domenica 18 gennaio Allerona festeggia San Antonio Abate

Proposta di legge del PD per la riduzione del numero dei consiglieri regionali

Per Vinti (Prc), ridurre il numero dei consiglieri significa restringere gli spazi di democrazia. Piuttosto diminuire indennità e sprechi

Dai megadebiti per i parcometri alle megamulte

Si ridimensiona l'episodio del giovane di Collelungo arrestato per droga. Concessi i domiciliari

Il Crescendo rientra in possesso dell'immobile ex Mabro. E in più 75 mila euro per il danno d'immagine

Chiusure e prezzi maggiorati durante UJW. Il Caffè Montanucci dice la sua

Verso le primarie. Oltre 500 le firme raccolte da Loriana Stella