cronaca

Stop alla musica al Bar Duomo e al Clandestino, sotto sequestro gli impianti di diffusione sonora

mercoledì 9 novembre 2011
di Monica Riccio

Ennesimo, duro colpo alla "movida" orvietana. Nel pomeriggio di ieri, martedì 8 novembre, è stato eseguito dagli agenti del Commissariato di Orvieto un decreto di sequestro preventivo emesso dal G.I.P. del Tribunale di Orvieto, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti dei Bar Duomo e Clandestino. In particolare, gli uomini del Commissariato hanno posto sotto sequestro, sottraendoli alla libera disponibilità dei titolari degli esercizi, tutti gli impianti di diffusione sonora (stereo, radio, televisore e simili) utilizzati all'interno dei locali.

Niente musica quindi, né tv, né radio nei due locali fino a revoca del provvedimento giudiziario. Si tratta di un brusco giro di vite disposto dalla Procura nei confronti dei due bar, da tempo ormai al centro di una battaglia che si combatte senza esclusione di colpi. Da una parte i gestori dei locali, dall'altra il Comitato cittadino Anti-rumore, in mezzo l'Amministrazione Comunale. A staccare la spina stavolta è stato il Tribunale, provvedimento che segue le disposizioni varie, le sanzioni, le chiusure, le sospensioni di licenze, in pratica tutta una serie di provvedimenti nei confronti di Daniele Cavalloro e Riccardo Baiocco, i titolari dei due esercizi.

Le motivazioni del provvedimento non sono note, si parla di due esposti alla Magistratura, certo è che le cose per i due bar non si mettono bene e, fino a quando non si sa, per loro è interdetta la musica. Almeno quella amplificata o diffusa. In città, tra i giovani, lo scontento è palpabile, c'è chi lamenta una scarsa attenzione verso la musica e verso l'aggregazione, chi si schiera a favore del rispetto delle regole, chi tenta di fare qualcosa. Se da un lato c'è qualcuno che su Facebook sta organizzando una specie di parata musicale che potrebbe culminare con una grande festa in Piazza della Repubblica, sotto le finestre dell'ufficio del sindaco, dall'altra c'è chi cerca invece il confronto, con l'obiettivo di trovare i giusti compromessi. E' il caso de "Il silenzio delle Muse" associazione nata da qualche settimana che non condivide in pieno questo modo di agire giudicando la manovra "troppo sovversiva e anarchica".

"L'idea è d'impatto, - spiega Alessandro Marzi de "Il silenzio delle Muse", - ma noi del Comitato non crediamo che facendo questa marcia si riuscirà a risolvere molto. Quello che è mancato dal 2009 fino ad oggi è un dialogo costruttivo fra le parti in questione." Intanto è già fissato per il 16 novembre prossimo un incontro organizzato da Radio Orvieto Web al quale sarebbero stati invitati i comitati, le associazioni, insomma i protagonisti della spinosissima vicenda. Sul sequestro operato ieri dal Commissariato Marzi aggiunge: "Questo è un chiaro esempio di "ripicca", sia da una parte che dall'altra. Non è giusto sparare a mille il volume. Da gradevole la musica diventa sgradevole, ma non è neanche giusto tartassare di denunce un posto e addirittura arrivare al sequestro degli apparecchi. E' un'azione troppo drastica".

Sul piatto della bilancia ci sarebbero quindi le lamentele dei cittadini esasperati dalla musica fino a tardi, gli esposti fatti alle Forze dell'Ordine e alla Magistratura da parte del Comitato anti-Rumore, l'indignazione di coloro che abitano nei pressi dei due locali per i comportamenti spesso al limite della decenza condotti dai clienti degli stessi, ma anche il diritto dei giovani a sentirsi vivi, il diritto di chi vuole stare in compagnia, bevendo qualcosa al bar, i diritti di chi tutto questo organizza. Ma il piatto inevitabilmente pende verso gli indignati, poiché, a quanto pare, i due bar non ne vogliono sapere di rispettare le regole e soprattutto gli orari, in barba a un regolamento che disciplina tutto questo.

A proposito di regolamento, l'assessore alla Cultura Marco Marino fa sapere che nessuno sta lavorando ad un nuovo regolamento in materia di allietamenti, non c'è quindi nessun iter che si sta avviando per una revisione ed una nuova stesura di nuove norme. "Ho solo detto, - spiega l'assessore, - che, a mio avviso, questo regolamento potrebbe essere rivisto in alcune sue parti, ma il regolamento è questo, è in vigore, e questo deve essere rispettato da tutti. Se e quando si vorrà metter mano ad una nuova stesura, - dice Marino, - sarà certamente messa in opera una azione di concertazione che dovrà tener conto di più fattori, di più realtà e, non da ultimo, del fatto che stiamo parlando di un centro storico". Insomma la faccenda è sempre più ingarbugliata, i due bar sono sempre più silenziosi e penalizzati e, come ha fatto notare qualcuno stamani, - non appena si è sparsa la voce del sequestro degli impianti, - se al bar si vorrà sentire la musica, non resta che mettersi a cantare.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 marzo

"Ficulle, Borgo del Belvivere". Progetto aperto, verso l'Ospitalità Diffusa

Al Mancinelli, "Ferite a Morte" di Serena Dandini. Con Lella Costa per dire "No" al femminicidio

"Le Elezioni viste della Rete", gli esiti del seminario all'Unitus

La Fit'n Dance Academy vola a Barcellona per il Campionato Mondiale di Danza

Paparelli al food show "Ciao Italia": "Grande vetrina per le produzioni umbre di qualità"

Vetrya, nuovo contratto con Vodafone Spagna per erogazione servizi mobile payment

Da Allerona Scalo, gli indirizzi pastorali del nuovo parroco

Le more

Le opere di Rita Paola in esposizione al Museo Colle del Duomo

Apertura straordinaria ed eventi in Biblioteca per la Settimana dell'Arte

"Orvieto per Tutti" sul centro storico: "Quale è il progetto?"

"Esercizio in tre atti per ritrovare le ragioni del legame tra luogo e comunità"

Pantano

Al Museo Civico di Zoologia presentazione del libro "Il mio primo grande libro sugli pterosauri"

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. L'ordine del giorno

Torna "Storie Sottobanco", i giovani studenti umbri diventano scrittori e si mettono in gioco

Alluvione, sei anni dopo. Il Comitato 12 Novembre 2012 sollecita interventi

Nessun dietro front su Piazza del Popolo. Aperto il confronto anche sul commercio

Inizia dal Porto Romano di Pagliano, la sensibilizzazione sull'Art Bonus

La soprintendente Margherita Eichberg in visita al Parco di Vulci

"Maremma d'aMare". Al via la quinta fiera delle tradizioni maremmane

L'Asd San Venanzo festeggia mezzo secolo di storia

Orvietana, Fatone spara sui "gufi"

Ingresso gratuito per tutti gli studenti per il docufilm "Pertini. Il Combattente"

A Magione si accendono i motori, driver e scuderie orvietane non stanno a guardare

"Coloriamoci di lilla". Luce accesa sui disturbi del comportamento alimentare

Brunori Sas, sold out la tappa umbra di "A Casa Tutto Bene Tour"

Michel de Montaigne per il secondo incontro dell'Osteria Philo

Alla Casa Laboratorio "Il Cerquosino", torna il progetto Erasmus Plus

Valeria Deanesi pronta al gran finale della Zambelli Orvieto

Il vescovo Benedetto Tuzia visita il Vicariato di San Terenziano

Under 20, seconda giornata del concentramento interregionale

A Villalba la “Sagra della Primavera”

Parlando di una lei

Nuovo team ufficiale Osella, a Fattorini la guida della PA30 V8 Zytek Evo

Ultimi giorni per visitare la mostra "Etruschi à la carte" e una nuova esposizione di carattere archeologico

Spacciavano droga a minorenni, in manette giovani orvietani

Quaresima: la guarigione pericolosa

Operazione Albornoz, tutti i dettagli del blitz

Lavori pubblici, quasi mille imprese iscritte nell'elenco regionale

"Slow life / Slow city. Ambiente, architettura, paesaggi del cibo: le piccole città del buon vivere come modello per le comunità urbane"

Eccidio di Camorena, corteo cittadino e presentazione del libro "Gli uomini di Mussolini"

La droga veniva nascosta nelle batterie, le foto

"Mille giorni di fallimenti politici e di arroganza". Olimpieri (IeT): "Germani alla frutta"

"Respira Parrano", Comune ed Università avviano lo studio aerobiologico dell'aria

Provincia, mobilitazione no tagli. "Niente più risorse per le strade", venerdì iniziativa per le scuole

Marcia per l'Europa, nel 60esimo anniversario dei Trattati di Roma

Bellezza ferita dal sisma, visita alle opere d'arte custodite a Santo Chiodo di Spoleto

Convenzioni tra ospedali, ad Acquapendente due medici specialisti di Orvieto

Riunito il "Tavolo Verde", dai provvedimenti post-sisma forte accelerazione pagamenti Psr

Asd Pm Pertica Orvieto: Vice Campioni Nazionali al campionato italiano a staffetta di pentathlon moderno

Settimana dell'Arte all'Istituto di Istruzione Artistica Classica e Professionale

È @governo.it, bellezza!

Al via la terza edizione del Master per gli "investigatori dell'arte"

Terza edizione per il Festival Nazionale dell'Educazione

"Fiorito è bello". Laboratorio di Primavera alla Biblioteca Ragazzi

Dio

Porano

Ampliata l'offerta di trasporto pubblico tra San Venanzo e Marsciano