cronaca

Inchiesta a tutto campo sulla morte di Marco Prosperini. Eseguita l'autopsia

giovedì 16 dicembre 2010
di D.P.

Effettuato l'esame autoptico sul corpo di Marco Prosperini, il 42enne precipitato da una finestra al secondo piano della sua abitazione, sopra l'hotel Posta. Un accertamento quanto mai delicato, i cui risultati saranno disponibili solo dopo Natale.

Intanto, però, mentre sembra farsi sempre più debole la possibilità che si sia trattato di un suicidio, il procuratore Francesco Novarese ha ritenuto opportuno aprire un'inchiesta a tutto campo per capire se i medici tedeschi che lo avevano sottoposto ad una lastra abbiano sottovalutato la situazione. A loro, l'albergatore si era rivolto dopo aver battuto violentemente la testa cadendo su una strada ghiacciata mentre si trovava in Germania per lavoro.

E' stato disposto inoltre il sequestro delle radiografie emesse dall'ospedale di Como, dove Prosperini era stato ricoverato dopo essere caduto nel lago. Si cerca, infine, di fare luce anche sui rapporti interpersonali che l'uomo aveva e sulle sue situazioni di fragilità.

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 gennaio