cronaca

Cronaca di una mattina complicata, ingente spiegamento di forze

domenica 24 gennaio 2010

Con il posizionamento delle Forze dell'ordine e dei volontari della Protezione Civile ai posti di blocco sono puntualmente iniziate questa mattina alle ore 7.00 le attività coordinate dalla Prefettura di Terni per effettuare il disinnesco e brillamento da parte degli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma della bomba d'aereo da 1000 libbre rinvenuta nei giorni scorsi.

Alle 7.30 presso la sala operativa della Protezione Civile del Comune di Orvieto a "Fontanelle di Bardano", si è insediato il C.O.M. ed è iniziato lo sgombero della popolazione (circa 40 persone) residente nella fascia di territorio fra i comuni di Orvieto, Allerona e Castelviscardo ricompresa nel raggio di 500 metri dal luogo del despolettamento. Sempre alle 7,30 è stata chiusa al traffico l'autostrada A1 tra i caselli di Orte (direzione nord) e Val di Chiana (direzione sud). L'intervento sul residuato bellico, ritrovato nel greto del Fiume Paglia, si svolgerà in tre diverse fasi: la prima è la rimozione delle spolette, poi il trasporto in una cava distante circa 2 km e, da ultimo, la distruzione per brillamento dell'ordigno. La durata presunta delle operazioni è di circa 6 ore.

Alle 8.30 in corrispondenza dell'inizio della delicata fase del despolettamento è stata chiusa anche la linea ferroviaria lenta Roma-Chiusi e vigerà il divieto di sorvolo nell'area.
Alle 11.30, termine presumibile del despolettamento inizia il trasporto dell'ordigno in cava (a questa fase corrisponde la riapertura dell'A1, della ferrovia lenta e il termine del divieto di sorvolo della zona di despolettamento).
Alle 12 si completa la fase del trasporto in cava e iniziano le operazioni di brillamento (a questa fase corrisponde l'inizio del divieto di sorvolo nell'area interessata).
Alle 14 presumibilmente si completeranno anche le operazioni di brillamento (terminerà anche il divieto di sorvolo).

L'intervento sul residuato bellico si svolgerà in tre diverse fasi: la prima è la rimozione delle spolette, poi il trasporto in una cava distante circa 2 km e, da ultimo, la distruzione per brillamento dell'ordigno. La durata presunta delle operazioni è di circa 6 ore. Si tratta di una bomba d'aereo statunitense contenente 250 chilogrammi di esplosivo della seconda guerra mondiale. L'ordigno è lungo 134 centimetri, ha un diametro di 45 e uno spessore di 12,7.

In questi giorni, intorno all'area sulla sponda del Paglia, la Ditta Roberto Biagioli di Orvieto ha effettuato i lavori di preparazione. Al fine di ridurre il raggio di sgombero, attorno alla bomba è stato realizzato un cratere di 4 metri di terra ed è stato parzialmente deviato il corso del fiume sul quale è stato eseguito un "guado" per consentire il trasporto del materiale necessario alla riduzione del raggio di azione e alla salvaguardia dell'ambiente. Nell'ex cava di argilla (di proprietà privata) dove avverrà il brillamento vero e proprio, è stato realizzato un "fornello" della profondità di 7 metri (6 x 6 mt di base pari a 250 metri cubi di terra). Una volta resa inerte dopo il despolettamento, la bomba alloggiata in un sarcofago contenente del terriccio, viene tombata e fatta brillare con esplosivo in dotazione dell'Esercito. Insieme con la bomba brillerà anche il proiettile di artiglieria rinvenuto sempre in questi giorni scorsi nell'alveo del Paglia nei pressi del ponte dell'Adunata ad Orvieto Scalo. Sul luogo del brillamento, oltre al "fornello" è stata anche realizzata una trincea profonda 4 metri necessaria a spezzare l'onda d'urto che farà seguito all'esplosione.

A capo del Nucleo Artificieri del 6° Rgt. Genio Pionieri è presente il Comandante Col. Eugenio Martis che dalla sala operativa coordina con il Ten. Diego La Cognata tutte le operazioni di messa in sicurezza e brillamento della bomba. La squadra operativa degli artificieri è composta invece da: Serg. Magg. Domenico Fava, 1° M.llo Agostino Pinna, M.llo Capo Andrea Fagiani (artificiere), M.llo Capo Danilo Spanò (artificiere).

Il C.O.M. (Coordinamento Operativo Misto) resta riunito sino al termine delle operazioni. E' composto da:

Dott. Vincenzo Ferzoco Prefettura Terni - Coordinatore
Geom. Nestore Sopranzi Regione Umbria
Sig. Alberto Sabatini Regione Umbria
Dr. Giampaolo Pollini Provincia di Terni - Protezione Civile
Gervasio Gialletti Polizia Provinciale
Col. Eugenio Martis 6° Rgt. Genio Pionieri - Comandante
Ten. Diego La Cognata 6° Rgt. Genio Pionieri - Coordinatore
Giuliano Santelli Comune Orvieto - Protezione Civile
Luca Gnagnarini Comune Orvieto - Protezione Civile
Mauro Vinciotti Comune Orvieto - Polizia Municipale
Antonio Ciuchi Comune Allerona
Lorenzo Sterpa Comune Castel Viscardo
Dr. Federico Sciaudone Questura di Terni
Ten. Marco Salomone Compagnia Carabinieri Orvieto
Lgt. Lanfranco Pierluigi Comando Prov.le G.d.F. Terni
V.Q.A.F. Ida Pernazza Comando Prov.le . C.F.S. Terni
Sost. Comm. Marco Tordi Polizia Ferroviaria Orvieto
Sost. Comm. Stefano Spagnoli Polizia Stradale
Massimiliano Proietti Comando Prov.le V.V.F. Terni
Gianni Marrone Autostrade per l'Italia S.p.A.
Cosimo Guidi Autostrade per l'Italia S.p.A.
Miros Smeraldi Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.
Massimo Massino Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.
Dr. Franco Barbabella A.S.L. n. 4 Terni - 118 - C.R.I.
Bruno Fabiani A.N.A.S. - Comp. Perugia
Ennio Tonon A.R.I. /Associazione Radioamatori

Mario Gaddi Coord. Volontariato
Vittorio Gaddi Coord. Volontariato


Questa notizia è correlata a:

Artificieri al lavoro sulla bomba ritrovata ad Allerona Scalo, Italia divisa in due. Aggiornamenti in tempo reale

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità