cronaca

Terremoto, l'Assessore regionale Riommi nelle zone colpite dal sisma "Scossa con pochi danni"

martedì 15 dicembre 2009

"Il problema principale, in questo momento, è quello di tranquillizzare la popolazione che, naturalmente, è spaventata, teme il ripetersi del sisma e diffida dal rientrare nelle abitazioni per la notte": così l'assessore alla protezione civile, Vincenzo Riommi che, in queste ore, è impegnato, con tecnici e funzionari del Dipartimento della protezione civile della Regione in una ricognizione nelle località colpite dal terremoto.


Il sisma, che è stato pari a 4,4 gradi della scala Mercalli, con epicentro localizzato tra Marsciano e Collazzone, non ha causato danni alle persone. I danni agli edifici sono di modesta entità, principalmente localizzati nelle frazioni marscianesi di Spina, S. Biagio della Valle e Castiglione della Valle.


"I tecnici della protezione civile, in collegamento con la Sala centrale della Regione, pienamente operativa, - ha detto Riommi - stanno procedendo ad una verifica e ricognizione dei danni che, però appaiono, per fortuna, molto lievi. Al momento - ha aggiunto l'assessore - si può prevedere che gli edifici dichiarati inagibili saranno limitati a poche unità. Lavoreremo per convincere il numero più alto di cittadini a rientrare per la notte nelle abitazioni pur essendo pronti a predisporre sistemazioni per coloro che intendessero non raccogliere questo invito.".


Questa notizia è correlata a:

Scossa di terremoto. Trema l'Umbria

Commenta su Facebook