cronaca

Clima teso a Ficulle, danneggiata nella notte l'auto del parroco

sabato 12 dicembre 2009
di M.R.
Clima teso a Ficulle, danneggiata nella notte l'auto del parroco

Dopo le vicende che avevano interessato la Casa della Divina Provvidenza di Ficulle, con scontri più o meno accesi tra le varie fazioni cittadine, la piccola città dell'Alto Orvietano torna a far parlare di sè per un atto vandalico compiuto giovedi notte ai danni dell'auto del parroco. Don Maurizio De Siena aveva parcheggiato la sua autovettura come tutte le sere nel centro storico. La mattina l'ha ritrovata con il parabrezza infranto da una sassata o forse da una martellata. Il sacerdote non si sbilancia sull'accaduto e ha sporto denuncia contro ignoti, certo è che nel piccolo centro ci si interroga ora da più parti sul perchè di tanto accanimento. A quanto pare, in passato, Don De Siena è stato anche oggetto di alcune lettere anonime. Intanto è giunta a sostegno del sacerdote una lettera, anche questa non esplicitamente firmata, che condanna l'accaduto e si schiera dalla parte di Don Maurizio.

_______________

L'ennesimo atto intimidatorio, questa volta contro il Parroco di Ficulle Don Maurizio.
La sua automobile si trovava parcheggiata presso la Porta del Sole, all'interno del Centro abitato e a pochi metri della Strada Statale 71, quindi sotto gli occhi di tutti.
Il fatto, che probabilmente si è consumato durante la notte, ha procurato ingenti danni all'auto, con la rottura del parabrezza e il danneggiamento della carrozzeria.
Questo di stanotte è l'ennesimo fatto inusitato e grave che avviene a Ficulle negli ultimi due anni.
Si iniziò con le scritte a terra, poi con i volantini anonimi, con i manifesti funebri strappati, i cassonetti bruciati, le lettere anonime, minacce e diffamazioni varie, per arrivare a questa notte con questo atto vandalico contro il Parroco.

Riteniamo che questa sequenza di smoderata libertà di eseguire atti illeciti, derivi dalla consapevolezza, da parte di chi li esegue, della propria impunità!!!!

Riteniamo che non sia più tempo di minimizzare o glissare subdolamente sull'argomento. Tutti gli episodi che via via si sono succeduti in quesi ultimi due anni a Ficulle, non possono essere ricondotti a ragazzate o episodi carnacialeschi, come in passato qualcuno ha cercato di far apparire o di leggere.

E' tempo di dare un nome e cognome a chi, vigliaccamente esegue questi crimini!

Questo ultimo episodio deve risvegliare le coscienze di tutti i cittadini che non possono più sentirsi sicuri dietro la facciata del sorriso a tutti, questa è omertà!

Viene pertanto da chiedersi: chi sono i responsabili? e chi è più responsabile?

Sono forse quelli morali che da troppo tempo seminano veleno e odio nei confronti di chi non abbassa la testa e la nasconde come lo struzzo bensì esprime le proprie idee con garbo ma ferma convinzione? Quelli che continuano a minimizzare i fatti accaduti in questi anni e non hanno mosso un dito per fermare questa escalation? Quelli che si celano dietro: ho fatto tanto ed ecco come mi ringraziano?

E i primi sono responsabili alla strenua di coloro che hanno eseguito materialmente gli atti vandalici susseguiti con il culmine di quello di questa notte. Esecutori che per lo zelo e l'abnegazione sono alla strenua degli eventuali mandanti, se presenti.

È normale quello che sta succedendo a Ficulle?

I Ficullesi esprimono la propria convinta solidarietà al Parroco e a chi in un recente passato è stato vittima di minacce palesate con i modi più disparati: scritte, lettere anonime etc.

Al Parroco e a tutti coloro che hanno la forza di vivere nella legalità e nella chiarezza, va il nostro ringraziamento e l'incoraggiamento a continuare nella certezza che da oggi, più di ieri, non sono davvero soli, noi saremo sempre al loro fianco!!!!!

lettera firmata: Informazione Libera

Pubblicato da Mister X il 12 dicembre 2009 alle ore 14:52

Mi sembra alquanto ridicolo accostare un atto vandalico di questo tipo ai precedenti. E' passato quasi un anno dai gesti sopra citati e strumentalizzare questo atto vergognoso accostandolo a vicende politiche è senza senso e irrispettoso e calunniatorio per persone che vengono in questo modo chiamate in causa senza prove. Alzare un simile polverone per un atto che molto facilmente può essere una semplice ragazzata fa pensare su certe persone che gravitano da alcuni anni intorno al parroco e che sono riuscite a infangare con la politica anche un luogo sacro come la chiesa del nostro piccolo paese.

Pubblicato da Danilo Pietrini il 13 dicembre 2009 alle ore 16:39
Io sono convinto che il nostro Paese sia e debba essere grande proprio in questi momenti di grande confusione. Ciascuno di noi pu e deve esprimere la propria opinione, ma nessuno pu sostituirsi a chi deputato, per ruolo funzione e mestiere, a svolgere le indagini e assicurare l'artefice/i del gesto alla magistratura, sulla quale io per primo e non ho motivi di dubitare, noi tutti, nutriamo la massima stima e fiducia.
La storia di San Paolo, San Camillo ed altri ancora poi, non certo da subito uomini di fede ma poi pietre d'angolo per il loro insegnamento e la loro dedizione a favore degli altri, potrebbe insegnare a tutti noi che l'amore di Dio tutto pu.
Ho avuto modo di leggere ultimamente alcuni libri del cardilale Martini, in uno di questi in una "Meditazione sulla lettera ai Romani", proprio di San Paolo, tra i vari commenti ho trovato, oltre agli insegnamenti di fede, parole e affermazioni che sono proprie della fede ma anche dei valori dell'essere umano che vive nel rispetto degli altri e di s stesso, come.
....bisogna parlare e agire sempre secondo verit e coscienza. Invece, non sono rari i gruppi di persone che s'impegnano a fare ci che piace ai superiori....;
.....non dico di bandire la misura nel parlare e la delicatezza nell'esposizione dei concetti, ma non si pu sacrificare la verit al quieto vivere e alle apparenze....; e altro ancora.
Tutti insegnamenti che devono far riflettere sia le persone di grande fede che quelle di meno fede, affinch tutti si possa trovare sempre il giusto equilibrio nel rispetto della libert e la sensibilit degli altri.
Ho avuto modo in altre occasioni di ribadire il concetto del rispetto degli altri e delle loro azioni che, se non ledono il prossimo e non contravvengono alle leggi che regolano la nostra societ, devono sempre essere rispettati come noi stessi.
Ritrovare questi sani principi ritengo possa essere un ottimo punto di ripartenza.
Momenti di fatica durante la nostra vita ce ne sono, nelle cose, spetta a noi trovare la forza e gli stimoli giusti per superarli.
Il confronto e la chiarezza potrebbero essere sicuramente un buon inizio.
L'ultimo pensiero per Maurizio e Pierre affinch il buon Dio gli dia la forza e la costanza per continuare a lavorare ed insegnare sempre, ci che hanno dentro di loro.

Danilo Pietrini
Pubblicato da Escariota il 13 dicembre 2009 alle ore 22:50
Vorrei anche io rifarmi al signor Pietrini che cita Santi e libri di Cardinali, vorrei semplicemente ricordare che Gesu Cristo fu tradito da un suo discepolo....GIUDA.
Pubblicato da il 14 dicembre 2009 alle ore 00:21

Concordo pienamente con Mister x e con Escariota. Trovo vergognoso e ribadisco vergognoso che un comunicato che si firma Informazione Libera, cerchi di individuare i colpevoli (come se sapessero o vorrebbero accostare il fatto a qualche singolo cittadino) del BRUTTO GESTO AI DANNI della vettura DEL PARROCO (e mi associo anchio alla solidarietà nei confronti di Don Maurizio), e credo che ognuno di noi dovrà lavare i cosidetti panni sporchi in casa propria..... Ps: cerchiamo tutti di darci una calmata.

Pubblicato da Antonella Muscio il 14 dicembre 2009 alle ore 07:46
beh .....Mister X e Escariota, mi fate sorridere un po'! si vede che siete mossi da vecchie questioni mai risolte! Grazie a Dio la fede una qualcosa che tutti abbiamo in noi e che inevitabilmente, quando c' la volont di comprendere il mistero grande della vita, si risveglia prima o poi....mi rendo conto che chi parla troppo spesso lo fa senza conoscere i fatti e le persone. Le conversioni, grazie a Dio esistono ancora ed io ne ho avuto grandi testimonianze a proposito in questi due/tre anni.
Invito tutti a partecipare alla vita parrocchiale, ai nostri appuntamenti, solo vedendo e ascoltando con i vostri sensi avrete ragione poi, di parlare e sicuramente di toccare con mano che le persone della Comunit Parrocchiale sono mosse da una fede grande in Dio.
Condanno questi atti con fermezza, la violenza fisica e verbale non porta a niente e la Storia della nostra umanit lo insegna!
Utilizziamo questo periodo di silenzio che ci stato dato per riflettere, accogliamo l'invito del nostro Vescovo e dei nostri Don Maurizio e Don Pierre......cerchiamo insieme, INSIEME di fare le cose, l'esclusione e l'isolamento portano in genere a perdere il contatto con la realt!.
grazie e buona giornata a TUTTI
Pubblicato da MisterX il 14 dicembre 2009 alle ore 12:19
Cara signora Muscio, le vecchie questioni mai risolte sono tirate in ballo dal comunicato di "Informazione Libera" non certo da me. Legga con maggiore attenzione. Buona giornata a lei.
Pubblicato da pippo il 14 dicembre 2009 alle ore 13:02

il silenzio non vul dire solo parlare tu Antonella hai parlato gli altri devono fare silenzio questo vuoi dire.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 gennaio

"Più o meno alle tre" con i Lettori Portatili. Andrej Longo presenta "L'altra madre"

Sabato 28 gennaio casting per il nuovo film di Alice Rohrwacher

Nello scavo della piramide di via Ripa Medici ritrovato il cibo degli Etruschi

Corso di Sociocrazia con Pierre Houben all'Auditorium

Orvieto, Via del Corso

L'Orvietana Rugby vince ancora al De Martino

Olimpieri (IeT): "Con Germani il Comune torna a privatizzare"

Prima seduta del nuovo Consiglio Provinciale, convalida degli eletti e giuramento del presidente

Ad aprile torna la Coppa degli Etruschi

Fabrizio Bentivoglio porta "L'ora di ricevimento" al Teatro Comunale di Todi

Imprese Creative, a disposizione 2,8 milioni di euro. Illustrati i criteri del primo bando regionale

Oltre 400 richieste in due mesi nei punti informativi di Sii, Ati e Assoconsumatori

Promozione turistica, l'Umbria presente per la prima volta all'Holiday World di Dublino

Atletica Libertas Orvieto, tanti gli eventi e le manifestazioni in arrivo nel 2017

Seduta plenaria della Pro Loco per l'approvazione dei bilanci

Prima seduta del consiglio comunale. In quindici punti l'ordine del giorno

Al Teatro Santa Cristina, il recital "...ed ora sono nel vento..."

Sisma, si riunisce comitato istituzionale. Marini: "Massimo supporto a sindaci dall'ufficio speciale ricostruzione"

Studenti in Comune per presentare "Testimoni della Memoria. Il nostro viaggio in Polonia"

Linea ferroviaria Orte-Foligno-Perugia, ripristinate due fermate

Cena a base di solidarietà. Serata speciale organizzata dai ragazzi dell'Oratorio San Filippo Neri e dagli studenti dell'Alberghiero

Donne vittime di violenza, in Regione firmato il protocollo per l'inserimento lavorativo e sociale

Sottoscritto il protocollo d'intesa tra Perugia e Orvieto per l'iscrizione delle Città Etrusche al Patrimonio Unesco

Al Teatro Boni va in scena "L'istruttoria" di Peter Weiss

"Viaggio nell'Operetta". Seconda tappa con Katia Ricciarelli e Andrea Binetti

Iaia Forte al Teatro Boni con "Tony Pagoda. Ritorno in Italia"

Benedizione dei Trattori a Ciconia. Gli agricoltori offrono il frutto del loro lavoro

"Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo". Il vescovo incontra i giornalisti per S.Francesco di Sales

Incontro su "La persecuzione in Europa e i suoi effetti anche a San Venanzo"

Uisp, la squadra Umbria Nuoto master cresce

Meteo

mercoledì 24 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 11.8ºC 70% buona direzione vento
21:00 4.5ºC 93% buona direzione vento
giovedì 25 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.8ºC 90% buona direzione vento
15:00 10.5ºC 72% buona direzione vento
21:00 3.7ºC 97% buona direzione vento
venerdì 26 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.4ºC 93% buona direzione vento
15:00 9.3ºC 86% buona direzione vento
21:00 7.3ºC 93% buona direzione vento
sabato 27 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.3ºC 85% buona direzione vento
15:00 11.0ºC 76% buona direzione vento
21:00 8.4ºC 89% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni