cronaca

Venti ascensionali. Rimandato l'appuntamento di sabato 17 ottobre. Ultimi giorni per l'abbonamento di Migrazioni: il programma degli spettacoli

giovedì 15 ottobre 2009

L'organizzazione di Venti Ascensionali, nello scusarsi per l'inconveniente, comunica che l'appuntamento "Parola scritta, Parola sonora" dedicato ad Anna Maria Farabbi, previsto alla Sala del Carmine per sabato 17 Ottobre alle ore 17, è spostato al 12 Febbraio 2010 per problemi di salute dell'autrice.

Con l'occasione si ricorda che sono gli ultimi giorni per acquistare o rinnovare l'abbonamento agli spettacoli di Migrazioni, di cui riportiamo di seguito il calendario. Primo appuntamento venerdì 23 ottobre, ore 21 alla Sala del Carmine.

venerdì 23 ottobre h. 21,00
Sala del Carmine Migrazioni ABBONAMENTO
LA BAMBINA CIECA E LA ROSA SONORA
da un testo di Anna Maria Farabbi, musiche Vincenzo Mastropirro, interventi visivi Massimo Achilli
Mastropirro Ermitage Ensemble: Anna Maria Farabbi voce recitante, Vincenzo Mastropirro flauti/direzione, Nicola Pisani sax soprano/baritono, Domenico Bruno pianoforte, Luigi Morleo percussioni.
Ringraziamenti: Marion Forssell per la gentile concessione delle immagini di alcune sue opere in video
La stessa scrittrice annuncia l'opera: "Lo stupore infantile di chi si sporge nell'anello del pozzo. del pozzo cosmico. e chiede come un atto istintivo, allarmato, tenerissimo:  dove da dove perchè. e chiede dalle profondità del sé, con voce fragilissima. E questo chiedere fa un'eco impastato di vento e di frullo d'ali. Si modula, si orienta, si precisa, si potenzia come un velocissimo stormo vocale fino all'ombelico della pancia madre che è la vita mater, la vecchia, vecchissima, ancestrale mater. La durata del viaggio è la rosa sonora.  Dentro cui agisce tutta la cultura del mito, della sensorialità, del simbolo, del suono e del silenzio organico. Gli artisti offrono soltanto un tappeto volante per la lunghissima, intensa, spirale del viaggio. Io, l'idea e la tessitura delle parole."

Venerdì 30 Ottobre. h. 21,00
Sala del Carmine Migrazioni ABBONAMENTO
DUE CANI ovvero la tragica farsa di Sacco e Vanzetti
uno spettacolo di e con Lino Musella e Paolo Mazzarelli, testo di Paolo Mazzarelli con estratti dalle dichiarazioni di Sacco e Vanzetti, costumi Sartoria Bianchi, Produzione CompagniaMusellaMazzarelli
"Due cani" si interroga, senza rinunciare al divertimento, sui rapporti tra arte, potere e legalità, in tempi in cui questi rapporti appaiono quanto mai a rischio. Infatti tanto Sacco e Vanzetti, quanto i due attori un po' "cani" che li interpretano, reagiscono nel corso dello spettacolo al gioco di qualcuno, qualcuno che non si vede ma che esiste, qualcuno che sta più in alto, qualcuno che modella e modifica le due coppie, portandole ognuna verso il proprio destino, ma nello stesso tempo portandole a confondersi una con l'altra, in un gioco di specchi tra ieri e oggi, tra storia e teatro, tra palcoscenico e tribunale, tra divertimento e commozione.

14 Novembre 2009 ore 21,00
Sala del Carmine Migrazioni ABBONAMENTO
FRAMMENTI DI ESISTENZE AMOROSE tratto da "Insopprimibili vizi" di Laura Ricci
Voci recitanti Enrica Rosso e Daniele Barcaroli Musiche dal vivo Sandro Paradisi
A oltre trent'anni di distanza, come nei celebri "Frammenti" barthesiani a cui la rivisitazione allude, la necessità del dire parte dalla considerazione che il discorso amoroso è, oggi come allora, relegato a un'estrema solitudine. Intimamente sussurrato da milioni di soggetti, desiderato fino al parossismo o all'ossessione ma abbandonato e soffocato dalla crudezza o dalla mediocre neutralità dei linguaggi circostanti, il discorso amoroso è condannato alla più inattuale delle derive. Ma è proprio su quest' onda che trova la ragione della sua affermazione, la sua caparbia esistenza/resistenza.

venerdì 4 dicembre
h. 21,00 Sala del Carmine  Migrazioni ABBONAMENTO
PASSIONE-PASOLINI
di e con Antonio Piovanelli, musiche di Franco Piersanti
L'autobiografia in versi scelti di Pasolini viene presentata allo spettatore in modo essenziale. L'attore Piovanelli-Pasolini ‘entra' ritualmente nella desolazione della vita di tutti i giorni, raccontando passioni politiche e l'eroico esercizio quotidiano della solitudine. L'infanzia, l'adolescenza quieta e fiduciosa tra le brume del Friuli, le accensioni liriche della Resistenza, l'arrivo a Roma, il progressivo sfaldarsi delle illusioni più nobili, l'atmosfera falsa ed equivoca degli anni Cinquanta; tutto questo balena in versi secchi, luminosi, abbaglianti, in grida furibonde. Tra questi lampi si inserisce lo struggente affetto per la madre, il lamento per la natura tradita. I suoi versi, come pietre, cadono sui grossi trafficanti, i ‘detentori di lotti', tutti coloro che impediscono, per loschi profitti, alla fede dell'uomo di espandersi e alla bontà di trionfare: uno dei più alti esempi di poesia civile.

sabato 12 dicembre h. 21,00
Sala del Carmine Migrazioni ABBONAMENTO
VOLUTTA'
Compilation passional-erotica al femminile
manipolata e orchestrata da Valeria Moretti ad opera di Enrica Rosso e Lucy Campeti, Produzione Camaleontierranti
All'unisono procedono i due respiri: quello dell'attrice Enrica Rosso e quello della vocalist Lucy Campeti. Insieme danno vita ad una sofisticata tessitura vocale. Un viaggio nella sessualità femminile all'insegna della voluttà. Un'escursione a volte ironica a volte ascetica a volte sfacciata nel continente del desiderio. Una mappa che si fa beffe del puro e dell'impuro e gioca con i sensi . Una parola carne che si innesta su una voce modulata che funge da impianto narrativo. In ulteriore sovrapposizione, a rendere tangibili i silenzi, la voce a cappella, dal vivo.
In ultimo rimane aperto l'interrogativo: è più scellerato resistere al desiderio o perdersi nelle sue spire?

 

 

domenica 31 gennaio h. 21,00
Sala del Carmine Migrazioni ABBONAMENTO
È BELLO VIVERE LIBERI!
Ispirato alla biografia di ONDINA PETEANI. Prima staffetta partigiana d'Italia deportata ad Auschwitz N. 81 672
VINCITORE PREMIO SCENARIO PER USTICA 2009
ideazione, drammaturgia, regia e interpretazione Marta Cuscunà costruzione degli oggetti di scena Belinda De Vito luci e suoni Marco Rogante Co- produzione Centrale Fies Operaestate Festival Veneto
È bello vivere liberi! è l'ultima frase che Ondina Peteani ha scritto a poche settimane dalla morte, quando, in ospedale, il medico le chiese di scrivere, a occhi chiusi, la prima frase che le fosse venuta in mente. Ondina, allora, ha scritto quello che sentiva profondamente: amore per la libertà.
Lo spettacolo si ispira alla prima parte della vita di Ondina fino alla liberazione dai campi di concentramento e mette in luce alcune particolari tematiche: il contributo fondamentale apportato dalla Resistenza femminile all'emancipazione della donna; i sogni di libertà, gli ideali di pace e fratellanza dei giovani che aderirono al Movimento di Liberazione; l'incubo della deportazione nazista e la sopravvivenza nei lager.
Vorrei che questo progetto raccontasse la Resistenza in un modo non retorico né nozionistico: trasmettendo l'entusiasmo, la voglia di vivere liberi, la gioia di lottare per difendere la democrazia e la libertà.

venerdì 5 febbraio h. 21,00
Sala del Carmine Migrazioni ABBONAMENTO
LA SERVA
di Gianni Clementi con Crescenza Guarnieri Musiche Stefano Saletti Regia Maurizio Panici Argot Produzioni Con il sostegno della Regione Lazio Assessorato alla Cultura Spettacolo e Sport
"La Serva" è una storia di ultimi ... ultimi nel "Primero Mundo" con l'assoluta necessità di amare.
Osservare la Serva è spiare un mondo sempre più a noi vicino, eppure così ostinatamente tenuto lontano. Estrella, la protagonista, vive e attraversa con leggerezza e sofferenza le difficoltà di un mondo parallelo che scorre nell'estenuante fatica del vivere quotidiano. Una "via crucis" alla ricerca dell'amore assoluto, mai consumato...
Lo spettacolo ci offre la possibilità di lasciarsi andare alle emozioni, ci apre squarci del cuore, a ferite dolorose, a nostalgie ... alla saudade. Ma La Serva è anche lo sguardo dal basso di chi vive in una società dell'opulenza travolta dall'eccessiva ricerca di un benessere edonistico fine a sé stesso.

COSTI
ABBONAMENTO a 7 spettacoli con carnet dei biglietti non nominativo Intero € 66 Ridotto € 50
Le riduzioni sono riservate a:
Allievi di tutti i corsi LTO, Abbonati Venti Ascensionali ‘08, Soci TeMa

Info prenotazioni e prevendite
SALA DEL CARMINE Via Loggia de' Mercanti 05018 Orvieto (TR)
Lun. e Merc. Ore 9,30/12,30 - Mart. E Ven. ore 17/19.
Dal 14 Settembre al 23 Ottobre Tutti i giorni dalle 10 alle 13, il Mart. e il Ven. dalle 18 alle 20
Tel e fax 0763 341265 - cell. 335/8164833 - macros2000@alice.it - teatrorvieto@hotmail.it

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio