cronaca

A Baschi arrestato per droga un 33enne. L'operazione condotta dalla Questura di Terni con la collaborazione del Commissariato di Orvieto

martedì 13 gennaio 2009
Arresto nella giornata di lunedì, per violazione della legge sugli stupefacenti, di un trentatreenne cittadino ucraino, R. I. residente a Baschi in frazione Collelungo. Ad eseguire la perquisizione disposta dalla Procura di Terni, che ha dato seguito all'arresto, è stato il personale della Sezione Antidroga della Questura di Terni, in collaborazione con quello del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto. Nell'abitazione dell'uomo venivano infatti rinvenuti e sequestrati 250 grammi di marijuana, una piantina essiccata di canapa indiana, materiale idoneo a confezionare e coltivare la droga, un telefono cellulare, un’agendina con conteggi vari. L’attività investigativa a carico dell’arrestato aveva preso il via nel mese di dicembre, dopo che il 7 dicembre una Volante aveva tratto in arresto in ventenne ternano C. F. e il minore T. G. per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due erano stati sorpresi in possesso, rispettivamente, di 173,4 e 20,8 grammi di marijuana. Dalle indagini della Sezione Antidroga emergeva che la sostanza era stata acquistata da un giovane indicato come il “tedesco”, identificato nel diciannovenne italiano H.D., nato appunto in Germania, a carico del quale l’Autorità Giudiziaria ternana emetteva un decreto di perquisizione, eseguito il 19 dicembre, in seguito al quale venivano rinvenuti 180 grammi di marijuana e materiale idoneo al confezionamento e alla pesatura della stessa. Il giovane veniva pertanto arrestato. L'attività investigativa della Sezione Antidroga faceva successivamente emergere che H.D. si era procurato la sostanza da un cittadino straniero che contattava su un’utenza cellulare, raggiungendolo in una località distante una settantina di chilometri da Perugia. Presso il gestore telefonico, si verificava che l’utenza mobile era intestata a R. I., verso il quale l’Autorità Giudiziaria ternana, nella persona del sostituto Procuratore Barbara Mazzullo, emetteva il decreto di perquisizione eseguito nella mattinata di ieri dalla Sezione Antidroga in collaborazione con il personale del Commissariato di Piazza Cahen. Espletate le formalità di rito, R. I. veniva associato al carcere di Orvieto.

Commenta su Facebook