cronaca

Un successo il Festival internazionale del Giornalismo di Perugia

sabato 19 aprile 2008
Piů di 40 mila presenze, oltre 200 giornalisti accreditati provenienti da tutto il mondo, 50 eventi tra dibattiti, presentazioni di libri, proiezione di documentari e interviste, 169 relatori di testate nazionali ed internazionali, due premi e quattro mostre: sono i numeri dell’edizione 2008 del Festival internazionale del giornalismo di Perugia. Il bilancio della manifestazione, fatto ieri in conferenza stampa dall’assessore regionale alla cultura Silvano Rometti, dal presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria Dante Ciliani e da Arianna Ciccone dell’Agenzia di comunicazione “Il Filo di Arianna”, “conferma il successo di una iniziativa che – ha detto Rometti - ha conquistato in sole due edizioni un posto importante nel panorama internazionale del giornalismo e della cultura. Evidentemente – ha proseguito l’assessore – la formula individuata ha raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati, andando a colmare un vuoto evidente se in cosě breve tempo il Festival ha riscosso un indiscutibile successo. I temi e le presenze che hanno contrassegnato le giornate dell’iniziativa hanno consentito di aprire un confronto tra operatori e cittadini che ha fatto bene alla democrazia e alla cultura. Si tratta di una delle pochissime manifestazioni che vede un protagonismo diretto della Regione, su cui come ente continueremo a puntare, convinti che costituisca anche un importante volano d’immagine per Perugia e per l’Umbria”. Per Dante Ciliani il Festival del giornalismo rappresenta “un’intuizione importante, a cui l’intera categoria ha dato attenzione. Non solo sui mezzi di stampa e di informazione, ma come momento significativo di confronto e di approfondimento sulla professione e sulle sue prospettive”. Per il presidente “non si č trattato di un Festival autoreferenziale, ma di un vero e proprio punto di riferimento per chi fa questa professione. La cornice istituzionale della manifestazione – ha aggiunto - non ha soffocato il dibattito e ciň ha consentito di smontare, insieme al pubblico, i meccanismi dell’informazione come strumento indispensabile di democrazia. Di raccontare storie individuali e collettive, di comprendere meglio dove siamo e in che direzione stiamo andando”. Tra gli intendimenti futuri quello di “dare al Festival un piů forte radicamento territoriale, anche con un maggiore coinvolgimento delle scuole e dei colleghi umbri”. “L’edizione 2009 del Festival – ha annunciato Arianna Ciccone - si terrŕ dall'1 al 5 aprile. Il prossimo anno contiamo di migliorare i risultati ottenuti, testimoniati anche dalle tante E-Mail ricche di entusiasmo che i partecipanti continuano ad inviarci”. Ciccone ha poi ricordato il recente articolo scritto dal vice direttore del “The Times of India” sulla manifestazione, “in cui ha abilmente ricreato l’atmosfera che si respirava a Perugia durante il Festival”, e la sottolineatura del giornalista “Maurizio Molinari colpito – ha detto Ciccone – dal numero di giovani colti e conoscitori delle lingue straniere che hanno animato gli incontri con ospiti provenienti da tutto il mondo. Abbiamo certamente toccato temi interessanti – ha concluso Ciccone – se durante il festival molti personaggi di valenza internazionale si sono trasformati da relatori in pubblico”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"