cronaca

Anche la Segheria avrà la sua rotatoria. Entro la fine dell'estate l'appalto dei lavori

mercoledì 24 maggio 2006
Approvato dalla Giunta Comunale di Orvieto, per un importo complessivo di 220.000 Euro, il progetto definitivo per la realizzazione della rotonda in località Segheria, redatto dai tecnici comunali Ing. Massimo La Rana e Geom. Luca Gnagnarini sulla scorta di uno studio di analisi trasportistica dell’Ing. Francesco Filippi di Roma. L’intervento verrà finanziato con contributo regionale nel rispetto delle previsioni del Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2006/2008 e di quello annuale 2006. “Con la dichiarazione di pubblica utilità dei lavori – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Germani - la fase operativa per l’inizio dei lavori entra nel concreto. Si tratta di un’opera estremamente importante che va a risolvere uno dei nodi e dei problemi strategici della viabilità orvietana, un luogo che, in passato, ha visto purtroppo numerosi incidenti. Con questa opera il problema della circolazione in quella zona nevralgica trova la migliore soluzione tecnica. L’allungamento dei tempi della fase progettuale prima dell’approvazione è dipeso dall’adeguamento dello strumento urbanistico e dalle complesse procedure di esproprio. La fase di affidamento dei lavori dovrebbe proseguire speditamente, e riteniamo che l’appalto dell’intervento possa avvenire entro la fine di questa estate”. L’abitato della Segheria-Gebelletta su cui, alle pendici occidentali della Rupe di Orvieto, insisterà la rotatoria, si sviluppa lungo tre assi stradali: Via della Segheria (S.S. Umbro-Casentinese), Via della Gabelletta e la S.P. dell’Arcone. Le attuali intersezioni stradali che costituiscono nodi di interscambio del traffico veicolare nella direzione di Sferracavallo – Orvieto Scalo – Orvieto Centro –Cimitero / Zona Viterbese, non sono provviste di semaforo e rappresentano punti di criticità sia per la scarsa visibilità dei flussi in incrocio, sia per il numero notevole di flussi che si muovono in entrambi i sensi. Dopo una attenta analisi delle tipologie di intervento possibili, il progetto per la realizzazione di una rotatoria di medie dimensioni nasce dalla duplice esigenza di ridurre gli elementi di criticità e di razionalizzare l’impatto del traffico, specie quello dei mezzi pesanti, sull’abitato della Segheria-Gabelletta. La rotatoria avrà un diametro esterno di 32 mt e sarà interposta nel principale nodo di traffico. Una adeguata segnaletica, verticale e orizzontale, assicurerà l’ingresso e la percorribilità della rotatoria, riducendo drasticamente la pericolosità dei nodi con opportuni accorgimenti (illuminazione, strisce pedonali, segnali di ‘dare precedenza’ di grande dimensione). Durante l’esecuzione dell’opera verranno realizzati piani di sicurezza e opere provvisionali, organizzazione dei tempi e, nella fase critica, la presenza costante di maestranze, addetti alla disciplina della circolazione e segnaletica semaforica. Per la realizzazione della rotatoria verrà realizzato un muro di modesta altezza (non superiore a 1,5 mt) rivestito in tufo a sostegno di parte del terreno vegetale attualmente presente, un altro muro di sostegno (altezza massima 2,5 mt) che si svilupperà a partire dalla nuova rotonda lungo la via della Segheria per 80 metri lineari. Altre opere collaterali interesseranno la rete dei servizi finalizzati alle acque meteoriche, alla illuminazione pubblica, alla sistemazione a verde delle aree di delimitazione dei flussi di traffico con essenze erbacee ed arbusti nel rispetto delle prescrizioni del vigente PTCP.

Commenta su Facebook