cronaca

Composto e commosso il saluto funebre a Luca Coscioni

mercoledì 22 febbraio 2006
Al suono del Requiem di Mozart è stato dato, a Orvieto, il saluto funebre a Luca Coscioni: non un “addio” ma, nel registro non definitivo e aperto da tutti scelto, un “ciao” o, come si è espresso Francesco Pullìa, un “arrivederci”: arrivederci nostro insostituibile presidente, buon viaggio…, queste le precise parole. Il feretro è giunto puntualissimo in Piazza del Popolo – una piazza meno gremita di quanto ci si aspettasse, ma attenta e commossa, con le bianche bandiere della “Rosa nel pugno” – e, dopo qualche minuto di silenzioso pathos, sono iniziati dal palco i saluti ufficiali a Luca Coscioni, quasi tutti modulati con il registro diretto del “tu”, come si trattasse di una conversazione ad alta voce con Luca. Ad aprire è stato il sindaco di Orvieto Stefano Mocio, visibilmente commosso, che dopo aver salutato direttamente i familiari, ha voluto ricordare la figura di Luca Coscioni partendo dall’esperienza diretta del comune impegno in Consiglio Comunale negli anni 1995-97: “anni in cui – ha affermato il sindaco – ho ravvisato in Luca una persona capace e determinata, cosa che non mi ha fatto in seguito meravigliare dell’alto valore del suo impegno civile e politico.” Il primo cittadino di Orvieto, manifestando ammirazione per la grande eredità di passione e di coraggio che Luca Coscioni lascia, si è assunto l’impegno, come sindaco di Orvieto - città della cultura, della solidarietà e della convivenza - di adoperarsi per fare della città un luogo di ascolto e di approfondimento dei temi della ricerca scientifica, così da ampliare la coscienza collettiva rispetto al progredire dei diritti. E’ toccato invece a Francesco Pullìa il compito di porgere a Luca il saluto della “Rosa nel pugno”, ricordando i comuni momenti di intensa passione civile, ma anche quelli di affetto e di scambio con i tanti e comuni compagni. “Grazie Luca – ha affermato Pullìa – per la luce che ci hai comunicato dal tuo deserto, quel deserto da cui hai iniziato una sfida, un lungo e avvincente cammino. La sabbia della vita è più difficile di quella del deserto. Con quel cammino hai saputo restituire alle parole il senso negato”. Non sono mancati alcuni accenni polemici - sia nell’intervento di Pullìa, che in quelli di Marco Cappato, Daniele Capezzone, Emma Bonino e Marco Pannella - rispetto a quello che alla figura politica di Luca Coscioni è stato negato: leader scomodo che, dalla stessa coalizione di centro sinistra è stato, rispetto alla sua possibile candidatura alle politiche del 2001, o alla sua presenza nella commissione di bioetica, non riconosciuto e osteggiato. “Siamo tutti un po’ più soli – ha affermato Emma Bonino – abbiamo perso un amico e un compagno, ma vorrei che non si dimenticasse che il paese ha perso un grande leader politico, vorrei che non si dimenticasse la sua capacità di leadership politica negata e oltraggiata. Vorrei che il Paese si abituasse a riconoscere i migliori dei suoi figli non da morti ma da vivi.” “Luca, in attesa di cambiare il mondo – ha concluso – era riuscito a cambiare se stesso. E’ così che si va avanti e si cambia la politica, se tutti facessimo così, mondo e politica migliorerebbero”. Commosso il saluto di Cappato, che con belle immagini ha messo in evidenza il potere e la pregnanza delle parole di Luca. “Forse perché ogni parola, per la sua malattia, gli costava così tanta fatica, non se ne poteva mai trovare una debole o una di troppo - ha affermato – e la forza che è scaturita, per gli altri, da una persona solo apparentemente ‘debole” come lui ci trasmette un’eredità da portare avanti per altre 10 mila persone malate dello stesso problema.” Significative le parole di Capezzone, che ha sottolineato come anche il radicalismo è stato cambiato dall’incontro con Luca. E come, in fondo, è cambiato qualcosa anche nella Città di Luca, Orvieto, che per la prima volta ha visto un pubblico saluto laico, nel rispetto dei valori di tolleranza, pluralismo culturale e etico che i radicali portano avanti. “Sono state dette tante splendide parole in questi giorni – ha concluso – ora consentite che divengano fatti per tutti i Luca silenziosi che ci sono nel mondo”. Per la “Rosa nel Pugno” è intervenuto anche Boselli: un breve saluto in cui ha messo in evidenza lo straordinario amore per la vita manifestato da Luca Coscioni, per la sua e per quella degli altri, e la sua passione politica per la libertà della scienza, che significa anche libertà dal dolore. A concludere è stata la mitica, storica figura di Marco Pannella: un lungo intervento, pieno di digressioni e di riflessioni, di rimandi e di citazioni, come è proprio dello stile del personaggio che, in sostanza, ha voluto soprattutto trasmettere la figura di Luca Coscioni come una vera e propria eruzione di energia, con tutta la fattiva, concreta urgenza degli ideali che vengono da dentro : “Un esempio di antropologia altra – ha affermato – della forza della non violenza, un esempio di quell’alternativa liberale, socialista, laica, radicale che è parte della nostra storia”. “Parlerai con i tuoi scritti – ha concluso Marco Pannella – con la tua storia, con il tuo amore, con il tuo dolore, mai amaro, che al dolore ha saputo coniugare la felicità”.

Scarica 'Il Maratoneta'

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 marzo

"Giornate FAI di Primavera". Nel segno di Ippolito Scalza, la 25esima edizione

Tornano a splendere i dipinti delle chiese di S.Giovanni Battista e S.Caterina d'Alessandria

A Ficulle, visita alla Chiesa di Santa Maria Nuova ed eventi collaterali

"Festa dell'Iscrizione" in musica per l'Associazione Ex Alunni del Liceo Classico "Gualterio"

Per la Zambelli Orvieto, c'è l’appuntamento interno col Cesena

Nando Mismetti eletto presidente Upi Umbria dall'assemblea generale

"Camminare per conoscerci", il Comune presenta il calendario delle iniziative Trekking e Nordic Walking 2017

Provincia, mobilitazione no tagli: "Solo 500 euro per ogni scuola, sicurezza a rischio"

Informazioni sulle chiusure della circolazione per la gara podistica

73esimo anniversario dell'Eccidio di Camorena, il programma delle celebrazioni

Parlamento Europeo a Norcia. Marini: "Gesto concreto vicinanza a popolazioni colpite”

"Terra di Confine 2013", ed è subito magia. Domenica di degustazione alla Tenuta Vitalonga

"Cara Radio...sfiorami la mano". Al Mancinelli la coproduzione di Filarmonica, Scuola di Musica e TeMa

"Insieme a te non ci sto più". Al Teatro Spazio Fabbrica, il quintetto di Marco Morandi

Foto di una madre

Te la dò io, l'Euro

Tra Arpa e Confindustria Umbria si rinnova il dialogo sulle tematiche ambientali

Post-sisma, misure urgenti per l'intero comparto turistico

Orvieto incontra Jack Sintini. "La forza e il coraggio dello sport nelle avversità della vita"

Orvietana al Muzi, con il Cannara è il momento della verità

Moria di pesci in concomitanza con la piena. "Salviamo il lago di Corbara"

Rifacimento della segnaletica stradale, via alla seconda fase

"Per...Altro". Convegno AUCC e rappresentazione teatrale al Santa Cristina

Gli allievi dell'Alberghiero visitano Falesco e Museo delle Scienze Agroalimentari

Musical a Porta d'Orvieto, arriva "Las Aventuras de Luna"

Giuseppina Mellace presenta il libro "Delitti e stragi dell'Italia fascista dal 1922 al 1945"

Il Liceo Artistico va a scuola di benessere. Fra orti sinergici, laboratori integrati e Zen

Intorno alla Rupe cresce l'economia della Grande muraglia, in molti vogliono vendere ai cinesi

Bambini sotto shock per l’attentato. Come aiutarli?

Urla, polemiche e promesse: dibattito e voto in Regione su Le Crete

A Collevalenza la 34esima rappresentazione della Via Crucis

Pasqua a Lugnano in Teverina, tutti gli appuntamenti

Politica dei rifiuti o degli assensi?

Azienda Usl Umbria 2, nessuna riduzione o sospensione dei servizi durante le festività pasquali

Controlli rafforzati per il ponte di Pasqua. Arresti, denunce e allontanamenti

Anche la sezione primavera "L'Altalena" all'Ovo Pinto di Civitella del Lago

Psr Umbria 2014-2020: oltre 48milioni di euro per sviluppo locale

Maxi-concorso regione, prova preselettiva tra i 31.909 candidati

Mettere un freno all'accattonaggio, la Lega Nord chiede maggiori controlli

Partito il ciclo di conferenze su Bartolomeo di Alviano

Elisabetta Antonini e Marcella Carboni al Tuscia in Jazz con il loro progetto Nuance

72 anni fa l'eccidio dei Sette Martiri di Camorena, Orvieto li ricorda così

Anas: 4,5 milioni di euro in tre anni per la manutenzione ordinaria delle strade statali dell'Umbria

"Appendere...ad Arte". Mostra nell'ex chiesa di San Giacomo Maggiore

Servizio interforze per contrastare micro-criminalità, commercio abusivo e accattonaggio molesto

Anche la Cia è contraria all'ampliamento della discarica: "La Regione riveda le sue posizioni"

Pizze di Pasqua, i premiati della 14esima edizione. Degustazioni e solidarietà

Eccidio di Camorena, le iniziative del Centro di documentazione popolare

Geotermia e biomasse, il consiglio comunale dice no

Ripartire dall'olivicoltura per promuovere il territorio

Puc 3. Sì della giunta ai bandi per interventi di edilizia residenziale e attività produttive

"Netland". Alla sala polivalente, c'è l'assemblea informativa sul Puc 3

Al Teatro dei Rustici la Compagnia "Un Sacco DiVersi" presenta "Come d'autunno"

I pendolari di Orte pronti a manifestare contro la soppressione dell'Ic 598

I Porti della Teverina. Al Teatro dei Calanchi di Lubriano "I nuovi lineamenti delle mafie"

Dopo Fabio Bistoncini, il Cenacolo del Csco propone un incontro sull'educazione finanziaria

Lo Sportello d'Ascolto Integrato lancia una campagna di sensibilizzazione contro lo stalking

Energia elettrica interrotta. Restyling delle cabine Enel in località Padella e Poggente

Biomasse. Terzino replica al comitato e annuncia un incontro con i sindaci dell'alto Orvietano

"Con i cittadini per Castel Giorgio": "Lo chiedevamo da più di due anni"

"Prima di tutto Castel Giorgio": "Salvaguardia del territorio e mancanza di condivisione delle scelte amministrative"

Orvieto dice sì al Centro di ricerca e formazione per la salute e l'alimentazione

Lavezzini Parma vs Azzurra Ceprini Orvieto: 64 a 55. Mercoledì a Cagliari e sabato si chiude a Porano contro Umbertide.

Chi è chi. Antonio Amatulli, tecnico esperto ma soprattutto amico vero di Azzurra

Quando il destino si diverte ad intrecciare un'esistenza con un territorio

Al San Giovanni presentazione del Progetto Farsiccia e Consumer Test

L'Orvieto Basket fa 2 su 2, battuto anche Rieti

Sei patenti ritirate dai carabinieri per abuso di alcool e droga

Torna l'iniziativa "L'insalata della nonna" dedicato alle erbe spontanee mangerecce

Eolico sul Peglia. La Provincia replica a De Sio: "Nessuna norma elusa"

Catena di solidarietà dei dipendenti Enel per donare il sangue

Con la rassegna "Amarcord" la Montegabbione del passato rivive nei filmati amatoriali

Preadottato il nuovo calendario venatorio. Si parte il 2 settembre

"Primavera e poesia" al Caffè del Teatro con i Lettori Portatili

Al Mancinelli per "Visioni di futuro" Pannelli e Tagliabue portano in scena "A slow air"

Itw Lkw accanto a Legambiente e Kyoto Club per discutere di geotermia come sviluppo

Falsa inaugurazione? Luciani (Identità e Territorio) interroga la giunta sulla nuova sala operatoria

Il business dell'oro rubato fruttava 4 milioni l'anno. Manette anche nell'Orvietano