cronaca

Composto e commosso il saluto funebre a Luca Coscioni

mercoledì 22 febbraio 2006
Al suono del Requiem di Mozart è stato dato, a Orvieto, il saluto funebre a Luca Coscioni: non un “addio” ma, nel registro non definitivo e aperto da tutti scelto, un “ciao” o, come si è espresso Francesco Pullìa, un “arrivederci”: arrivederci nostro insostituibile presidente, buon viaggio…, queste le precise parole. Il feretro è giunto puntualissimo in Piazza del Popolo – una piazza meno gremita di quanto ci si aspettasse, ma attenta e commossa, con le bianche bandiere della “Rosa nel pugno” – e, dopo qualche minuto di silenzioso pathos, sono iniziati dal palco i saluti ufficiali a Luca Coscioni, quasi tutti modulati con il registro diretto del “tu”, come si trattasse di una conversazione ad alta voce con Luca. Ad aprire è stato il sindaco di Orvieto Stefano Mocio, visibilmente commosso, che dopo aver salutato direttamente i familiari, ha voluto ricordare la figura di Luca Coscioni partendo dall’esperienza diretta del comune impegno in Consiglio Comunale negli anni 1995-97: “anni in cui – ha affermato il sindaco – ho ravvisato in Luca una persona capace e determinata, cosa che non mi ha fatto in seguito meravigliare dell’alto valore del suo impegno civile e politico.” Il primo cittadino di Orvieto, manifestando ammirazione per la grande eredità di passione e di coraggio che Luca Coscioni lascia, si è assunto l’impegno, come sindaco di Orvieto - città della cultura, della solidarietà e della convivenza - di adoperarsi per fare della città un luogo di ascolto e di approfondimento dei temi della ricerca scientifica, così da ampliare la coscienza collettiva rispetto al progredire dei diritti. E’ toccato invece a Francesco Pullìa il compito di porgere a Luca il saluto della “Rosa nel pugno”, ricordando i comuni momenti di intensa passione civile, ma anche quelli di affetto e di scambio con i tanti e comuni compagni. “Grazie Luca – ha affermato Pullìa – per la luce che ci hai comunicato dal tuo deserto, quel deserto da cui hai iniziato una sfida, un lungo e avvincente cammino. La sabbia della vita è più difficile di quella del deserto. Con quel cammino hai saputo restituire alle parole il senso negato”. Non sono mancati alcuni accenni polemici - sia nell’intervento di Pullìa, che in quelli di Marco Cappato, Daniele Capezzone, Emma Bonino e Marco Pannella - rispetto a quello che alla figura politica di Luca Coscioni è stato negato: leader scomodo che, dalla stessa coalizione di centro sinistra è stato, rispetto alla sua possibile candidatura alle politiche del 2001, o alla sua presenza nella commissione di bioetica, non riconosciuto e osteggiato. “Siamo tutti un po’ più soli – ha affermato Emma Bonino – abbiamo perso un amico e un compagno, ma vorrei che non si dimenticasse che il paese ha perso un grande leader politico, vorrei che non si dimenticasse la sua capacità di leadership politica negata e oltraggiata. Vorrei che il Paese si abituasse a riconoscere i migliori dei suoi figli non da morti ma da vivi.” “Luca, in attesa di cambiare il mondo – ha concluso – era riuscito a cambiare se stesso. E’ così che si va avanti e si cambia la politica, se tutti facessimo così, mondo e politica migliorerebbero”. Commosso il saluto di Cappato, che con belle immagini ha messo in evidenza il potere e la pregnanza delle parole di Luca. “Forse perché ogni parola, per la sua malattia, gli costava così tanta fatica, non se ne poteva mai trovare una debole o una di troppo - ha affermato – e la forza che è scaturita, per gli altri, da una persona solo apparentemente ‘debole” come lui ci trasmette un’eredità da portare avanti per altre 10 mila persone malate dello stesso problema.” Significative le parole di Capezzone, che ha sottolineato come anche il radicalismo è stato cambiato dall’incontro con Luca. E come, in fondo, è cambiato qualcosa anche nella Città di Luca, Orvieto, che per la prima volta ha visto un pubblico saluto laico, nel rispetto dei valori di tolleranza, pluralismo culturale e etico che i radicali portano avanti. “Sono state dette tante splendide parole in questi giorni – ha concluso – ora consentite che divengano fatti per tutti i Luca silenziosi che ci sono nel mondo”. Per la “Rosa nel Pugno” è intervenuto anche Boselli: un breve saluto in cui ha messo in evidenza lo straordinario amore per la vita manifestato da Luca Coscioni, per la sua e per quella degli altri, e la sua passione politica per la libertà della scienza, che significa anche libertà dal dolore. A concludere è stata la mitica, storica figura di Marco Pannella: un lungo intervento, pieno di digressioni e di riflessioni, di rimandi e di citazioni, come è proprio dello stile del personaggio che, in sostanza, ha voluto soprattutto trasmettere la figura di Luca Coscioni come una vera e propria eruzione di energia, con tutta la fattiva, concreta urgenza degli ideali che vengono da dentro : “Un esempio di antropologia altra – ha affermato – della forza della non violenza, un esempio di quell’alternativa liberale, socialista, laica, radicale che è parte della nostra storia”. “Parlerai con i tuoi scritti – ha concluso Marco Pannella – con la tua storia, con il tuo amore, con il tuo dolore, mai amaro, che al dolore ha saputo coniugare la felicità”.

Scarica 'Il Maratoneta'

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 maggio

Addio a Sergio Riccetti, Orvieto piange il volto simbolo della città

Un ringraziamento all'Unità Spinale del Santa Maria della Misericordia

"Il Maggio dei Libri". Tre iniziative in arrivo per "leggere, e leggere ovunque!"

Giulio Basili, arriva da Porano il nuovo Valentino?

In Piazza della Pace si rinnova l'appuntamento con la "Fiera della Funicolare"

Germani: "Addio a una bella persona che ha rappresentato degnamente gli orvietani"

Serata jazz con Mauro Verrone & Friends

Si presenta il libro "L'Antilope e il Leone. Una vita da allergico"

Certamen Dantesco, al Palazzo dei Sette la premiazione del concorso

Gianfranco Gobbini tra i protagonisti de "L'Arte in Cucina". Dalla tela alla tavola, l'artista che dipinge con lo zafferano pievese

"Bimbi in cucina, mamme in classe". I più piccoli prepararano ricette locali

Il Comune pubblica il piano operativo conformato al Pit

"Orgoglioso di averlo conosciuto ed essergli stato vicino!"

"Sorgenti Cinematografiche" al Festival di Arte e Fede. Tutte le proiezioni in arrivo

Solennità del Corpus Domini 2018. Il programma delle manifestazioni, la disciplina della circolazione

Continua con successo la mostra "Magnifica Graeca. Capolavori greci dai magazzini dei musei dell'Umbria"

Giovedì 24 maggio alle 15.30 in Duomo i funerali di Sergio Riccetti

Nuova fototrappola per contrastare comportamenti illeciti nel conferimento dei rifiuti

Premiazione degli elaborati del Concorso di poesia e narrativa "Saverio Marinelli"

Firmato un nuovo protocollo d'intesa per il potenziamento dell'Ippovia Slow sulla Via di Francesco

Una nuova stagione per la sanità del Lazio. Panunzi: "Parte il ricambio generazionale"

Pagliara (Promotuscia): “Gli educational tour mirati sono uno strumento fondamentale di marketing territoriale"

Comitato sorveglianza Fse-Fesr 2014-2020. "Puntare su qualità investimenti ed efficacia risultati"

"Il gesto di Emos fa onore a lui e anche alla nostra comunità"

Taglio dell'erba nella zona di San Giovanni e Piazza Malcorini

Attesa finita, apre al pubblico la Tomba dei Demoni Azzurri

"Cantine Aperte" compie 25 anni. Festa "open air" insieme ad Airc nelle vigne

"Madonna della Cava", festeggiamenti 2017 concentrati in una sola domenica

"Fremito d'Ali", tra arte e natura all'Oasi WWF Lago di Alviano

Cascata delle Marmore, scoperta una nuova grotta

Comitato Risparmiatori: "Fondo di solidarietà BpB, apprezzabile ma non risolutivo"

Collaborazione fra CIA Umbria e Piemonte per la presenza in fiere e mercati di aziende delle zone terremotate

La FABI presenta i risultati dell'indagine "Quando lo stress diventa patologia?"

Presentazione del Meridiano Mondadori dedicato allo scrittore Luigi Malerba

Giustizia, la proposta di legge verso l'approvazione

A Sarnano vince il maltempo, Vezzosi lascia il trono per un soffio

Orvieto Fc. Secondo posto per la Categoria Juniores alla Coppa Umbria

Il Ministro dell'Interno Marco Minniti a Todi per parlare di legalità, sicurezza e giustizia

Provincia, sit-in dei dipendenti per protesta contro i tagli

Nuova segnaletica turistica pedonale nel centro storico, installate le mappe

Incontro tra l'Amministrazione Comunale e il Console USA in Italia Tavenner

Per "Cantine Aperte" modifiche alla circolazione sulla strada vicinale del Romitorio

Modifiche alla circolazione, il mercato trasloca in Piazza Cahen

"La Tuscia e i suoi fotografi" al Disucom, appuntamento a Santa Maria in Gradi

Nuovi ruoli in casa Azzurra. De Fraia: "Onorata di lavorare con coach Romano"

Leonardo Cenci incontra i detenuti del carcere con il magistrato Nicla Restivo

"La scuola che piace a noi". Un esempio virtuoso di collaborazione

Zaira Marchesini, maestra d'ironia. Dopo il convegno Fidapa, l'intitolazione della Confaloniera?

Zaira

Madre e figlio trovati morti, gli inquirenti si affidano all'autopsia per fare luce sul mistero

Coppia felice, come sopravvivere alla nascita dei figli

Mancata approvazione del preventivo, arriva la diffida dal Prefetto

La Marini a sostegno della lista di Filippetti, evento alla casa del Popolo

Alleanza tra Umanità e Ambiente, chiude il ciclo di incontri di Nova Civitas

Salute e discarica, il caso Bagni: Germani: "La Usl dovrà fornire i dati"

Aree Interne: ok del consiglio al Preliminare di strategia

Teatro Mancinelli, festa di compleanno. E basta?

Punto di ascolto sui disturbi alimentari, via al corso di formazione

Allo Scalo chiuso per due giorni lo sportello Anagrafe e Ufficio relazioni con il pubblico

Progetto "Viaggio nella natura". I bambini diventano ambasciatori dell'ambiente

Processione religiosa del Corpus Domini. Disciplina della circolazione

Asili Nido a porte aperte. Tre appuntamenti per conoscere le attività degli asili nido del Comune

Luce nuova per il centro storico. Due giorni di lavoro per le squadre Enel

Festa della Repubblica del Vino alla Tenuta Vitalonga

"L'Abbraccio del Padre". Musical nella basilica dell'Amore Misericordioso

Degustazioni, musica e visite all'ipogeo etrusco della cantina Poggiocavallo

Intitolata a Luca Coscioni, la "Sala Studio" della biblioteca "Fumi"

Il Memorial "Coscioni" si fa in 7. Ecco le stelle dell'atletica leggera in arrivo

Nasce l'albo sostenitori Cittaslow. In Comune la presentazione del progetto

Nuova riunione di zona per l'associazione "Orvieto per tutti"

"The latin we need". Disponibile la versione inglese del saggio di Mario Tiberi

Johnny DalBasso in concerto. Live al Valvola per presentare "IX"

Escursione al Castello di Corbara con l'Asds Majorana

Identità e Territorio: "Risoluzione fa rima con restaurazione"

L'Unitre festeggia Shakespeare con "Sonetti in un pomeriggio di mezza Primavera"

Giochi pubblici a Sferracavallo e Ciconia, gli interventi del Comune