cronaca

Terremoto magnitudo 4.2 a Spoleto. Avvertito anche nell'Orvietano

giovedì 15 dicembre 2005

Paura oggi in Umbria, per una scossa di terremoto di magnitudo 4.2, registrata alle 14,28 con epicentro nei pressi di Spoleto.
Non si registrano danni rilevanti alle cose o feriti, ma domani e sabato le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse a Spoleto, a scopo cautelativo, e la protezione civile regionale in allerta.

La scossa stata distintamente avvertita in Umbria, fino a Foligno, Assisi, Perugia, Massa Martana e Narni, avvertita anche in provincia di Terni e nella stessa Orvieto. stata inoltre avvertita nelle Marche, in Abruzzo e in Toscana, nell' Aretino. Questo - ha spiegato il direttore dell' Osservatorio sismico perugino, padre Martino Siciliani - del tutto normale, perch stata a 9 chilometri di profondit e con energia sufficiente per diffondersi facilmente.

Da una decina di giorni nella zona si registrano piccoli eventi con un continuo crescendo: marted scorso con magnitudo 3.1, questa mattina 3.3 e nel primo pomeriggio 4.2. Alle 18.57 di oggi stata poi registrata un' altra scossa, di magnitudo 2.5. "Nella zona dell' epicentro, a Eggi, 4-5 chilometri a Nord di Spoleto - ha spiegato padre Siciliani - esistono due faglie attive. Ci vorr un p di tempo per capire se proprio quelle hanno provocato le scosse di questi giorni, che tuttavia si collocano sicuramente nel distretto circostante. Si tratta tuttavia di faglie non molto grandi ed quindi improbabile - ha aggiunto - che possano verificarsi fenomeni sismici pi consistenti di quello di oggi pomeriggio, anche se dovremo aspettarci altre scosse lievi."

 Nessun collegamento, inoltre, esiste fra queste due faglie e quella, molto pi grande, che attraversa l' Appennino e che aveva causato il sisma del '97 in Umbria e nelle Marche. Vigili del fuoco, protezione civile e sindaci dei comuni interessati, come detto, non segnalano danni rilevanti, ma soltanto alcuni cornicioni pericolanti. Sono tuttavia in corso i controlli. Molte persone si sono riversate in strada per la paura. A Spoleto, dove domani e sabato i ragazzi non andranno a scuola, alcuni studenti gi stamani avevano deciso di non entrare in classe, dopo la scossa delle 7.

Commenta su Facebook