cronaca

Dura presa di Posizione della CGIL sulla riorganizzazione del Presidio Ospedaliero

mercoledì 14 settembre 2005
La Funzione Pubblica provinciale di Terni e la Camera del Lavoro di Orvieto esprimono, in un documento congiunto, forti preoccupazioni per la situazione del Presidio Ospedaliero di Orvieto, che peggiora giorno dopo giorno.
A fronte della presunta riorganizzazione che dovrebbe rivoluzionare la sanità orvietana, la situazione di fatto fa registrare, a tutt’oggi, lunghe liste d’attesa e un’insostenibile carenza di personale.
“Qualche dubbio – affermano i due organismi - anche per come sono andate le cose, inevitabilmente matura”.

La convinzione espressa è che la discussione sulla riorganizzazione del Presidio del Santa Maria della Stella non possa essere effettuata in maniera isolata rispetto al quadro complessivo del contesto sanitario territoriale della provincia di Terni.
Queste sono le vere domande che, secondo la CGIL e la Funzione pubblica, bisognerebbe porsi :

• quale dovrà essere il futuro della realtà ospedaliera di Orvieto all'interno della ASL 4 ?
• come dovrà integrarsi, per esempio, con gli altri Presidi Ospedalieri?
• Che ruolo avrà rispetto al nuovo presidio di Narni-Amelia?
• e ancora, quale funzione svolgerà rispetto all'Azienda Ospedaliera di Terni?

”Noi siamo convinti – si afferma sempre nel documento congiunto - che, alla luce dell'attuale situazione finanziaria in cui verte il Sistema Sanitario Nazionale e Regionale, non si può affrontare il terreno di una riorganizzazione senza prendere in esame i quesiti suddetti”.

Camera del lavoro e Funzione pubblica condividono dunque le preoccupazioni dei lavoratori e dei cittadini orvietani che legittimamente, nelle proposte di riorganizzazione avanzate dalla Direzione Generale, non hanno colto nessun elemento che possa realmente distinguere questa realtà sanitaria e che ne temono dunque la dequalificazione.

Nel documento si afferma che la trasformazione dovrebbe avvenire attraverso l'individuazione di nuovi indirizzi sanitari caratterizzanti, in un quadro generale in cui l'insieme delle strutture ospedaliere dell'Azienda non rappresenti la somma algebrica di presidi identici, ma il risultato di un insieme sinergico di differenti specialità ed diversi indirizzi sanitari per realizzare un quadro di eccellenza.
”Siamo certi che solo questa impostazione eviterebbe fughe di "cervelli", ma soprattutto di Persone costrette a rivolgersi presso altre realtà territoriali”, aggiunge il documento.

L’analisi delle due organizzazioni prosegue duramente in rapporto al problema dell'integrazione tra Ospedale e Territorio, che non viene minimamente trattata nell’ipotesi di riorganizzazione, se non per affermare il principio che "ospedale è bello" anche per quelle strutture che storicamente e razionalmente sono territoriali come le RSA (Residenze Sanitarie Assistite) e le Hospice, le quali invece, nel nuovo progetto, sembrerebbero incluse all'interno del presidio ospedaliero stesso.

Forti le perplessità anche rispetto alla realizzazione della Medicina d'Urgenza, che convince nel principio ma non nell'ipotesi di realizzazione. Considerando infatti che la diagnostica per immagini e di laboratorio presenta enormi problemi che nonostante l'imput delle organizzazioni sindacali non sono mai stati affrontati, le OO.SS. si chiedono con una punta di polemica quale potrebbe essere il risultato di una Unità Ospedaliera come la Medicina d'Urgenza, vero e proprio "filtro" per la degenza ordinaria, senza le apposite corsie preferenziali con i Laboratori o con le Radiologie, e come sarebbe possibile una riduzione dei tempi di degenza, rendendo più efficaci ed efficienti i ricoveri, senza modificare l'attuale modello di lavoro.

Un’ultima e doverosa riflessione è riservata alle Risorse Umane, che in una riorganizzazione non possono essere un optional. La stima della Direzione per Infermieri e OSS prevede infatti solo circa 9 Infermieri in più per la messa in opera del nuovo Presidio, numero che, in termini di ragionevolezza, appare deavvero insufficiente.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 novembre

Ferdinando Frignani, Nando per gli amici. 1941-2016

L'Orvieto Fc impatta per 2-2 nel ritorno di Coppa Italia regionale contro la Gadtch

"Raccontando Viterbo tra lavatoi e fontane nei luoghi delle donne"

Olimpieri (IeT): "Germani torna a privatizzare i servizi pubblici"

Scompare il bambino affidato ai Servizi Sociali del Comune. Ricerche in corso

"Per un'Italia più semplice, cambiare Sì può". Incontro al Palazzo dei Sette

Unione Orvietana Rugby. Piccoli campioni, grandi risultatati sul campo

Immigrazione, al via l'iscrizione ai corsi gratuiti di lingua e formazione civica italiana

Al Mancinelli Francesca Reggiani svela "Tutto quello che le donne (non) dicono"

La lettura in età prescolare, l'Umbria tra le sette regioni italiane inserite nel progetto pilota nazionale

Nella linfa

Non voglio pensare al viaggio

Pucciarini (Cpo): "Bene l'approvazione della legge, così si combatte anche violenza contro le donne”

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, le azioni messe in campo dal Comune

Stadio Muzi, sì al progetto per la sistemazione dell'edificio spogliatoio del nuovo campo da calcio

Complanare, disco verde al progetto esecutivo per la realizzazione delle opere di completamento

Sisma, possibilità per chi alloggia in albergo di richiedere avvicinamento in strutture più prossime ai luoghi di residenza

Al Vecchio Frantoio Bartolomei, "L'olio è femmina"

Anas, riaperta la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre tra Spoleto e Norcia

Fisar Orvieto, consegna degli attestati di secondo livello e cena degli auguri di Natale

A gennaio Norcia avrà una nuova scuola elementare grazie a Coop

Chioccia & Tsarkova volano a New York, art exhibition a "The Jazz Gallery"

Maurizio Filippi si aggiudica il titolo di miglior sommelier d'Italia

Meteo

venerdì 24 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 9.8ºC 99% buona direzione vento
sabato 25 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.4ºC 94% foschia direzione vento
15:00 14.4ºC 71% buona direzione vento
21:00 11.6ºC 98% foschia direzione vento
domenica 26 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.7ºC 86% buona direzione vento
15:00 5.4ºC 72% buona direzione vento
21:00 1.3ºC 86% buona direzione vento
lunedì 27 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 3.7ºC 60% buona direzione vento
15:00 5.7ºC 55% buona direzione vento
21:00 -1.0ºC 69% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni