cronaca

A Porano in dirittura d'arrivo la Prima Convention della Giocoleria Etrusca

mercoledì 17 agosto 2005
di Laura Ricci

Torna a Porano, la prossima settimana, l’appuntamento ormai classico e consolidato con il mondo nazionale e internazionale della Giocoleria.
Non sarà, quest’anno, la Convention Italiana, che per varie e straordinarie ragioni si è svolta a Porano - per la V, VI e VII edizione - per ben tre anni consecutivi. Lo spirito della Giocoleria è infatti portare la Convention ogni anno in una città diversa, proprio per diffondere il più possibile e dal vivo questa pacifica, peculiare cultura. E nel 2005, infatti, l’VIII Convention della Giocoleria si è già svolta, a fine giugno, a Correggio.
Ma Porano non poteva rinunciare a una manifestazione che così profondamente ha messo radici sia nel cuore degli abitanti, sia nel cuore dei molti giocolieri e artisti di strada che negli anni passati si sono adoperati, insieme all’amministrazione, per l’organizzazione delle ottime Convention, così da arrivare a stabilire con le persone del luogo delle relazioni significative di stima e di amicizia.
Ad invogliare alla creazione di un evento stabile è stata, naturalmente, anche la cornice ideale del Parco di Villa Paolina e la disponibilità dell’ente di possesso, che è la Provincia, a continuare ad ospitare una manifestazione che si è rivelata gradita e vincente sotto molti aspetti, dal culturale all’economico.
Nasce così, con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Terni e del Comune di Porano, il “Prima Convention della Giocoleria Etrusca” che, sotto un diverso nome, riporterà comunque nel Parco di Villa Paolina, dal 23 al 28 agosto 2005, la formula delle Convention: partecipanti da tutto il mondo, workshop di giocoleria a vari e differenziati livelli – dai principianti all’alto perfezionamento – spettacoli serali open stage per il territorio ospitante e per chiunque voglia partecipare, spazio bambini, una serata di Gran Galà con le maggiori vedette internazionali prevista per venerdì 26 agosto alle ore 22,00 e gare, giochi e la Grande parata cittadina del popolo della giocoleria sabato 27 agosto alle ore 17,00.
Come per le Convention, nel Parco verrà attrezzata un’area camping, pronta per accogliere quanti vorranno partecipare dal vivo e in ogni momento a queste giornate.
L’organizzazione della manifestazione, che verrà coordinata dal Comune di Porano, è curata dalla RAPS (Rete Autorganizzata Precari dello Spettacolo) e si avvarrà della consulenza organizzativa e artistica e di Ronald Krappmann e Andrea Antoniella.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire