cronaca

Il testo delle dimissioni di Maurizio Negri

martedì 17 maggio 2005
Comunico con la presente ai soci ordinari dell'Associazione Te.Ma le mie irrevocabili dimissioni dal CdA, ringraziandoli per la fiducia espressa al momento in cui mi hanno delegato a rappresentarli.
Il motivo contingente che mi spinge a questa decisione innanzitutto la solidariet piena e incondizionata che desidero esprimere a Enrico Paolini per il mancato rinnovo del suo incarico di direttore Artistico della Te.Ma. Paolini in questi anni non solo stato un insostituibile promotore di proposte culturali spalmate sulla citt, alla ricerca costante delle formule migliori che potessero dare una risposta ai bisogni di miglioramento intellettuale del territorio; ma anche a mio parere e per mia esperienza, una persona di rara correttezza morale.
Al momento in cui sto scrivendo, ancora non so se le decisioni assunte dal CdA avranno un seguito o saranno ridiscusse. Quello che certo che la campagna che si scatenata contro la TeMa da un p di tempo, lascia trapelare il sospetto della ricerca di un capro espiatorio su responsabilit che mi appaiono provenienti da ben altre realt. Forse non del tutto casuale la composizione che si voluta dare all'attuale CdA, in gran parte dimensionato su equilibri di rappresentanze politiche pi che su competenze specifiche nel settore culturale e dello spettacolo.
E' bene ricordare, per necessaria e corretta informazione che la Te.Ma un'associazione privata costituita nel 1994 per gestire le manifestazioni del teatro comunale Luigi Mancinelli.
E' altres scontato che essendo il Comune proprietario del teatro e il maggiore finanziatore delle attivit connesse, debba necessariamente avere una voce in capitolo prioritaria e insopprimibile.
Non un caso che per prassi il ruolo di Presidente sia ricoperto dall'Assessore alla cultura, ma accanto a questa figura ci sono anche un rappresentante riconosciuto dalla cultura locale nominato direttamente dal Sindaco (che ricopre il ruolo di vicepreseidente) e un membro nominato dal Consiglio Comunale.Gli altri componenti sono nominati direttamente dalle Assemblee dei vari ordini di Soci i quali credo che sia fuori discussione che in tale sede debbano rappresentare unicamente gli organismi che li hanno delegati.
Non sempre cos: in alcuni casi si evidenziano interessi personali o di parte. E' per questo motivo che l'attuale CdA non riesce a lavorare con quell'armonia che dovrebbe costituire la base di un lavoro comune ma si caratterizza troppo spesso con atteggiamenti di cultura del sospetto.
Questi sono alcuni dei motivi che mi impediscono di trovare una condizione di serenit costruttiva.
Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti, per il momento torno a ringraziarVi per la fiducia che mi avete mostrato e Vi auguro di riuscire a trovare quel giusto equilibrio per il bene della citt

Maurizio Negri

Questa notizia è correlata a:

Mancinelli, si cambia. Rester Paolini solo come direttore artistico?

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"