cronaca

In nuova emergenza l'Amerina. Fronte franoso ai Fori di Baschi. Riapre in serata la Baschi-Sermugnano

martedì 19 aprile 2005
Peggiora la situazione a Baschi. Un nuovo fronte franoso si è aperto questa mattina sull'Amerina, in direzione Orvieto all'altezza dei già problematici Fori di Baschi, per una estensione di circa 400 metri. E' un distacco di masse incoerenti - fango, detriti, argille - che provengono dal costone sgretolandosi a partire da circa 100 metri di altezza e che hanno cominciato a riversarsi sulla strada in mattinata.
La situazione si presentava critica già da ieri, tanto che tutto il versante era stato monitorato e tenuto sotto controllo dai Vigili del Fuoco e dalla Protezione Civile.
Al momento, in tempo reale rispetto alla nostra notizia, sul posto è in corso un sopralluogo da parte della Regione, della Provincia di Terni, del Comune di Baschi e delle Ferrovie dello Stato, per valutare, insieme alla Protezione Civile, se è il caso di procedere nuovamente alla dichiarazione dello stato di emergenza.

I tecnici della Regione e della Provincia sono stati in costante lavoro fin da ieri, anche per monitorare costantemente la situazione ad Acqualoreto, dove ulteriori distacchi potrebbero compromettere seriamente l'acquedotto della Pasquarella, che alimenta, oltre al territorio limitrofo, comuni ben più distanti quali Todi, Marsciano e Deruta.
Sembra migliorare invece la situazione in direzione Tordimonte, dove si sta lavorando per ripristinare in serata il tratto al momento ancora interrotto della Baschi-Sermugnano.

Commenta su Facebook