cronaca

Il Comitato Pendolari si congeda

lunedì 21 febbraio 2005
In un comunicato stampa pervenutoci, che riportiamo integralmente, il nuovo Comitato Pendolari, che ha fortemente operato negli ultimi due anni, si congeda con un bilancio di quel che č stato ottenuto e il timore per il futuro. Timore che Trenitalia approfitti della smobilitazione di Orvieto e comprensorio - peraltro in controtendenza con il nuovo fermento del pendolarismo organizzato a livello nazionale - per riproporre scelte penalizzanti per l'orvietano e situazioni di disagio. Il Nuovo Comitato Pendolari di Orvieto rende noto a tutti i pendolari e all’opinione pubblica il termine dei lavori portati avanti per due anni. La decisione č dovuta al fatto che gli esponenti del Comitato non ritengono piů essere rappresentativi dei pendolari vista la pressoché inesistente partecipazione degli stessi nell’ultimo periodo, nonostante che varie organizzazioni similari, umbre e nazionali, abbiano richiesto la nostra collaborazione allo scopo di unire le forze per portare avanti una politica comune che ponga un freno ai disservizi ai quali siamo sottoposti dall’azienda FS, non esenti da risvolti tragici, come recentemente accaduto.
Portare avanti questo lavoro, insieme a quello ordinario che svolgiamo attualmente, necessita il coinvolgimento delle persone nonché la collaborazione concreta delle stesse, elementi che non sono mancati fino allo scorso anno ma che ora sembrano venire meno in maniera netta. Pertanto riteniamo che un gruppo di volenterosi non possa portare avanti una attivitŕ che interessa il destino di centinaia di passeggeri i quali, evidentemente, considerano terminato il mandato fisiologico del Nuovo Comitato Pendolari con l’ottenimento, dallo scorso dicembre, dei treni soppressi quasi tre anni fa e motivo per il quale ci eravamo spontaneamente costituiti a furor di popolo, come tutti ricorderanno.
Non stiamo qui a ricordare i risultati che siamo riusciti ad ottenere, perché č giŕ stato scritto tutto al riguardo, sono sotto gli occhi di tutti ed ognuno in privato sa fare i propri conti. Vogliamo solamente rimarcare come abbiamo cercato di lavorare sempre nell’interesse generale di tutti i pendolari, compresi assenti e critici, con entusiasmo e molto spesso con spirito di sacrificio, sempre senza personalismi, cercando di coinvolgere il massimo numero possibile di persone ed autoritŕ, non esenti da difficoltŕ, come capita nella norma delle attivitŕ della vita, ma sempre, e questo possiamo affermarlo senza dubbio, in buona fede.
Chiudiamo questa nota con una considerazione che speriamo faccia riflettere, osservando come la realtŕ del pendolarismo organizzato nel nostro territorio vada in controtendenza rispetto alla situazione generale nazionale, la quale negli ultimi mesi sta vedendo sorgere organizzazioni spontanee di pendolari ovunque e grande dialettica in seno alle problematiche annesse, e tutto questo da quando il “fenomeno pendolari” sta arrivando quasi quotidianamente alla ribalta delle cronache nazionali in tutti i maggiori quotidiani e telegiornali del paese, dopo anni di oblio e di collocazione negli spazi dei soli media locali.
Insomma, un po’ ovunque ci si sta organizzando con forza e collettivitŕ, mentre da noi rimane difficile ed indifferente farlo, cosa piuttosto singolare visto che il bacino d’utenza della nostra stazione interessa oltre il 5% della popolazione complessiva del comprensorio.
Della situazione attuale resta la certezza del passato, ovvero dei traguardi conquistati con molta fatica, ma anche tanta incertezza per il futuro prossimo, perché l’esperienza ci insegna che Trenitalia approfitta molto bene, volutamente o meno, delle realtŕ locali in cui non vi č adeguata contrapposizione alle loro scelte, in modo tale da favorire una determinata utenza al posto di un’altra, e questo č un dato di fatto storico a conoscenza di chiunque usufruisce della stazione di Orvieto e che non escludiamo possa recare di nuovo ad ulteriori disagi nel medio termine.

Il Comitato ringrazia in modo sincero i pendolari tutti, le istituzioni del territorio che hanno collaborato al nostro fianco di volta in volta, ed il personale della biglietteria della stazione, sempre gentile nel darci una mano, ma anche tutti coloro che non viaggiano con i treni ma che hanno seguito con interesse le nostre battaglie, le quali molto spesso sono volutamente passate attraverso i canali informativi.

I Coordinatori

Stefano Frellicca
Davide Breccia
Andrea Pezzotta

p.s. Il nostro sito internet diventerŕ presto un archivio virtuale contenente tutta l’attivitŕ svolta in questi due anni, mentre la mail-box rimarrŕ attiva ancora per qualche giorno. Siamo a disposizione di chiunque volesse continuare la nostra opera, fornendo tutto il materiale possibile, compreso quello umano.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio