cronaca

Emergenza frane, il Comune chiede i soldi

giovedì 13 gennaio 2005

Si è svolto, oggi, il sopralluogo dei tecnici del dipartimento nazionale della protezione civile, per accertare il complesso dei danni causati nel territorio Orvietano dalle piogge delle settimane scorse, al fine di dichiarare lo “stato di emergenza” da parte del Governo, così come chiesto dalle istituzioni locali, dalla Regione Umbria e dalla Prefettura di Terni.

Come noto, la situazione dei danni nel comprensorio orvietano, con particolare riferimento ai Comuni di Orvieto e Porano è diversamente articolata e mostra situazioni di forte criticità in alcune zone in particolare, quali: la Strada Comunale di Corbara che presenta diversi fronti di frana che hanno prodotto l’aggravamento della situazione dell’area già interdetta al traffico, l’aggravamento delle frane in località la Badia, Podere Cipresso che è tenuta sotto costante monitoraggio, mentre in località Bottacce nella frazione di Sugano si presentano altri importanti movimenti franosi; altre zone in frana si trovano poi in Località San Martino. Costantemente monitorata anche la situazione a Porano, in località Boccetta e il fronte della Strada Provinciale 111 della Badia, per una quantificazione complessiva dei danni valutata nell’ordine degli oltre 7 milioni di Euro di cui, 150 mila, quelli relativi ad interventi indifferibili riguardanti la messa in sicurezza.

Commenta su Facebook