cronaca

Il sindaco: "Presto una nuova tariffa per l'acqua"

mercoledì 20 ottobre 2004
Il gestore del servizio idrico, l'Ato, predisponga una tariffa piů equa per i consumi idrici. La richiesta viene dal sindaco Stefano Mocio che, rispondendo ad un lettore nella sua rubrica su Orvietonews, interviene di nuovo sulla spinosa questione delle bollette dell'acqua nello stesso momento in cui tutti i partiti politici hanno firmato un documento che impegna l'Ato a migliorare il servizio effettuando controlli accurati sulla bollettazione per evitare l'invio di bollette dagli importi spropositati come č avvenuto la scorsa estate.

"L’acqua non č un bene industriale. Se č giusto, quindi, pensare di coprire i costi del servizio e di investimento con i ricavi da tariffa (magari con un modello a tendere), non č possibile ripartire la tariffa penalizzando i soggetti piů deboli. Ecco, allora, che č inaccettabile pensare a 60 litri al giorno come fascia agevolata, cosě come č inaccettabile predisporre una modalitŕ tariffaria che penalizzi i nuclei familiari di 1 o 2 persone" afferma il sindaco nella sua rubrica.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio