cronaca

Nuove indagini sulla discarica

giovedì 19 agosto 2004
di Gabriele Anselmi

Nuove indagini sulla discarica orvietana. Il Capo della Procura di Orvieto, Calogero Ferrotti, ha incaricato la Guardi di Finanza di procedere a nuove indagini relative all’inchiesta sui rifiuti, che ormai da aprile sta cercando di fare luce sulla gestione e sui conferimenti di immondizia nella discarica di Orvieto, Le Crete.

Questa nuova attivitŕ investigativa richiesta dalla procura orvietana precederŕ il probabile interrogatorio dei quattro dirigenti della Sao, la societŕ che gestisce la discarica. I quattro indagati che mancano all’appello del procuratore sono: il presidente Sante Agarini, l’amministratore delegato Giorgio Custodi, l’ex amministratore delegato Francesco Ansuini e il direttore dell’impianto Antonio Fabrizi. Tra i capi di imputazione che erano stati formulati per i dirigenti della Sao figuravano ipotesi di illeciti ambientali tra cui "gestione dei rifiuti non autorizzata e gestione non autorizzata della discarica". Proprio sulla gestione della discarica, alla luce dell’ultimo sequestro effettuato nel luglio scorso per i trentamila metri quadrati di terreno identificati come oggetto di un ampliamento abusivo, gli inquirenti stanno concentrando le loro attenzioni.

La Guardia di Finanza dovrŕ, infatti, costatare le modalitŕ che hanno preceduto i lavori di ampliamento della superficie della discarica. Gli accertamenti tecnici sull’impianto di smaltimento orvietano, effettuati dalla Provincia di Terni, avevano provato un ingiustificato ampliamento dell’area di coltivazione della stessa discarica ed un conseguente incremento della sua capacitŕ volumetrica. Da questo presupposto potrebbe partire la nuova ondata di indagini dei finanziari, che comunque non si limiteranno certo ad esaminare i documenti relativi ai lavori di ampliamento. La presenza di rifiuti e di sostanze non consentite o addirittura nocive č un altro aspetto che verrŕ valutato con estrema precisioni.

Secondo alcuni rilevamenti sembrerebbe che nella discarica di Orvieto arrivassero anche tipologie di rifiuti non consentite dai regolamenti che comunque venivano smaltite ugualmente. Anche al momento del sequestro di aprile la Finanza fece sapere che nella discarica veniva smaltito il “composit fuorispecifica”, una sostanza assolutamente vietata. Ad avere un ruolo costantemente determinate nelle indagini rimane comunque l’aspetto economico della gestione della discarica, sia da parte dei privati (Sao) che da parte degli enti pubblici (Comune di Orvieto e Regione Umbria), dal quale potrebbero emerge nuovi risvolti. Gli sviluppi delle nuove indagini richieste dalla procura potrebbero arrivare nel palazzo del tribunale di Orvieto, giŕ nei primi giorni di settembre, poi, probabilmente, verranno ascoltati i quattro dirigenti della Sao.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 novembre

Frammenti di esistenze amorose... ovvero lÂ’insopprimibile vizio della vita

Consiglio provinciale: Il mancato numero legale sul bilancio sintomo di evidente debolezza di giunta e maggioranza. Lo dichiara Danilo Buconi

Conclusa la XXII Mostra del Tartufo di Fabro. Video intervista alla vincitrice del "Vanghetto d'Oro e al Sindaco Terzino

370mila euro all'Intercom dell'Orvietano dal Fondo regionale di protezione civile

Caccia e Pesca. Disposizioni per la riconsegna del tesserino e attività di contenimento degli storni

“EstroVersi” mattatori della BTC di Roma

Verso la valorizzazione del Santa Cristina di Porano. Presentata la stagione 2009/2010

Pregiudicato moldavo rintracciato e denunciato dall'Anticrimine del Commissariato

NaturalmenteÂ…a cena. Ristorante “I Sette Consoli” e Condotta Slow Food insieme per un convivio biologico e biodinamico. Prenotazioni entro mercoledì

17 novembre. Giornata mondiale degli studenti. Manifestazione ad Orvieto per il diritto allo studio

17 novembre, il perchè di questa data

Sciopero generale studentesco, l'appello italiano di Unione degli Studenti e Link Coordinamento Universitario

Riforma, il ddl Aprea in sintesi

Mostra del Tartufo. Oltre 8mila presenze nell'edizione 2009

Approvato in Provincia l'assestamento di Bilancio. Voto favorevole della maggioranza, no di Pdl e Udc

Approvato il PRG a Porano. Dure accuse dell'opposizione: la nuova amministrazione ha patteggiato con chi tiene sotto scacco un'intera comunità

La lettera d'impegno dei ricorrenti al PRG