cronaca

Utilizzato anche un elicottero. Tutti i reati ipotizzati.

lunedì 26 aprile 2004

Abuso d'ufficio, varie violazioni al decreto Ronchi, "discarica abusiva", trasporto e stoccaggio illecito, traffico non autorizzato di rifiuti. Sono questi i reati che la magistratura orvietana ha ipotizzato a carico degli uomini politici e dei manager dell'azienda.
"Con questa operazione vogliamo dare ai cittadini di Orvieto una risposta chiara in merito alle quantit dei rifiuti che vengono smaltiti in questa discarica - ha spiegato il maggiore delle Fiamme Gialle Cesare Forte - la magistratura ha in mano prove documentali difficilmente contestabili da cui emerge che qui dovevano arrivare ventimila tonnellate di rifiuti ed invece ne sono state portate centodiaciasettemila senza alcuna forma di autorizzazione prevista dalla legge". Contemporanemente al sequestro, la Finanza ha effettuato controlli aerei sulla discrica a bordo di un elicottero.

 Nella foto al centro il tenente Aniello De Vita e, a destra, il maggiore Cesare Forte.


Questa notizia è correlata a:

Sequestrata la discarica, indagato Cimicchi e altre sei persone

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 marzo