cronaca

Il caso Melone e la vergognosa latitanza dello Stato

giovedì 22 gennaio 2004

Rassomiglia ogni giorno di piů ad una battaglia contro i mulini a vento. Eppure non si tratta di nient'altro che di una richiesta a dir poco legittima.   La vedova del maresciallo elicotterista Stefano Melone, morto due anni fa in seguito ad un tumore contratto a causa dell'uranio impoverito dopo aver partecipato a numerose missioni all'estero con l'Esercito tra cui quella in Albania, in Somalia, in Kosovo, sta conducendo da allora uno snervante braccio di ferro con il ministero della Difesa che non intende riconoscerle la pensione  nonostante il fatto che le visite mediche a  si era sottoposto il marito non avevano affatto escluso che la malattia fosse da ricondurre proprio all'uranio impoverito.   

"Sono ormai due anni che sto lottando per avere ciň che mi spetta di diritto, una pensione privilegiata che il Ministero della Difesa doveva concedere a mio marito in tempi brevi, ma che per colpa del disinteresse e dell’insensibilitŕ degli organi competenti,  ancora sto aspettando. Intanto io e i miei figli stiamo andando avanti con un anticipo di pensione provvisoria, che sinceramente, non ci permette di arrivare alla  fine di ogni mese" spiega la donna che ha due figli di venti e sedici anni.

Nel 99, a tre anni di distanza dall'ultima missione all'estero, a Melone venne diagnosticato un tumore:   mangio endotilione epiteloide dell’osso con complicazione al diaframma ed al polmone destro. Il militare spirň due anni fa al termine di un lungo calvario medico ed anche giudiziario avviato dopo la scomparsa di Melone.  La famiglia hadeciso di fare causa al ministero, unico caso tra gli episodi di malattia lamentati dai militari a causa dell'uranio impoverito mentre la richiesta della pensione (pur sollecitata nuovamente da atti parlamentari del deputato Giulietti e dell'onorevole Benedetti Valentini) non hanno finora ottenuto alcuna risposta.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate