cronaca

Il comunicato dei pendolari

martedì 13 gennaio 2004

Chiuso l’incontro sulle questioni sollevate in merito al pendolarismo orvietano organizzato dal Comune di Orvieto con Trenitalia, i pendolari dichiarano la propria insoddisfazione.

Molte nebbie ancora sulle risposte del Dott. Vincenzo Sacc della Divisione Passeggeri. Il dirigente di Trenitalia ha infatti parlato di "logiche di sistema" "e problemi patologici" sugli orari ferroviari dichiarando sostanzialmente una condivisione circa i problemi lamentati dai rappresentati dei pendolari.

Rispetto alle serie, chiare e limitate richieste avanzate dai pendolari e sostenute dall’amministrazione di Orvieto e caldeggiate da tutte le istituzioni presenti, dai Comuni del comprensorio, dai capi gruppo del consiglio comunale di Orvieto, unica risposta praticabile nell’immediato stata la fermata di un treno della mattina alle 4.59 da Orvieto per Roma. Richiesta che serve a dare una risposta a quei lavoratori che iniziano i loro turni molto presto la mattina.

Restano, invece, senza alcuna risposta tutte le richieste relative al rientro pomeridiano e serale da Roma e le questioni relative al miglioramento del trasporto su Firenze. Sacc ha anzi qualificato come scelta aziendale delle FS quella che per i pendolari risultata una penalizzazione e cio l’introduzione di molti Eurostar sulla linea Roma Firenze che comporta ritardi, prolungamento del tempo di percorrenza e declassamento dei treni Intercity.

Per quanto attiene alla necessit di ripristinare un collegamento da Orvieto per Roma con arrivo nella capitale entro le 8.00 la Regione, nella persona della dott.ssa Serio, si impegnata formalmente a reperire risorse economiche e verificare con Trenitalia Regionale la tracciabilit per garantire il prolungamento fino alla Stazione di Roma Tiburtina dell’attuale treno Interregionale delle 6.22 spostandone la partenza alle ore 6.49.

I pendolari di Orvieto che si riuniranno nuovamente nei prossimi giorni decideranno le iniziative pi opportune da intraprendere a sostegno dei loro interessi.


Questa notizia è correlata a:

Tanto fumo e poco arrosto dall'incontro con Trenitalia

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"